Settembre 24, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

“Non dobbiamo lasciare che una buona crisi vada sprecata”.

L’economista americano Joseph Stiglitz ritiene che ora sia il momento di ricollegare l’economia americana, sostenendo che “non dovremmo lasciare che la crisi vada sprecata”.

La pandemia di coronavirus ha evidenziato l’inoperabilità del sistema economico, ha dichiarato giovedì l’ex vicepresidente e capo economista della Banca mondiale, indicando la disuguaglianza, la crisi climatica e l’inflessibilità dell’economia di mercato.

Stiglitz si è detto ottimista sul fatto che molti dei problemi attuali possano essere affrontati contemporaneamente, dato che sono correlati.

“Ne ottieni due per uno”, ha detto Steve Sedgwick alla CNBC all’annuale Forum Ambrositi sulle rive del Lago di Como in Italia.

Gli Stati Uniti, ad esempio, ha affermato Stiglitz, dovrebbero investire nella costruzione di infrastrutture “verdi” che creino posti di lavoro e aiutino a eliminare le disuguaglianze. “Se lo consideri, ti rendi conto che possiamo attaccare due o tre di questi problemi contemporaneamente”, ha detto il 78enne, aggiungendo che gli Stati Uniti hanno lavoro e capitale.

Stiglitz ha detto che sarebbe “sano” per l’economia statunitense aumentare “un po'” le tasse per finanziare “alcune delle cose di cui abbiamo bisogno per il bene più grande”.

A luglio, 130 paesi hanno sostenuto un’aliquota minima globale dell’imposta sulle società del 15% e Stiglitz ha affermato che la mossa ha posto fine alla corsa al ribasso sulle tasse, evidenziando come gli Stati Uniti stiano valutando un’aliquota del 25%.

Un’economia di successo è determinata non solo dalle aliquote fiscali ma anche da altri fattori come le infrastrutture e gli sforzi di ricerca e sviluppo, ha affermato Stiglitz.

Scelte di titoli e tendenze di investimento da CNBC Pro:

Ha detto che c’è un consenso crescente sul fatto che gli Stati Uniti debbano cambiare le leggi obsolete che sono in vigore da 125 anni e affrontare l’eccessivo potere di mercato in tutta l’America. “La concentrazione del potere di mercato è aumentata notevolmente negli ultimi 35 anni”, ha affermato.

READ  Il punto di vista del Guardian sul calo dei tassi di natalità: potrebbero esserci problemi in futuro | Editoriale

Secondo Stiglitz, un’eccessiva regolamentazione e tassazione non farà perdere all’Occidente il suo vantaggio competitivo contro le potenze emergenti e la Cina. “Sono assolutamente fiducioso che questa nuova agenda ci rafforzerà davvero”, ha affermato.

Stiglitz ha affermato che la concorrenza rende le economie di mercato più creative, mentre i monopoli riducono l’innovazione. “Abbiamo visto come le aziende giganti stiano effettivamente schiacciando l’innovazione”, ha affermato.