Maggio 23, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Quante perdite ha subito la Russia in Ucraina?

Quante perdite ha subito la Russia in Ucraina?

È difficile ottenere dati accurati sul numero di vittime militari dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio 2022, per due ragioni. L’intensità dei combattimenti sul campo e il fatto che entrambe le parti tendono a tenere le carte in tasca per evitare di ferire il morale, specialmente in un momento in cui la guerra sta entrando in una nuova fase cruciale.

Il Cremlino, in particolare, è improbabile che riconosca l’alto tasso di mortalità tra le sue truppe perché farlo equivarrebbe ad ammettere che la guerra fasulla di Vladimir Putin per “denazificare” il vicino della Russia non andrebbe secondo i piani e, di fatto, sarebbe un grossolano errore di calcolo del suo leader, già sotto pressione in patria a causa di un tentativo di rivolta dei mercenari del Gruppo Wagner.

È probabile che Mosca minimizzi i propri numeri (che vengono presentati raramente) – pone la cifra ufficiale a circa 6.000 – e accusi i suoi nemici di riferire in modo disonesto contro di essa ogni volta che stime esterne indicano grandi perdite russe.

Nel frattempo, l’Ucraina pubblica un rapporto quotidiano sul sito web del Ministero della Difesa Numero totale cumulativo di personale nemico “eliminato”insieme ad altre perdite in combattimento, che ammontavano a un totale di molto superiore a 234.480 il 10 luglio.

La maggior parte delle vignette di solito si riferisce a “vittime” come l’eufemismo militare preferito, secondo il quale i combattenti morti e feriti possono essere raggruppati insieme, mentre “liquidazione” sembra significare solo uccisioni.

Gli osservatori stranieri offrono una valutazione più spassionata (se non del tutto imparziale) della situazione sul campo, che può essere ugualmente viziata dal loro distacco dalla realtà della vita in prima linea.

Il gruppo di media nazionali indipendenti Mediazone, che il Cremlino ha etichettato come “agente straniero”, sta comunque lavorando diligentemente, operando in un ambiente strettamente controllato, per presentare il numero totale delle vittime russe in Ucraina sulla base di ciò che i giornalisti possono confermare dalle informazioni pubblicamente disponibili , che pone il numero totale Attualmente a soli 27.423 al suo ultimo aggiornamento il 7 luglio.

READ  Il capo della CIA William Burns incontra i talebani in Afghanistan mentre il G7 si riunisce alla scadenza

Lavora con la BBC ma spiega: “Queste cifre non rappresentano l’effettivo bilancio delle vittime in quanto possiamo solo esaminare i rapporti pubblicamente disponibili, inclusi i post sui social media dei parenti, i rapporti sui media locali e le dichiarazioni delle autorità locali”.

“Il numero reale dei morti è molto più alto. Inoltre, il numero di soldati dispersi o catturati è sconosciuto”.

L’altra partnership di Mediazone con l’indipendente russa Meduza (ora costretta a operare da Lativa) e l’Università tedesca di Tubingen ha utilizzato i dati del governo russo per gettare una luce diversa sulla questione e ha portato il numero totale di morti russe quasi il doppio di 50.000.

Per questo numero, si sono basati su un concetto statistico popolare durante la pandemia di Covid-19 chiamato eccesso di mortalità. Attingendo a 11 milioni di record di eredità dal National Wills Registry e ai dati ufficiali sui decessi, hanno stimato che tra febbraio 2022 e maggio 2023 siano morti più uomini di età inferiore ai 50 anni rispetto al solito.

Secondo la loro analisi, nel 2022 sono stati aperti 25.000 casi di genetica in più per i maschi di età compresa tra 15 e 49 anni rispetto al previsto. Entro il 27 maggio 2023, il numero di casi in eccesso era salito a 47.000.

Discutendo i due approcci, l’editore di Mediazone Dmitriy Treshanin ha dichiarato all’Associated Press che il primo rappresentava “solo soldati che conosciamo per nome, le cui morti in ogni caso sono verificate da più fonti”.

Quanto alla seconda: “La stima che abbiamo fatto con Medusa ci permette di vedere morti ‘nascoste’, morti che il governo russo cerca ossessivamente e inutilmente di nascondere”.

READ  I turisti visitavano il “Continente perduto” senza nemmeno saperlo

I russi dispersi ma non ufficialmente riconosciuti come morti, così come i cittadini ucraini che combattono nelle unità delle repubbliche autoproclamate di Donetsk e Luhansk, non sono inclusi in queste accuse.

Una delle intuizioni più importanti finora offerte volontariamente dagli alleati dell’Ucraina, che sta guardando, è arrivata da John Kirby, un portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, che il 1° maggio ha affermato – citando informazioni recentemente declassificate – che gli Stati Uniti ritengono che il La Russia ha subito 100mila. Tra dicembre 2022 e aprile 2023, il numero delle vittime ha raggiunto i 20.000 morti e gli 80.000 feriti, dopo essere stati colti nel mezzo di una dura guerra di logoramento intorno a Bakhmut durante i gelidi mesi invernali.

“È davvero sorprendente, quei numeri”, ha detto Kirby. “È tre volte il numero di morti operative che gli Stati Uniti hanno dovuto affrontare nella campagna di Guadalcanal nella seconda guerra mondiale”.

Ciò ha fatto seguito a una stima fornita lo scorso novembre da Mark Milley, presidente del Joint Chiefs of Staff degli Stati Uniti, quando ha detto a un’udienza a New York che le vittime russe nei primi otto mesi di guerra ammontavano a “molto di più” di 100.000.

Se quel numero è accurato e aggiunto all’aggiornamento di Kirby, ciò porterebbe il totale a nord di 200.000 a questo punto, più o meno coerente con la contabilità ucraina, sebbene il Cremlino abbia inevitabilmente contestato i resoconti americani e li abbia liquidati come propaganda anti-russa.

I soldati russi marciano verso la Piazza Rossa come parte di una parata militare del Giorno della Vittoria a Mosca il 9 maggio 2023

(Alexander Zemlyanichenko/AP)

Gli Stati Uniti si sono rifiutati di stimare pubblicamente il numero di vittime ucraine, sostenendo che così facendo si tradirebbero informazioni militari sensibili e si rischierebbe di indebolire un alleato.

Tuttavia, i documenti top secret del Pentagono trapelati sui social media ad aprile indicano – se sono accurati – che la US Defense Intelligence Agency ritiene che l’Ucraina abbia subito tra i 15.500 e i 17.500 morti a quel punto e abbia visto tra i 109.000 e i 113.500 contagiati dei suoi soldati.

READ  Sia il presidente ucraino Volodymyr Zelensky che il presidente russo Vladimir Putin hanno promesso una vittoria nel 2023 in discorsi separati di Capodanno.

Quei documenti, tra l’altro, collocano la stima dell’agenzia delle perdite russe tra 189.500 e 223.000, compresi tra 35.500 e 43.000 soldati uccisi in azione e tra 154.000 e 180.000 feriti. Questo è anche coerente con altre stime viste finora.

Altrove, il ministro della Difesa norvegese, Erik Kristoffersen, ha fornito un numero simile quando ha detto alla TV2 del suo paese il 22 gennaio che credeva che la Russia avesse subito circa 180.000 morti e feriti mentre le vittime totali dell’Ucraina erano molto inferiori, più vicine a 100.000.

A febbraio, il ministero della Difesa britannico ha affermato di ritenere che tra i 40.000 ei 60.000 russi fossero stati uccisi durante la guerra.

Per le vittime civili, l’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani (OHCHR) pubblica aggiornamenti regolari delle sue statistiche basate sulle ultime informazioni di intelligence dalla zona di conflitto.

IL L’ultimo rapporto del genere Dall’Ufficio dell’Alto Commissario per i Diritti Umani pubblicato il 18 giugno 2023, che registra 9.803 civili uccisi in Ucraina dall’inizio dell’invasione 16 mesi fa e altri 15.779 feriti.

Di questi numeri, 7.072 morti e 13.001 feriti si sono verificati nel territorio controllato dall’Ucraina. Nei territori occupati dalla Russia, 2.011 persone sono state uccise e 2.778 ferite dall’inizio del tentativo di conquista lo scorso anno.

Queste ultime cifre, registrate tra il 1 giugno e il 18 giugno, aggiungono 557 vittime civili in Ucraina al totale attuale, di cui 112 morti e 445 feriti.

Tuttavia, anche in questo caso, l’Ufficio dell’Alto Commissariato per i Diritti Umani osserva che le cifre effettive rischiano di essere “significativamente superiori” a quelle che possono essere comprovate a causa dell’inevitabile ritardo nel ricevere informazioni dalle aree più contese, sottolineando il complessità di dire qualcosa di preciso sullo stato del gioco in Ucraina.