Febbraio 27, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il primo rinoceronte mai rimasto incinta grazie all'inseminazione artificiale in una battaglia per salvare una specie quasi estinta

Il primo rinoceronte mai rimasto incinta grazie all'inseminazione artificiale in una battaglia per salvare una specie quasi estinta
I ricercatori dicono che a unicorno È stato impregnato attraverso il trasferimento di embrioni nel primo utilizzo riuscito di un metodo che, secondo loro, potrebbe in seguito rendere possibile il salvataggio della sottospecie quasi estinta del rinoceronte bianco settentrionale.

L'esperimento è stato condotto sulle sottospecie meno a rischio di rinoceronte bianco meridionale.

I ricercatori hanno creato un embrione in laboratorio da ovuli e sperma raccolti da rinoceronti e li hanno trasferiti a una madre surrogata per un rinoceronte bianco meridionale nella riserva di Ol-Pejeta in Kenya.

Un embrione di rinoceronte bianco è stato creato in laboratorio da un ovulo e da uno spermatozoo, quindi trasferito a una madre surrogata di rinoceronte bianco del sud. (AP)
Il dottor Thomas Hildebrandt, responsabile dei progetti (a destra), tiene in braccio il feto. Si spera che la prova di concetto possa ora aprire la strada all’inseminazione artificiale del rinoceronte bianco settentrionale quasi estinto. (AP)

“Il trasferimento di embrioni e la gravidanza riuscita sono la prova del concetto e consentono (ai ricercatori) di procedere ora in sicurezza al trasferimento di embrioni di rinoceronte bianco settentrionale – una pietra angolare della missione per salvare il rinoceronte bianco settentrionale dall’estinzione”, ha affermato il gruppo in una nota. Dichiarazione di mercoledì.

Tuttavia, il team è venuto a conoscenza della gravidanza solo dopo la morte della madre surrogata a causa di un’infezione batterica nel novembre 2023.

Il rinoceronte si infettò quando le spore del ceppo Clostridium furono rilasciate dal terreno dalle acque alluvionali e il feto fu scoperto durante un esame post mortem.

Pesce a mano

Un pesce ambulante estremamente raro fa schiudere uova cruciali per la lotta contro l'estinzione

Tuttavia, gli scienziati erano ottimisti riguardo alle loro scoperte, anche se alcuni ambientalisti dubitavano che la svolta arrivasse in tempo per salvare il rinoceronte bianco settentrionale.

Un ranger raggiunge la femmina di rinoceronte bianco settentrionale Nagin, 30 anni, uno degli ultimi due rinoceronti bianchi settentrionali del pianeta, nel suo recinto nella Riserva di Ol Pejeta in Kenya. Naagin non è in grado di riprodursi normalmente. (AP)

In Africa ci sono ancora circa 20.000 rinoceronti bianchi meridionali.

Questa sottospecie, così come un’altra specie, il rinoceronte nero, si stanno riprendendo dal significativo calo della popolazione dovuto al bracconaggio per i loro corni.

Tuttavia, della sottospecie del rinoceronte bianco settentrionale sono rimasti solo due membri conosciuti nel mondo.

Nagin, 34 anni, e la sua prole Fatu, 23 anni, non sono in grado di riprodursi naturalmente, secondo la Riserva Ol Pejeta dove vivono.

L’ultimo rinoceronte bianco maschio in Sudan aveva 45 anni quando è stato soppresso nel 2018 a causa di complicazioni legate all’età.

Gli scienziati hanno conservato il suo sperma e quello di quattro rinoceronti morti, sperando di usarlo per la fecondazione in vitro con uova prelevate da femmine di rinoceronte bianco settentrionale per produrre embrioni che sarebbero poi stati trasportati da madri surrogate di rinoceronte bianco meridionale.

Alcuni gruppi ambientalisti affermano che potrebbe essere troppo tardi per salvare il rinoceronte bianco settentrionale con la fecondazione in vitro, poiché i conflitti umani hanno distrutto gli habitat naturali della specie in Ciad, Sudan, Uganda, Congo e Repubblica Centrafricana.

Gli scettici sostengono che gli sforzi dovrebbero concentrarsi su altre specie in via di estinzione che hanno maggiori possibilità di sopravvivenza.

Le femmine di rinoceronte bianco settentrionale Fatu e Najin, gli ultimi due rinoceronti bianchi settentrionali del pianeta, pascolano nel loro recinto presso la Ol Pejeta Conservancy in Kenya. (AP)

Il dottor Joe Shaw, amministratore delegato di Save the Rhino International, ha dichiarato: “La notizia del primo trasferimento riuscito di embrioni di rinoceronte è un passo entusiasmante, ma purtroppo è troppo tardi per ristabilire una popolazione vitale di rinoceronti bianchi settentrionali”.

“La nostra migliore speranza è lavorare con un gruppo di partner importanti per dare ai rinoceronti lo spazio e la sicurezza di cui hanno bisogno per prosperare in modo naturale”, ha affermato.

Il suo gruppo ha affermato che continua a incoraggiare l'allevamento naturale per aumentare il loro numero.

Ha fatto l'esempio del rinoceronte di Sumatra, di cui sono rimasti solo meno di 80 animali.