Maggio 18, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La NASA ha scoperto perché la sonda Voyager 1 è rimasta bloccata per diversi mesi

La NASA ha scoperto perché la sonda Voyager 1 è rimasta bloccata per diversi mesi

Dopo mesi di invio di dati inutilizzabili al controllo della missione, c'è finalmente speranza per la navicella spaziale Voyager 1. Gli ingegneri della NASA hanno identificato la causa dietro una strana anomalia della missione e credono di poter aiutare la sonda interstellare a ritrovare un senso.

Gli ingegneri del Jet Propulsion Laboratory della NASA ritengono che la navicella spaziale Voyager 1 stesse inviando dati privi di significato a causa di danni ai dispositivi di memoria nel sistema dati di volo della navicella (FDS). “Il team sospetta che un singolo chip responsabile della memorizzazione di parte della porzione interessata della memoria FDS non funzioni”, ha affermato la NASA libri Nell'aggiornamento.

L'FDS raccoglie dati dagli strumenti scientifici della Voyager, nonché dati ingegneristici sulla salute del veicolo spaziale, e li combina in un unico pacchetto che viene inviato sulla Terra attraverso uno dei sottosistemi della sonda, l'Unità di Modulazione Telemetrica (TMU), in formato binario codice.

L'FDS e la TMU hanno difficoltà a comunicare tra loro. Di conseguenza, la TMU inviava dati al Mission Control secondo uno schema ricorrente di uno e zero. Gli ingegneri della NASA non sono del tutto sicuri del motivo per cui i dispositivi di memoria FDS vengono danneggiati; Credono che il chip sia stato colpito da una particella energetica proveniente dallo spazio o corroso dopo aver funzionato per 46 anni.

La Voyager 1 fu lanciata nel 1977, meno di un mese dopo che la sua sonda gemella, Voyager 2, iniziò il suo viaggio nello spazio. La sonda è stata lanciata nello spazio interstellare nell'agosto 2012, diventando la prima navicella spaziale a lasciare l'eliosfera.

READ  Le false tessere di vaccinazione COVID-19 preoccupano i funzionari del college

Il problema è iniziato per la prima volta nel maggio 2022, quando la sonda ha iniziato improvvisamente a trasmettere Espressione e controllo delle dichiarazioni di situazioni irrazionali (AACS).. Gli ingegneri hanno risolto il problema inviando i dati telemetrici attraverso uno degli altri computer della navicella. Nel dicembre 2023, La Voyager 1 ha ricominciato a parlare senza senso.

Il 1° marzo, il team ha inviato un “poke” al sistema dati della navicella, qualcosa che ha spinto FDS a provare diverse sequenze nel suo pacchetto software nel tentativo di identificare la sezione danneggiata. Dopo due giorni, La Voyager 1 ha inviato un segnale contenente la lettura dell'intera memoria FDSche ha aiutato il team a identificare l'origine del difetto confrontando questa lettura in memoria con una lettura precedente per cercare incoerenze nel codice.

“Utilizzando la lettura, il team ha confermato che circa il 3% della memoria FDS era danneggiata, impedendo al computer di eseguire le normali operazioni”, ha scritto la NASA nel suo aggiornamento.

Gli ingegneri sperano di risolvere il problema trovando un modo affinché FDS funzioni normalmente senza dispositivi di memoria danneggiati, consentendo alla Voyager 1 di iniziare a trasmettere dati sull'universo e continuare il suo viaggio attraverso lo spazio profondo.

Per ulteriori viaggi nello spazio nella tua vita, seguici X Un segnalibro personalizzato per Gizmodo Pagina del volo spaziale.