Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Germania è alle prese con un’ondata di minacce di spionaggio provenienti da Russia e Cina

La Germania è alle prese con un’ondata di minacce di spionaggio provenienti da Russia e Cina

Fonte immagine, Emmanuele Contini/NurPhoto tramite Getty Images

Didascalia immagine, Quattro dei sei arrestati sono sospettati di spionaggio a favore della Cina

Sei sospette spie sono state arrestate in Germania solo questo mese, in quello che è diventato un torrente di accuse di spionaggio russo e cinese.

Per il partito di estrema destra Alternativa per la Germania (AfD) la situazione si è rivelata particolarmente imbarazzante, perché i suoi due principali candidati alle elezioni europee di giugno sono finiti nel mirino.

Un collaboratore dell'eurodeputato Maximilian Krah, capolista del partito, è stato arrestato con l'accusa di spionaggio a favore della Cina. Jian G è accusato di essere un “dipendente di un servizio segreto cinese”.

La procura ha anche avviato indagini preliminari sullo stesso politico per presunti pagamenti da parte di fonti filo-russe e cinesi. Il signor odio nega qualsiasi illecito.

Giorni prima, Petr Bystron, il secondo nome sulla lista dell’AfD, aveva negato le accuse di aver ricevuto denaro dal sito web Voice of Europe, ritenuto dall’intelligence europea una copertura dell’intelligence russa.

Ma le accuse vanno ben oltre l’AfD.

Due cittadini tedeschi di origine russa sono stati arrestati con l'accusa di complotto per sabotare gli aiuti militari tedeschi all'Ucraina, mentre tre tedeschi sono stati arrestati con l'accusa di aver pianificato di trasmettere progetti di motori avanzati all'intelligence cinese.

Fonte immagine, Sean Gallup/Getty Images

Didascalia immagine, Il deputato del Parlamento europeo Maximilian Krah ha negato ogni addebito e afferma che rilascerà i suoi aiuti se si scoprirà che Jian G ha spiato

In tutti e tre i casi di spionaggio si ritiene che gli sforzi dell'agenzia tedesca di intelligence interna BfV siano stati cruciali.

“Le nostre autorità di sicurezza… hanno rafforzato massicciamente i loro sforzi di controspionaggio”, ha detto il ministro degli Interni Nancy Faeser.

Gli arresti sono avvenuti subito dopo il ritorno del cancelliere Olaf Scholz dai colloqui ad ampio raggio con il presidente cinese Xi Jinping a Pechino.

“L'arresto è sempre una decisione politica”

Andrei Soldatov, esperto dei servizi di sicurezza russi, ritiene che il caso della coppia russo-tedesca potrebbe riflettere il desiderio del Cremlino di intensificare gli attacchi contro gli aiuti all'Ucraina.

“È semplicemente un livello di escalation completamente nuovo”, ha detto Soldatov alla BBC. “Queste persone [allegedly] “Informazioni raccolte per aiutare a organizzare operazioni di sabotaggio contro strutture militari sul suolo tedesco.”

Nel frattempo, Roderich Kiesewetter, un ex ufficiale dell’esercito tedesco che ora è un deputato dell’opposizione, ha affermato che la Cina stava cercando di ottenere l’accesso alla ricerca avanzata che potrebbe essere utile per scopi militari o di altro tipo.

“La Cina vede l'opportunità di sfruttare l'apertura della Germania per accedere alla nostra conoscenza e tecnologia”, ha detto alla BBC.

Anche così, Andrei Soldatov ritiene che Berlino stia mettendo un segnale.

“Un arresto è sempre una decisione politica”, dice.

“Le agenzie di controspionaggio di tutti i paesi preferiscono non arrestare le persone perché è meglio seguirle e monitorare le loro attività per saperne di più sulle loro reti e sulle loro attività”.

Fonte immagine, Bundeskanzler/Instagram

Didascalia immagine, L'arresto di sospette spie in Germania è avvenuto pochi giorni dopo la visita del cancelliere Olaf Scholz al presidente Xi Jinping a Pechino

Un punto particolarmente negativo è stata la fuga di notizie, a marzo, da parte di fonti russe, di una telefonata tra alti generali che discutevano della fornitura di missili Taurus a lungo raggio all'Ucraina.

Mesi prima, un alto funzionario del servizio di intelligence straniero tedesco BND, chiamato Carsten L, era stato processato, accusato di aver divulgato informazioni riservate ai russi in cambio di pagamenti di circa 400.000 euro (343.000 sterline).

L’ex segretario alla Difesa britannico Ben Wallace ha espresso la frustrazione di molti alleati quando ha affermato che la Germania è “piuttosto penetrata dall’intelligence russa” e “né sicura né affidabile”.

Roderich Kiesewetter dice di preoccuparsi che gli alleati considerino la Germania inaffidabile. “Dobbiamo essere un partner privilegiato”, ha detto alla BBC. “Non possiamo permetterci una cooperazione dei servizi segreti senza la Germania.”

Una repressione pubblica nei confronti delle sospette spie potrebbe essere un modo per inviare un segnale ad amici e nemici che Berlino sta prendendo sul serio la sicurezza.

Il BND e il BfV hanno dichiarato di non commentare le operazioni in corso. Il ministero dell'Interno non ha risposto a una richiesta di commento.

Eredità della storia

Le agenzie di intelligence tedesche sono da tempo frustrate da restrizioni più ampie su come possono agire rispetto a molte delle loro controparti in altri paesi occidentali.

In parte, si tratta di un’eredità del dominio comunista nell’ex Germania dell’Est, ampiamente considerata una delle società più sorvegliate della storia. Si stima che un tedesco dell'Est su 6,5 fosse un informatore della polizia segreta, conosciuta come Stasi.

Fonte immagine, Thierry Monasse/Getty Images

Didascalia immagine, I festaioli alla Porta di Brandeburgo celebrano il primo Capodanno in una Berlino unificata dalla Seconda Guerra Mondiale

Queste restrizioni rimangono in gran parte, anche se da allora alcune sono state allentate.

I difensori dei diritti umani vedono queste limitazioni come una cosa positiva che protegge il diritto dei cittadini alla privacy. Ma i servizi segreti lamentano da tempo di non essere in grado di agire in modo efficace a causa dei controlli sul loro comportamento.

L’anno scorso due ex capi del BND scrissero: “I servizi segreti tedeschi, in particolare il BND, soffrono ora di un controllo eccessivo”.

Alcuni nei servizi segreti vedono i recenti arresti di alto profilo come un modo per evidenziare la portata dell’infiltrazione straniera ostile in Germania – e come un’opportunità per rafforzare la loro tesi a favore di più poteri.

La portata di questa infiltrazione, dice Kiesewetter, è parte di un retaggio di “ingenuità” politica che seguì la fine della Guerra Fredda.

“Dal 1990 c'era l'idea che la Germania fosse circondata da amici.”

I leader si sono concentrati su accordi commerciali, anche con paesi autocratici come la Russia, e hanno distolto lo sguardo dalla sicurezza nazionale, ha spiegato.

“Non dormo più”

Rafael Loss del Consiglio Europeo per le Relazioni Estere è più specifico su cosa è andato storto.

L’intelligence tedesca ha completamente liquidato un’unità dedicata al controspionaggio nel 2002 sotto il cancelliere Gerhard Schröder.

“È notevole che l'intera unità di circa 60 persone sia stata completamente sciolta”, afferma Loss.

Ma le cose stanno cambiando. Negli ultimi 10 anni il personale della BfV è raddoppiato. La recente ondata di detenzioni dimostra che i servizi di intelligence stanno diventando più aggressivi in ​​un paese la cui cultura politica è stata tradizionalmente diffidente nei loro confronti.

“Tutti gli arresti mandano contemporaneamente un buon segnale ai paesi che ci spiano”, ha detto Felix Neumann della Fondazione Konrad Adenauer.

“La Germania è sveglia e non dorme più.”