Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La procura italiana chiede al giudice di processare ufficiali egiziani per l’omicidio di Regeni

I pubblici ministeri italiani hanno chiesto martedì a un giudice di deferire a processo quattro alti membri dei servizi di sicurezza egiziani per il loro sospetto ruolo nella scomparsa e nell’omicidio dello studente Giulio Regeni al Cairo nel 2016.

Regeni, uno studente laureato presso l’Università di Cambridge, è scomparso nella capitale egiziana nel gennaio 2016. Il suo corpo è stato ritrovato quasi una settimana dopo e un’autopsia ha dimostrato che era stato torturato prima della sua morte.

La polizia e gli ufficiali egiziani hanno negato qualsiasi coinvolgimento nella morte di Regeni.

I pubblici ministeri italiani ed egiziani hanno indagato insieme sul caso, ma in seguito le due parti si sono discostate e hanno raggiunto conclusioni completamente diverse.

La Procura di Roma ha accusato quattro funzionari del “grave rapimento” di Regeni e ha detto inoltre che uno di loro, il Mag. Magdy Sharif, dell’intelligence generale, dovrebbe essere accusato di “cospirazione per commettere un omicidio aggravato”.

Non è stato possibile raggiungere funzionari egiziani per un commento sull’accusa dell’accusa.

L’anno scorso i pubblici ministeri egiziani hanno affermato di “non supportare” le conclusioni italiane e hanno chiesto che le accuse contro i quattro fossero rimosse dai documenti del caso. Leggi di più

Fonti giudiziarie italiane affermano che le loro controparti egiziane non hanno fornito gli indirizzi dei quattro sospettati, e nessuno di loro dovrebbe presenziare ad alcun processo finale.

genitori

I genitori di Regeni erano in aula martedì per la seduta a porte chiuse. Non era chiaro se il giudice avrebbe emesso una sentenza prima della fine della giornata. Nessun esperimento completo dovrebbe iniziare prima delle vacanze estive.

L’udienza era inizialmente fissata il mese scorso, ma è stata rinviata perché uno degli avvocati è risultato positivo al COVID-19.

READ  Nessuno dei principali indici azionari del Gruppo dei Sette si allinea agli obiettivi climatici di Parigi

Regeni era al Cairo per condurre una ricerca sui sindacati indipendenti in Egitto per la sua tesi di dottorato. I colleghi dicono che era anche interessato al dominio dello stato e dei militari sull’economia egiziana. Entrambe le questioni sono delicate in Egitto.

I pubblici ministeri affermano di avere prove che dimostrano che Sharif ha convinto gli informatori a seguire Regeni e alla fine è stato arrestato. L’atto di accusa dice che Sharif e altri funzionari egiziani non identificati hanno poi torturato l’italiano per diversi giorni, provocandogli “gravi sofferenze fisiche”.

Fornendo i dettagli dell’autopsia, i pubblici ministeri hanno detto che i denti di Regeni erano rotti, mentre ha anche riportato fratture multiple alle spalle, al polso, alle mani e ai piedi. Alla fine è stato ucciso da un colpo al collo.

I pubblici ministeri affermano che nuovi testimoni li hanno contattati nelle ultime settimane. Due hanno riferito di aver visto Regeni durante il suo interrogatorio, mentre un terzo era a conoscenza di contatti tra un capo sindacale e le forze di sicurezza legate allo studente.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.