Maggio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il tribunale russo ritiene Putin Navalny colpevole di frode

La portavoce di Navalny, Kira Yarmush, ha detto la scorsa settimana che i pubblici ministeri avevano chiesto che fosse trasferito in una prigione di massima sicurezza perché avevano affermato che aveva commesso crimini nel campo di prigionia.

“È probabile che sarà più lontano da Mosca e gli avvocati avranno difficoltà a entrare in questa colonia e non saremo in grado di raggiungere Alexei”, ​​ha detto prima del verdetto.

“Non è una questione di libertà, è una questione di vita… Sono le stesse persone che hanno cercato di ucciderlo… Questo è ciò di cui abbiamo paura”.

Navalny è stato imprigionato l’anno scorso quando è tornato in Russia dopo aver ricevuto cure mediche in Germania dopo aver subito un attacco di tossina nervosa dell’era sovietica durante una visita in Siberia nel 2020. Navalny ha incolpato Putin per l’attacco, cosa che il Cremlino nega.

Caricamento in corso

Yarmysh ha detto che Navalny si aspettava che il tribunale di Lefortovo a Mosca emettesse una condanna completa a 13 anni di reclusione su richiesta dell’accusa, ma che il lavoro di Navalny sarebbe continuato.

“Sono assolutamente sicuro che Alexei non sarà in prigione a causa sua [an extra] 13 anni. Ha detto che lo stesso Putin non sarebbe durato così a lungo.

“E ora sappiamo come comunicare con Alexei e come può supervisionare le nostre attività dalla prigione”.

Caricamento in corso

Dopo la sua ultima udienza il 15 marzo, Navalny ha assunto un tipico tono di sfida, dicendo su Instagram: “Se la pena detentiva è il prezzo del mio diritto umano di dire le cose che devono essere dette… possono chiedere 113 anni. Lo farò non rinunciare alle mie parole o alle mie azioni”.

READ  Cinque persone sono rimaste uccise in uno scontro ferroviario con un camion nel sud dell'Ungheria

Molti dei più importanti alleati di Navalny hanno lasciato la Russia piuttosto che affrontare restrizioni o reclusione a casa.

La stessa Yaremş è in una lista di ricercati e ha lasciato la Russia l’anno scorso dopo che un tribunale ha limitato la sua libertà di movimento per 18 mesi, presumibilmente per aver violato le norme di sicurezza COVID-19.

Reuters

Ricevi una nota diretta dal nostro straniero corrispondenti Su cosa sta facendo notizia in tutto il mondo. Iscriviti alla newsletter settimanale What in the World qui.