Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il primo ministro pakistano Imran Khan accusa gli Stati Uniti di sostenere una mossa per estrometterlo dal governo

Il primo ministro pakistano Imran Khan ha affermato che la mossa per rimuoverlo dal governo è stata un tentativo di cambiare il regime con il sostegno degli Stati Uniti.

Khan affronta un voto per estrometterlo domenica.

Sabato ha detto a un gruppo di giornalisti stranieri: “La mossa per cacciarmi è [a] Ingerenza palese nella politica interna da parte degli Stati Uniti”.

La Casa Bianca ha negato che gli Stati Uniti stiano cercando di rimuovere Khan dal potere dopo aver fatto accuse simili nei giorni scorsi, dicendo che il suo governo ha presentato venerdì una protesta formale all’ambasciata americana.

“Ora abbiamo fatto una mossa verso [the] In un’intervista con il canale televisivo locale ARY, Khan ha dichiarato: “Riferendosi a una nota diplomatica su quello che ha descritto come un complotto straniero per estrometterlo dal potere.

Di fronte a un rigido voto di sfiducia che potrebbe portare al suo licenziamento dopo la scissione dalla sua coalizione di governo, Khan ha detto giovedì che un paese straniero stava complottando contro di lui dopo aver visitato Mosca a febbraio.

Khan ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin a Mosca il giorno in cui le forze russe hanno invaso la vicina Ucraina.

I manifestanti bruciano la bandiera americana a terra.
Diversi attivisti di un gruppo sciita antiamericano hanno bruciato bandiere americane durante una manifestazione a Islamabad.(Reuters: Akhtar Soomro)

Parlando giovedì in un discorso televisivo a livello nazionale, Khan ha affermato che un paese occidentale non è soddisfatto della sua visita a Mosca.

Ha citato gli Stati Uniti prima di correggerli con un sorriso a “paese straniero”. Ma venerdì, Khan ha nominato gli Stati Uniti, nella sua intervista con ARY News TV.

L’ambasciata americana a Islamabad non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Membri del partito al governo pakistano hanno guidato venerdì una protesta anti-USA nella città nord-occidentale di Peshawar.

Con una mossa insolita, dozzine di esponenti del partito Tehreek-e-Insaf al potere in Pakistan, guidato da un ministro provinciale, si sono riuniti nel centro di Peshawar, cantando “Abbasso l’America!”

“Siamo usciti per sostenere Imran Khan che ha sfidato le forze capitaliste”, ha detto il ministro Timur Chagra al raduno.

READ  Il tribunale russo ritiene Putin Navalny colpevole di frode