Maggio 18, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La nuova registrazione per il visto di partecipazione al Pacifico in Australia si aprirà il 3 giugno

La nuova registrazione per il visto di partecipazione al Pacifico in Australia si aprirà il 3 giugno


immagine: 123RF

Fino a 3.000 cittadini delle isole del Pacifico e di Timor Est potranno registrarsi nella nuova Australia Visto di partecipazione al Pacifico Il governo australiano ha annunciato il programma a partire dal 3 giugno.

Verrà utilizzata una votazione online per selezionare i partecipanti, che potranno poi richiedere un visto per immigrare in Australia come residenti permanenti ogni anno.

I candidati devono avere un'offerta di lavoro ufficiale in corso in Australia e soddisfare i requisiti di salute e carattere prima di ottenere un visto.

I paesi che partecipano al primo anno del programma includono gli Stati Federati di Micronesia (50), Fiji (300), Nauru (100), Palau (50), Papua Nuova Guinea (1.350), Isole Salomone (150) e Timor Est (150). 300), Tonga (150), Tuvalu (100), Vanuatu (150), con discussioni che continuano con altri partner nella regione.

“Il governo albanese sta rispettando il nostro impegno di approfondire le nostre relazioni con la regione del Pacifico e Timor Est attraverso il visto di partecipazione al Pacifico”, ha affermato il ministro degli Esteri, il senatore Penny Wong.

“L’Australia ha ascoltato e risposto agli appelli dei leader del Pacifico e noi stiamo facendo la nostra parte per portare pace, stabilità e prosperità nel Pacifico”.

Il ministro per lo Sviluppo internazionale e il Pacifico, Pat Conroy, ha affermato che il programma “dimostra l'alto valore che l'Australia attribuisce alle sue relazioni con il Pacifico e Timor Est”.

Ha detto che questo svilupperebbe la diaspora australiana del Pacifico e di Timor Est, “rafforza i legami tra i nostri popoli e incoraggia maggiori scambi culturali, commerciali, economici ed educativi con i paesi del Pacifico”.

Conroy ha aggiunto che il programma ha un “potenziale di trasformazione”, rendendo il sistema di istruzione e formazione di livello mondiale più accessibile ai nuovi residenti nell’ambito del Pacific Participation Visa.

READ  Nuove armi da miliardi di dollari per l'Ucraina, ma non c'è ancora accordo sui carri armati

“Grazie a questi impatti, e potenziando i flussi di rimesse verso i paesi del Pacifico, il programma sosterrà anche lo sviluppo economico e il benessere nella regione del Pacifico”.

Il Ministro per l’Immigrazione, la Cittadinanza e gli Affari Multiculturali, Andrew Giles, ha affermato che il nuovo programma di visti rappresenta un’opportunità per affrontare la sottorappresentanza degli isolani del Pacifico e dei cittadini timoresi nel programma di migrazione permanente dell’Australia, con meno dell’1% dei migranti permanenti attualmente provenienti dall’Australia. regione.

“Il programma è coerente con la strategia di immigrazione del governo che identifica l'approfondimento delle connessioni interpersonali tra l'Australia e la regione dell'Indo-Pacifico come una delle otto azioni chiave di riforma dell'immigrazione”, ha affermato.