Maggio 23, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I paesi islamici annunciano l'inizio del mese di Ramadan alla luce della guerra di Gaza Notizie sulla religione

I paesi islamici annunciano l'inizio del mese di Ramadan alla luce della guerra di Gaza  Notizie sulla religione

La celebrazione di quest'anno, per molti, è stata rovinata dalla guerra israeliana a Gaza.

I funzionari sauditi hanno avvistato la falce di luna e hanno dichiarato il mese di digiuno del Ramadan per molti degli 1,8 miliardi di musulmani nel mondo.

I funzionari hanno visto la luna domenica notte, rendendo lunedì il primo giorno del mese di digiuno, ha riferito la televisione di stato saudita.

Il mese prevede che i musulmani si astengano dal cibo e dall'acqua dall'alba al tramonto mentre riflettono più profondamente sulla loro fede e tengono riunioni di famiglia. La celebrazione di quest'anno, per molti, è stata rovinata dalla guerra israeliana a Gaza.

Dopo che i funzionari del Regno dell’Arabia Saudita, a maggioranza sunnita, hanno avvistato la luna, diversi stati arabi del Golfo, così come Iraq, Siria ed Egitto, hanno dato seguito all’annuncio per confermare che avrebbero iniziato il digiuno lunedì.

Tuttavia, alcuni paesi dell’Asia-Pacifico, come Australia, Brunei, Indonesia, Malesia e Singapore, hanno dichiarato che inizieranno il Ramadan martedì dopo non aver avvistato la falce di luna.

L'Oman, situato nell'estremo est della penisola arabica, ha annunciato che martedì inizierà il Ramadan. Martedì inizierà anche il Ramadan in Giordania.

Il Ramadan funziona secondo il calendario lunare. Le metodologie di avvistamento della Luna spesso differiscono da paese a paese, il che significa che alcuni paesi annunciano l’inizio del mese prima o dopo.

Il re saudita Salman ha fatto specifico riferimento alla guerra a Gaza nelle sue osservazioni dopo l’annuncio del Ramadan.

“Mentre siamo rattristati dall’avvento del mese di Ramadan quest’anno, e alla luce degli attacchi subiti dai nostri fratelli in Palestina, sottolineiamo la necessità che la comunità internazionale si assuma le proprie responsabilità, per fermare questi crimini brutali e fornire aiuti umanitari sicuri e corridoi di soccorso”.

READ  Le interruzioni di corrente causate dalle tempeste in Texas che hanno causato la morte di quattro persone potrebbero continuare

Il Regno dell'Arabia Saudita ha esortato i suoi fan a guardare il cielo a partire da domenica sera in preparazione all'avvistamento della falce di luna.

In Iran, che si considera il leader mondiale dei musulmani sciiti, le autorità di solito iniziano il Ramadan un giorno dopo l’inizio del Ramadan. L'ufficio del leader supremo iraniano, l'Ayatollah Ali Khamenei, ha annunciato che martedì inizierà il mese del Ramadan, secondo l'agenzia di stampa della Repubblica islamica dell'Iran.

Donne palestinesi a Gaza si offrono volontarie per preparare cibo da distribuire alle famiglie fuggite dagli attacchi israeliani e rifugiatesi nella città di Rafah, il 10 marzo 2024. [Jehad Alshrafi/Anadolu Agency]

Durante il Ramadan, le persone osservanti consumano un pasto prima dell'alba, o “suhoor”, per sostenersi durante le ore diurne, e successivamente interrompono il digiuno con “iftar”, spesso un pasto abbondante.

Durante il mese i musulmani cercano di evitare i conflitti e di concentrarsi sulle opere di beneficenza. Tuttavia, la guerra israeliana nella Striscia di Gaza incombe su molti musulmani. C'erano speranze di raggiungere un accordo di cessate il fuoco tra Israele e il movimento palestinese Hamas prima dell'inizio del Ramadan.

Secondo le autorità sanitarie palestinesi nella Striscia assediata, più di 31.000 persone sono state uccise nell’attacco israeliano a Gaza, e le agenzie umanitarie hanno avvertito di un’incombente carestia in alcune parti della Striscia di Gaza.

Hassouna Tabib Hassan, un dentista sfollato di Gaza City, a nord della Striscia di Gaza assediata, ha detto all’Agence France-Presse: “Speriamo che avvenga durante il mese del Ramadan”. [we] “Sarà nelle nostre case, ma sfortunatamente è chiaro che sperimenteremo sfollamenti, dolore e oppressione”.

Nel frattempo, anche le restrizioni israeliane sui musulmani che pregano nella moschea Al-Aqsa di Gerusalemme, il terzo luogo più sacro islamico, potrebbero aumentare le tensioni nella regione.

Palestinesi camminano davanti ai chioschi allestiti in una strada a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, il 10 marzo.
I palestinesi passano davanti ai chioschi allestiti in una strada a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, il 10 marzo 2024, mentre i musulmani si preparano per il mese sacro del Ramadan. [Mohammed Abed/AFP]