Maggio 23, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Una piccola spinta all'economia italiana: la domanda tedesca di pasta

Una piccola spinta all'economia italiana: la domanda tedesca di pasta

BERLINO (Reuters) – Il colosso della vendita al dettaglio discount Aldi ha dichiarato giovedì che sta trasportando treni aggiuntivi pieni di pasta dall'Italia per rifornire gli scaffali dopo che gli acquirenti tedeschi hanno svuotato i negozi di beni non deperibili a causa della pandemia di coronavirus.

Aldi suede, che gestisce negozi discount nel sud della Germania, ha dichiarato in un post sul blog che i primi treni trasportavano 200 tonnellate di pasta, tra cui “molto più” di 250.000 scatole di spaghetti.

La società ha affermato che i camion sono stati utilizzati anche per portare le forniture, che sono state trasportate a Norimberga e poi distribuite a 650 negozi Aldi.

“Gli alimenti a lunga conservazione come la pasta sono richiesti ora più che mai”, ha affermato Aldi, aggiungendo che continuerà ad acquistare la pasta dal suo fornitore nella città di Nola, nel napoletano.

“Non c'è bisogno di marginalizzare la pasta”, ha detto l'azienda, usando la parola tedesca per conservazione.

Il governo tedesco e i rivenditori hanno affermato che non vi è carenza di cibo nonostante la pandemia di coronavirus, che sta causando interruzioni nel movimento transfrontaliero dei passeggeri. Le aziende e le autorità desiderano mantenere la libera circolazione delle merci.

Ma molti tedeschi – come i loro colleghi di altri paesi europei – hanno fatto scorta di pasta, carta igienica o cibo in scatola. Alcuni supermercati hanno limitato la quantità di beni che gli acquirenti possono acquistare.

L’elevata domanda in vista delle previste misure di blocco e quarantena ha fatto sì che le vendite al dettaglio tedesche a febbraio aumentassero ben oltre le aspettative, come hanno mostrato i dati ufficiali di questa settimana.

READ  I mercati europei puntano verso un'apertura più alta dopo i guadagni di Wall Street

(Segnalazione di Thomas Sithall; Montaggio di Emma Thomason)