Novembre 29, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un hotel plastic-free a misura di ape in Toscana per la tua prossima vacanza in Italia

Dalla terrazza ombreggiata del bar della piscina, gli ospiti Località Castellolfi Il lussureggiante paesaggio del giardino di 2700 acri dell’hotel si affaccia sul castello medievale restaurato nel villaggio vicino.

Soggetto a una ristrutturazione estetica e sostenibile, il resort a cinque stelle apre le sue porte ai visitatori estivi con un impressionante elenco di attività in un nuovo design d’interni elegante e uno straordinario ambiente naturale.

Castellolfi è equidistante tra le profonde città d’arte fiorentine e senesi della campagna toscana. Il complesso ospita un albergo di recente costruzione con 120 camere, un centro benessere e due piscine, situato sulla strada dal borgo storico di Castellolfi.

Il borgo, caduto in rovina due decenni fa, è stato completamente restaurato e le sue case vendute a nuovi residenti. Insieme, l’hotel e il villaggio hanno ville in affitto intorno alla tenuta, offrendo agli ospiti un assaggio della lussuosa vita toscana e sottolineando l’ecocompatibilità.

Resort senza plastica

Hotel come Castelfalfi soddisfano i viaggiatori attenti al clima poiché l’industria dei viaggi vuole ridurre la propria impronta di carbonio.

In linea con il suo protocollo verde, quest’anno il resort ha rimosso solo la plastica usa e getta da hotel, ristoranti e altre funzioni. Nelle stanze, ad esempio, i servizi igienici sono in tubi di alluminio e tutti i contenitori per bevande sono in vetro. Tutte le posate usa e getta sono realizzate con legno riciclato.

L’impianto idrico del resort è interamente all’interno della tenuta. Fornisce sistemi di approvvigionamento idrico per alloggi, ristoranti, piscine e campi da golf. Il campo da golf stesso è certificato Geo, il che significa che soddisfa i più elevati standard di coerenza.

La tenuta è completamente naturale e non sono stati utilizzati pesticidi o erbicidi chimici sui vasti ettari di vigneti e uliveti.

È attualmente in atto una centrale elettrica per generare elettricità per la tenuta da trucioli di legno e noccioli di olivo ed è in costruzione un nuovo impianto solare, che consentirà presto di fornire elettricità priva di emissioni di carbonio.

Un hotel immerso nella natura

Anche quando i vacanzieri sono all’interno dell’edificio dell’hotel, non sono lontani dalla natura. Dall’elegante foyer in stile metà secolo, gli ospiti possono uscire nell’ampia terrazza, affacciata sulla vista mozzafiato dell’aspra campagna toscana. L’Agro Wine Bar dispone di lettini imbottiti sull’erba e adagiati su una terrazza rivestita in pietra con divani.

Ma il resort vuole attirare gli ospiti al centro del paesaggio. La zona agricola della tenuta è in prima linea per esperienza a Castellolfi. Diego Mucchini, il gestore dell’azienda, porta i visitatori a vedere i vigneti in fase di espansione, dove vengono prodotti i vini dell’hotel. Gli ospiti possono partecipare alla degustazione di sei vini, tra cui il Chianti Riserva DOCG ottenuto al 100% da uve Sangiovese e il loro vino principale, il Poggio alla Fame.

I prodotti dell’azienda vengono serviti in otto ristoranti del resort, tra cui l’informale Trattoria il Rosmarino in paese, l’elegante ristorante La Via del Sale all’interno dell’hotel e il ristorante stellato La Rocca situato nel castello medievale.

Esperienza amica delle api

Castellfulfi offre agli ospiti un elenco indescrivibile di attività disponibili per avvicinarsi alla natura. Oltre al più grande campo da golf con 27 buche della Toscana, il resort ha aperto un parco avventura con tiro con l’arco e un campo arboreo. Gli esperti di sopravvivenza Adam e Rocky insegnano ai visitatori come costruire rifugi nei boschi vicini e come accendere un fuoco.

La tenuta ha anche una colonia di api. Due apicoltori che lavorano come architetti si prendono cura delle api nel tempo libero e accompagnano gli ospiti a conoscere le api e ad assaggiare il loro miele. Il resort garantisce che non vengano utilizzati pesticidi dannosi per la colonia.

Gli ospiti possono pescare sul lago, fare escursioni, fare escursioni su quattro corsie o fare yoga sulla terrazza dell’hotel.

Il resort e il villaggio sono completamente aperti al pubblico, quindi tutte le attività sono disponibili anche per chi non soggiorna in hotel. Come sottolinea il direttore dell’hotel Isidoro de Franco, l’idea è quella di dare agli ospiti la sensazione di un vero villaggio toscano piuttosto che di un resort di ingresso.

READ  Procida: Come festeggia il suo status 2022 la prima isola culturale d'Italia?