Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il progetto di bilancio italiano conferma l’espansione finanziaria…

(MENAFNING) Ci saranno probabilmente accesi dibattiti parlamentari sui dettagli delle nuove misure più controverse. Tuttavia, a nostro avviso, il presidente del Consiglio Draghi saprà trovare un equilibrio, tenendo a bada i rischi politici, almeno nel breve periodo.

In questo articolo

  • Un altro pagamento nel 2022 e forse anche nel 2023
  • Proseguendo in tempi di emergenza e la prima parte della riforma fiscale tra le nuove misure previste
  • I rischi politici a breve termine sono stati domati, anche grazie ai risultati delle recenti elezioni comunali

Partecipare

Scarica l’articolo in PDF

le notizie

Rimani aggiornato con tutte le ultime analisi economiche e finanziarie di ING.

Iscriviti a THINK un altro pagamento nel 2022 e forse anche nel 2023

Dopo pochi giorni di ritardo, il governo italiano ha presentato ieri alla Commissione dell’Unione Europea il progetto di bilancio per il 2022. Il quadro generale alla base del progetto di bilancio prevede una crescita del 6% nel 2021 e del 4,7% nel 2022. Ciò è in linea con le nostre aspettative per l’anno in corso, anche se riteniamo che sia ottimista per il 2022.

Il documento riconosce i rischi per la crescita derivanti dall’aumento dell’inflazione, sebbene presuma che la spinta per un piano di ripresa sarà in grado di compensare questo, con l’aiuto di un’ulteriore spinta fiscale nel 2022.

Confrontando il disavanzo tendenziale proiettato e il disavanzo programmato, si nota che quest’ultimo è superiore di circa 23 miliardi di euro (pari all’1,3% del PIL). È interessante notare che il governo si aspetta che la posizione di bilancio rimanga espansiva fino a quando il PIL non raggiungerà il livello previsto prima della pandemia di Covid-19 (non solo il livello pre-Covid). Poiché ciò non dovrebbe accadere fino al 2024, un’altra spinta fiscale è prevista nel 2023, quando le regole di bilancio europee (in qualsiasi modo) dovranno essere applicate nuovamente.

READ  Don Giovanni's Pizza apre a Porto Arancio

Pertanto, il ritorno del rapporto debito/PIL in una tendenza al ribasso si baserà nel breve termine sull’elevata crescita del PIL, risultante dall’effetto combinato degli investimenti e delle riforme previste dall’EU Recovery Fund, e nel medio/lungo termine anche a un livello adeguato livello. avanzi primari.

Proseguendo in tempi di emergenza e la prima parte della riforma fiscale tra le nuove misure previste

Come verranno spesi i 23 miliardi di euro di nuovi fondi stanziati nel budget per il 2020?

Il progetto di piano non entra nei dettagli. Tuttavia, con l’obiettivo di sostenere l’economia italiana nell’uscita dall’emergenza Covid, si propone di finanziare la riforma dell’ammortizzatore sociale e l’introduzione di una prima fase di riforma fiscale. Ma si suggerisce anche che seguano una linea di continuità con le misure adottate in tempi di Covid. Pertanto, è probabile che il risultato includa una combinazione di incentivi fiscali per l’innovazione e gli investimenti delle imprese e le spese per l’efficienza energetica delle famiglie. È probabile che includa anche il rifinanziamento delle spese sanitarie legate al Covid e nuovi fondi per le amministrazioni locali e l’istruzione.

La Camera dei Rappresentanti ha ora iniziato a discutere i dettagli che saranno inseriti nella nuova legge di bilancio. Data la natura molto diversificata dell’attuale maggioranza di unità nazionale, ci aspettiamo un acceso dibattito su una serie di questioni controverse come la riforma del reddito di cittadinanza (la misura principale del 5SM) e un nuovo sistema di prepensionamento che dovrebbe sostituire il cosiddetto provvisorio” “quota 100” (la misura principale dell’associazione), che dovrebbe scadere entro la fine dell’anno. Altre questioni correlate, come l’abbassamento del cuneo fiscale (il primo potenziale componente della riforma fiscale) avranno probabilmente un sostegno meno controverso.

READ  Il flirt della Cina nel 2019 con l'Italia per la Belt and Road non ha dato i suoi frutti

Nel complesso, riteniamo che il Primo Ministro Draghi sarà in grado di trovare un equilibrio su queste questioni controverse, tenendo sotto controllo i rischi politici associati al dibattito parlamentare.

I rischi politici a breve termine sono stati domati, anche grazie ai risultati delle recenti elezioni comunali

L’ultimo turno delle elezioni comunali, che si è concluso con il successo del PD e gli scarsi risultati complessivi per il 5SM e per i partiti di destra nelle principali città, potrebbe aver contribuito a ridurre i rischi politici a breve termine a livello nazionale. Certo, il voto locale non dovrebbe necessariamente avere un’importanza nazionale, ma il tasso di astensione anormalmente alto, in particolare tra i perdenti secondo le analisi del flusso elettorale, ha comunque inviato un segnale di avvertimento. Con il Paese fortemente impegnato nella riapertura e con i rischi di una nuova ondata tutt’altro che finita, il flirt sul fronte dei lasciapassare non tanto verde non ha dato i suoi frutti a Lega e FdI. Probabilmente ci vorrà del tempo per riconnettersi con la parte moderata del loro elettorato. La Lega, che fa parte dell’attuale coalizione di governo, potrebbe nel processo adottare un approccio meno impegnativo. Data la parte dei vincitori, riteniamo che il PD si asterrà dal precipitarsi a capitalizzare il voto locale a breve termine e formerà invece un’ampia coalizione in vista delle elezioni nazionali del 2023. Su entrambi i fronti, presto saranno investite molte energie nella trattativa a porte chiuse in vista delle cruciali elezioni (a scrutinio segreto) per il nuovo presidente italiano, previste per i primi di febbraio 2022.

tag
Italia Bilancio italiano azioni Draghi

Scarica l’articolo in PDF

MENAFN21102021000222011065ID1103015932

READ  Un'azienda di cibo gourmet da 100 milioni di dollari è stata cancellata a causa di irregolarità nella divulgazione

Esclusione di responsabilità legale: MENAFN fornisce le informazioni “così come sono” senza garanzie di alcun tipo. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per l’accuratezza delle informazioni in questo articolo, il contenuto, le immagini, i video, le licenze o la completezza, legalità o affidabilità delle informazioni in questo articolo. In caso di reclami o problemi di copyright relativi a questo articolo, contattare il fornitore sopra.