Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I residenti di Roma sono arrabbiati per la nuova tendenza del fast food

Richiedi formaggio aggiuntivo. Non imparare alcune frasi italiane. Ordina un latte dopo colazione.

Ci sono così tanti insulti culturali che i turisti sputano inavvertitamente quando passeggiano nel paese della pizza e del gelato.

Ma ora un imprenditore con sede a Roma ha suscitato polemiche tra la gente del posto attraverso il suo lavoro su un distributore automatico di pizza “di nuova fabbricazione”.

Alcuni pensano che sia profano, altri sono curiosi di vedere cosa fa una macchina per pizza in tre minuti.

Ad esempio Watchman Riferisce: “Mr. Joe Pizza si trova in un chiosco in Via Catania, vicino a Piazza Bologna a Roma, e offre quattro varietà, tra cui la classica margarita inventata a Napoli nel 1889, ciascuna con un costo compreso tra 4,50 € e 6 €. finestrella di vetro mentre impasti il ​​distributore automatico e applichi la pasta. “

“Ha iniziato a funzionare il 6 aprile e da allora ha venduto circa 900 pizze, che vengono consegnate in scatola e posate”.

alunno Fabrizia Polisi Ha detto a DMARGE che non era molto colpita dalla pizza motorizzata.

“Quindi questa nuova invenzione … Non credo sia una buona scelta per gli italiani … Amiamo il cibo fresco e qualcosa come la pizza che non può essere preparata con una macchina! Fare la pizza è un’arte … ha bisogno di pratica; amore, cose che una macchina non avrà mai “.

“Penso che la gente qui a Roma potrebbe assaggiare questa ‘pizza’ solo una volta spinti dalla curiosità, ma è il marketing che finirà molto presto”.

Su Twitter, la reazione è stata negativa come previsto, con argentini, canadesi e americani anche loro scettici sull’idea.

L’utente Twitter @ ABreckenridge4 ha scritto: “JOKEOFTHEDAY: I distributori automatici di pizza chiamati” Mr. Go Pizza sono stati introdotti a Roma, in Italia. Gli italiani hanno reagito principalmente a “Mr. Go Yourself”.

Instagram usercronopiatw ha chiesto ai suoi follower se pensavano che fosse “una locura” (pazzo).

READ  L'Italia firma un pacchetto di investimenti e riforme per diffondere i fondi dell'UE

Un canadese ha scritto: “L’influenza nordamericana è al suo meglio. Molto triste”.

Un altro ha commentato: “Chi lo compra a Roma? Anche i turisti vogliono quello vero”.

Parla con l’imprenditore Massimo Bokolo, che ha avviato l’attività Watchman Di recente su Mr. Joe’s Pizza. I suoi commenti sono un modo equo per rispondere a molte delle domande di cui sopra.

“Quando ho visto la macchina per la prima volta e ho imparato a utilizzarla, me ne sono innamorato completamente”, ha detto Buccolo. Watchman. “E così ho fatto molte ricerche e parlato con molti fornitori di alimenti, per assicurarmi che gli ingredienti fossero della massima qualità. La gente prende in giro il prodotto senza provarlo”.

“Volevo colmare una lacuna nel mercato – molte persone, specialmente quelle che lavorano nei turni notturni, mi hanno chiamato e mi hanno chiesto se fosse aperto o meno, questa è una vera soluzione se hanno fame quando tutto il resto è chiuso”.

“Il grosso errore è pensare che questo sia un attacco ai pizzaioli o che li metterà in crisi … Il prodotto finale di Mr. Go non è lo stesso della pizza che fanno … è una croce tra una pizza e una piadina … ” [a thin Italian flatbread]. “

per me ReutersLe prime recensioni dei clienti sul dispositivo andavano da “accettabile se si ha fretta” a vero e proprio horror.

“Ha un bell’aspetto ma è molto più piccolo di quanto non lo sia in un ristorante e ci sono meno extra”, ha detto Claudio Zambega, un pensionato. Reuters Rapporti.

READ  AllianceBernstein LP: COVID-19 accelererà l'integrazione nella zona euro?

Reuters Sottolinea inoltre che Fabrizia Polisi, studentessa universitaria napoletana a Roma, è andata oltre dicendo che va bene un distributore automatico di pizza “ma non pizza”.

Gina, la pensionata, che ha rifiutato di dare il suo cognome, è rimasta meno colpita Reuters.

“Terribile. La pizza va mangiata subito calda. Per me non funziona.”

Abbiamo preso come potenziali visitatori? I distributori automatici di pizza non sono così male come Starbucks. In effetti, immaginiamo che sia delizioso, economico e conveniente. Ma è fatale per la vitalità di un turista cittadino, in larga misura, assorbire tradizione e cultura.

leggere quanto segue