Aprile 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L'asteroide Apophis passa vicino alla Terra nel primo incontro di questo tipo nella storia

L'asteroide Apophis passa vicino alla Terra nel primo incontro di questo tipo nella storia

La NASA ha rilanciato una missione per studiare l’asteroide “Chaos God” mentre inizia il suo avvicinamento all’orbita terrestre.

La NASA ha riportato una navicella spaziale recentemente tornata dallo spazio profondo per condurre tre studi.

La navicella spaziale OSIRIS-REx della NASA – soprannominata OSIRIS-APEX – è stata inviata per studiare un sorvolo estremamente ravvicinato dell'asteroide Apophis nel 2029, un evento del genere che “non si era verificato dagli albori della storia documentata”, ha annunciato la NASA.

La navicella spaziale è tornata sulla Terra a settembre dopo aver raccolto campioni dalla roccia spaziale di Bennu per sette anni.

Apophis, chiamato anche il “Dio del Caos”, volerà probabilmente vicino alla Terra il 13 aprile 2029. Sarà a sole 20.000 miglia di distanza, che è più vicino rispetto ad alcuni satelliti artificiali e sarà visibile nell'emisfero orientale. .

Questa roccia spaziale, larga circa 370 metri, si avvicina alla Terra ogni 7.500 anni.

La gravità terrestre influenzerà la roccia spaziale mentre si avvicina all'orbita e OSIRIS-APEX ne comprenderà le conseguenze per vedere “come cambia la sua superficie”, secondo Amy Simon, scienziata del progetto della missione.

La Terra cambia la durata del giorno su un asteroide

È probabile che gli impatti della Terra cambino la durata del giorno dell’asteroide, che attualmente è di circa 30,6 ore al giorno. Può anche innescare frane e terremoti sul Dio del Caos.

“Sappiamo che le forze di marea e l'accumulo di detriti sono processi fondamentali che potrebbero svolgere un ruolo nella formazione dei pianeti”, ha affermato in una nota Danny Mendoza Dellagiostina, ricercatore principale di OSIRIS-APEX presso l'Università dell'Arizona a Tucson.

READ  Il rover Curiosity Mars della NASA sta ancora funzionando 10 anni dopo l'atterraggio: cosa ha imparato

“Possono insegnarci come siamo passati dai detriti del sistema solare primordiale ai pianeti completi”, ha aggiunto Della Giustina. Il 13 aprile 2029, la navicella spaziale incontrerà l’asteroide di tipo S, ma non atterrerà sulla sua superficie e “operarà nelle immediate vicinanze” per i prossimi 18 mesi.

Guarda: WION ripropone i momenti di gloria dell'India: l'India fa la storia della Luna con Chandrayaan-3

La NASA ha affermato che la navicella spaziale non solo monitorerà i cambiamenti superficiali, ma mapperà anche la superficie e analizzerà la composizione chimica delle rocce.

La navicella spaziale si sposterà anche entro 16 piedi dalla superficie della roccia in modo che i suoi propulsori possano essere lanciati verso il basso per vedere cosa l'ha innescato e fornire agli scienziati una “sbirciatina al materiale sottostante”.

Sebbene la roccia sia ancora a cinque anni dall’avvicinarsi alla Terra, gli scienziati continueranno a seguirla quando farà il suo primo dei sei passaggi ravvicinati vicino al sole.

(Con input delle agenzie)