Agosto 15, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Notizie Ucraina: l’Occidente condanna lo sciopero russo al porto di Odessa

video

L’esercito ucraino ha affermato che le forze russe hanno sparato missili contro Odessa, colpendo il porto più grande del paese, il giorno dopo che i due paesi hanno firmato un accordo per riprendere il trasporto di grano.a lui attribuitoa lui attribuito…Daniel Berholak per il New York Times

Odessa, Ucraina – Una serie di esplosioni ha scosso sabato la città di Odessa, nel sud dell’Ucraina, colpendo uno dei porti più importanti del Paese meno di 24 ore dopo la firma di un accordo per garantire il transito di milioni di tonnellate di grano attraverso le rotte del Mar Nero .

Gli scioperi minacciano di minare l’accordo di facilitazione del trasporto di grano ucraino, mediato dalle Nazioni Unite e dalla Turchia, prima che l’accordo possa essere attuato. L’accordo è considerato cruciale per aumentare le forniture globali dopo che un forte calo delle esportazioni di grano dell’Ucraina ha sollevato i timori di carenza di cibo nei paesi poveri.

Il comando militare nell’Ucraina meridionale ha dichiarato sabato che le forze russe hanno sparato quattro missili da crociera Kalibr a Odessa, il porto più grande dell’Ucraina. “Le forze di difesa aerea hanno abbattuto due missili, due dei quali hanno colpito le infrastrutture del porto”, ha scritto in una dichiarazione pubblicata sulla sua pagina Facebook.

Funzionari hanno detto che era la prima volta dall’inizio della guerra che il porto di Odessa era stato preso di mira.

La condanna dell’Ucraina è stata rapida. Oleg Nikolenko, portavoce del ministero degli Esteri del Paese, ha dichiarato su Facebook che con gli scioperi il presidente russo Vladimir Putin “ha sputato in faccia” al segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres e al presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Dopo che “le due parti hanno compiuto enormi sforzi per raggiungere questo accordo”.

READ  Borse europee in calo dopo il peggioramento dell'umore economico globale

Un vice portavoce del segretario generale dell’Onu ha condannato gli scioperi, affermando in una dichiarazione che la piena attuazione dell’accordo è “inevitabile”.

Non ci sono stati commenti immediati dal Cremlino. L’attacco è arrivato un giorno prima che il ministro degli Esteri russo iniziasse un tour in Africa, dove dovrebbe cercare di incolpare l’Occidente per la carenza di cibo.

L’onda d’urto dei missili che colpivano il porto poteva essere avvertita a miglia di distanza, anche se non era chiaro esattamente dove colpissero. L’enorme porto si estende per miglia lungo la costa del Mar Nero di Odessa con imponenti granai d’argento raggruppati in diversi luoghi.

Non era chiaro a cosa stessero mirando gli scioperi e se fosse stata bombardata qualche infrastruttura per il grano. Secondo un alto funzionario delle Nazioni Unite, la Russia potrebbe non aver tecnicamente violato l’accordo, in quanto non si è impegnata a evitare di attaccare parti dei porti ucraini che non vengono utilizzate direttamente per le esportazioni di grano. Se ci fossero stati obiettivi militari nelle vicinanze, la Russia avrebbe potuto cercare di sfruttare una scappatoia.

Tuttavia, il danno sembra essere ingente e Mykola Solsky, il ministro dell’agricoltura del paese, ha affermato che gli scioperi influenzeranno gli sforzi dell’Ucraina per esportare grano.

“Se attacchi un porto, attacchi tutto”, ha detto in un’intervista telefonica. Utilizzi molte delle stesse infrastrutture petrolifere e cerealicole. Ha un effetto su tutto, non importa cosa colpisce”.

Sulsky ha aggiunto che alcune delle infrastrutture danneggiate sono “importanti per elaborare tutte le importazioni”, ma ha affermato che l’Ucraina andrà avanti come se l’accordo sul grano fosse ancora in vigore.

READ  Confindustria afferma che l'economia italiana potrebbe crescere del 6,4% quest'anno

“Capiamo che siamo ancora in guerra con la Russia”, ha detto. Il nostro accordo era con le Nazioni Unite e la Turchia, non con la Russia.

Anton Gerashchenko, consigliere del ministro dell’Interno ucraino, ha affermato che gli attacchi russi hanno causato 10 esplosioni a Odessa e che gli attacchi al porto hanno provocato un incendio.

“È così che la Russia adempie alla sua responsabilità di garantire l’esportazione sicura del grano ucraino”, ha scritto sul suo canale pubblico sull’applicazione di social network Telegram. “Ora non solo l’Occidente, ma la Cina e altri paesi su cui Putin ha contato per alleviare la pressione dalle sanzioni sanno che non puoi fidarti affatto di Putin, nemmeno un grammo”, ha aggiunto.

Venerdì, i funzionari dell’amministrazione Biden hanno espresso dubbi sul fatto che la Russia avrebbe adempiuto ai suoi obblighi di consentire il passaggio sicuro delle navi attraverso il Mar Nero.