Giugno 15, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Due morti e 180 feriti durante gli scontri tra polizia israeliana e palestinesi a Gerusalemme

Gli scontri tra la polizia israeliana ei palestinesi alla moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme hanno provocato il ferimento di oltre 180 persone, con crescente rabbia per la possibilità di evacuare i palestinesi dalle loro case su terreni rivendicati dai coloni ebrei.

Medici palestinesi e polizia israeliana hanno affermato che almeno 178 palestinesi e sei agenti sono rimasti feriti negli scontri di venerdì sera alla moschea, il terzo sito islamico più sacro, e intorno a Gerusalemme est.

Un’altra rivolta è scoppiata in tutta la città venerdì, quando le forze israeliane hanno ucciso due palestinesi e ferito un terzo dopo che gli uomini hanno aperto il fuoco su una base della polizia di frontiera nella Cisgiordania occupata.

Le tensioni sono aumentate a Gerusalemme e nella Cisgiordania occupata durante il mese sacro del Ramadan, con scontri notturni nel quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est, un quartiere in cui molte famiglie palestinesi devono affrontare lo sfratto in una causa legale protratta.

Decine di migliaia di palestinesi si sono radunati nella zona collinare che circonda la moschea all’inizio di venerdì per eseguire le preghiere.

Molti sono rimasti sul posto per protestare contro gli sfratti nella città, che è il cuore del conflitto israelo-palestinese.

La Corte Suprema israeliana terrà un’udienza sugli sfratti di Sheikh Jarrah lunedì, lo stesso giorno in cui Israele celebra il Jerusalem Day, la celebrazione annuale della sua occupazione di Gerusalemme Est durante la guerra in Medio Oriente del 1967.

I coloni israeliani stanno cercando di acquisire proprietà nel quartiere, il che ha portato a una lunga battaglia legale.

Palestinesi d'Israele
La polizia di frontiera israeliana arresta un manifestante palestinese durante gli scontri con i manifestanti a Gerusalemme est.(

AFP: Mahmoud Elyan

)

Il servizio di ambulanza della Mezzaluna Rossa palestinese ha detto che 88 dei palestinesi feriti sono stati portati in ospedale dopo essere stati colpiti da proiettili di metallo rivestiti di gomma.

La Mezzaluna Rossa ha detto che uno dei feriti ha perso un occhio e due hanno riportato ferite gravi alla testa e mascelle rotte.

Una portavoce della polizia ha detto che i palestinesi hanno lanciato pietre, fuochi d’artificio e altri oggetti contro gli agenti e che alcuni dei sei feriti avevano bisogno di cure mediche.

“Risponderemo con forza a qualsiasi disturbo violento, sommossa o danno ai nostri ufficiali, e lavoreremo per trovare i responsabili e assicurarli alla giustizia”, ​​ha detto la portavoce.

Scontri israeliani e palestinesi
Un agente di polizia israeliano osserva gli scontri tra le autorità ei manifestanti palestinesi dall’area vicino a Bab al-Amud alla Città Vecchia di Gerusalemme.(

AFP: Mahmoud Elyan

)

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha affermato di “ritenere (Israele) responsabile degli sviluppi pericolosi e degli attacchi peccaminosi a cui la Città Santa sta assistendo”, e ha invitato il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a tenere una sessione urgente su questo tema.

Venerdì gli Stati Uniti e le Nazioni Unite hanno chiesto calma e moderazione, mentre altri, tra cui l’Unione europea e la Giordania, hanno espresso preoccupazione per le possibili evacuazioni.

Reuters / Associated Press

READ  Lo Sri Lanka deve affrontare il peggior inquinamento costiero della storia causato dall'incendio di una nave