Marzo 4, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Italia punta tutto sulla BCE “semplicista” sull’aumento dei tassi di interesse

L’Italia punta tutto sulla BCE “semplicista” sull’aumento dei tassi di interesse

ROMA (Reuters) – Il primo ministro italiano Giorgia Meloni mercoledì ha criticato la Banca centrale europea per i ripetuti aumenti dei tassi di interesse, dicendo che sta perseguendo un approccio politico “semplicistico” che potrebbe fare più male che bene.

La Banca centrale europea ha alzato i tassi di interesse nella zona euro questo mese al livello più alto degli ultimi 22 anni e ha affermato che un nono aumento consecutivo dei tassi è stato quasi assicurato a luglio poiché prevede che l’inflazione rimanga al di sopra del suo obiettivo del 2% fino alla fine del 2025.

“E’ giusto combattere con decisione l’inflazione, ma a molti la semplicistica prescrizione di rialzi dei tassi da parte della Bce non sembra la giusta linea d’azione”, ha detto Meloni in Parlamento.

I tassi di interesse più elevati stanno rendendo più costoso per l’Italia il servizio del secondo debito più grande della zona euro, e Roma teme che possa portare a un’altra recessione in quella che è stata l’economia più cronicamente lenta dell’Unione dal lancio dell’euro.

Meloni è l’ultimo e il più grande di una serie di membri del governo italiano che hanno preso di mira la BCE da quando ha iniziato il ciclo di inasprimento monetario.

Il ministro dell’Ambiente e dell’Energia, Gilberto Becchetto Fratin, ha dichiarato mercoledì in un’intervista al quotidiano La Stampa che gli aumenti “eccessivi” dei tassi di interesse da parte della Banca centrale europea potrebbero agire da “rimbalzo”.

Il ministro degli Esteri Anunio Tajani ha dichiarato martedì che i ripetuti aumenti della BCE “non sono nell’interesse della crescita”.

Meloni, che stava parlando davanti alla Camera dei Rappresentanti in vista di un vertice Ue a Bruxelles, ha affermato che l’inflazione non è dovuta a un surriscaldamento dell’economia europea ma a fattori esterni come la guerra in Ucraina che alimentano i maggiori costi energetici.

READ  Borse di studio interessanti e opportunità di lavoro in tutta Europa attirano studenti indiani in Italia | Notizie dall'India

“Dobbiamo considerare il rischio che aumenti sostenuti dei tassi di interesse danneggino maggiormente le nostre economie rispetto all’inflazione e che la medicina finisca per fare più danni della malattia”, ha affermato.

Il presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde ha dichiarato martedì che l’inflazione nella zona euro è entrata in una nuova fase che potrebbe durare per qualche tempo.

Le conversazioni con sette regolatori di tassi al forum annuale della Banca centrale europea in Portogallo questa settimana hanno mostrato che la maggior parte di loro si aspetta che i costi di indebitamento aumentino nuovamente alle riunioni di luglio-settembre nonostante i segnali di rallentamento dell’economia dell’eurozona.

I rappresentanti della Banca centrale europea d’Italia – il membro del consiglio Fabio Panetta e il capo della Banca centrale di Roma Ignazio Fiesco – sono stati tra le voci più pessimiste nel consiglio di amministrazione della banca.

Fiesco si dimetterà alla fine di ottobre e martedì il governo ha proposto di sostituire Panetta, lasciando un posto vacante nel consiglio direttivo composto da sei persone della Banca centrale europea.

In quanto terza economia del blocco, l’Italia ha sempre avuto un posto nel consiglio di amministrazione. Sebbene non sia un diritto automatico, mercoledì Tajani ha detto ai giornalisti che è “fiducioso” di mantenere un rappresentante quando Panetta se ne andrà.

Montaggio di Crispian Palmer e John Stonestreet

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.