Maggio 18, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Van der Boel se ne andò per recidere i legami familiari con il famoso monumento italiano

Van der Boel se ne andò per recidere i legami familiari con il famoso monumento italiano
Vedi tutto al meglio Insieme a Tour de France, Tour de France Femmes e altro ancora.
Van der Boel ha inciso il suo nome nella storia lo scorso anno dopo aver conquistato la vetta del Poggio, prima di tenere a bada artisti del calibro di Tadge Bokar e Woud van Aert a cinque chilometri dal traguardo.
È stata una vittoria che ha dato ulteriore significato al corridore dell'Alpecin-Deceuninck; Ciò accadde circa 62 anni dopo che suo nonno, il defunto Raymond Poulidor, salì sullo stesso palco.

Dopo quasi sei ore e mezza in sella, seguendo le orme di Poulidor, van der Boel ha vissuto una scena che un tempo sognava di replicare nella sua carriera, ma ora c'è un altro pilota in Italia che vuole emulare.

Da quando Eric Zabel ha vinto due edizioni consecutive della Milano-Sanremo nel 2001, il tedesco aveva ottenuto un'impressionante vittoria consecutiva due anni prima, nel 1997 e nel 1998.
Van der Boel ha sicuramente le qualità per ripetere l’impresa, anche se non ha lo stesso vantaggio che lo ha portato alla 300km del 2023.
Poi, il 29enne è entrato nella sua prima grande classica sia con la Strate Bianche che con la Tirreno-Adriatico al suo attivo. Questa volta, tuttavia, la Milano-Sanremo sarà l'unico assaggio di ciclismo per l'olandese al di fuori di una campagna di ciclocross dominante e del successivo titolo mondiale.
Ciononostante, le strisce iridate aiuteranno sicuramente la sua fiducia, rappresentando il primo evento di un fitto calendario primaverile che comprende la Milano-Sanremo Fiandre, l'Amstel Gold Race, la Parigi-Roubaix e la Liegi-Baston-Liegi.

Il percorso 2024, lungo 288 chilometri, parte da Pavia per la seconda volta e si conclude con un susseguirsi di montagne negli ultimi 60 km – compreso il Poggio, che ha avuto un ruolo diretto nel traguardo delle ultime sei edizioni.

Soprannominati “i sei minuti più importanti nel ciclismo”, la vittoria di van der Boel è stata del 3,7% in questo inseguimento di 3,6 km e poteva puntare di nuovo a questo obiettivo con un altro assalto contro un campo pieno di forti battitori.
Filippo Canna è un corridore che potrebbe spingere van der Boel nella cerchia dei vincitori nel 2024, un'inversione diretta del risultato dell'anno scorso; Un italiano scuote la testa mentre taglia il traguardo.
Anche se ci sono dubbi sulla forma di Khanna, visti i suoi recenti risultati, Mats Pedersen è un altro pilota.
Dopo il suo anno migliore nel gruppo professionistico, la stella del Lidl-Trek ha le capacità di arrampicata e sprint necessarie per conquistare questo particolare monumento, per non parlare del suo ingresso in Italia fresco della sua vittoria assoluta al Tour de la Provence.
Christophe Laporte (Wizma-Lease A Bike) e Matej Mohoric (Bahrain Victorious) sono altri due contendenti che potrebbero sfidarsi nel formato di un giorno, mentre Bocagar sarà supportato dai compagni di squadra degli Emirati Arabi Uniti Brandon McNulty, Tim Wellens e Marc Hirschi. .
Bocagar è arrivato quarto dopo i tiri finali dello scorso anno e, nonostante abbia vinto altri monumenti come il Giro delle Fiandre e Il Lombardia, non ha ancora avuto la Milano-Sanremo tra le mani nonostante tre tentativi.
Di conseguenza, il tentativo sloveno di porre fine alla siccità complicherà ulteriormente il procedimento per van der Poel, che ha ammesso che “ogni corridore è un monumento che un giorno vuole vincere”.

Tuttavia, van der Boel spera di trionfare nuovamente sulle strade di Sanremo, alimentato da un'altra prestazione ispirata a Poulidor che darà il tono a una stagione speciale.

READ  La famiglia di un ristoratore di Little Italy, ucciso a colpi di arma da fuoco nella festa del papà, chiede giustizia