Agosto 5, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

SpaceX punta al lancio orbitale di Starship a luglio nonostante le revisioni normative

Il presidente di SpaceX, Gwen Shotwell, ha affermato che la società sta “lanciando a luglio” per il primo lancio orbitale della navicella spaziale Starship della società, nonostante manchi delle necessarie approvazioni normative per tale lancio.

Parlando all’International Space Development Conference (ISDC) della National Space Society il 25 giugno, Shotwell ha affermato che la società sta portando avanti i piani per un volo orbitale che includerà il booster Super Heavy e l’astronave dal sito di test di Boca Chica dell’azienda.

“Ci stiamo dirigendo verso il nostro primo tentativo orbitale in un futuro non troppo lontano. Stiamo girando per luglio”, ha detto. “Spero di riuscirci, ma sappiamo tutti che è dura. Siamo davvero sul punto di far volare questo sistema, o almeno di tentare il primo volo orbitale di questo sistema, a brevissimo termine”.

L’ultima volta che SpaceX ha pilotato un prototipo di astronave il 5 maggio, Lo SN15 ha volato a un’altitudine di 10 km prima di riuscire ad atterrare, una pietra miliare che è sfuggita a quattro precedenti prototipi nei test tra dicembre 2020 e marzo 2021. Sebbene SpaceX inizialmente sembrava stesse pianificando un secondo volo suborbitale per quell’imbarcazione, ha invece spostato l’imbarcazione fuori dalla rampa di lancio. Un altro prototipo di Starship, la SN16, è rimasto nel sito di produzione.

Da allora, SpaceX ha rivolto la sua attenzione alla preparazione del suo primo volo di prova orbitale. In archivio presso la Federal Communications Commission il 13 maggio, Seleziona il piano di volo SpaceX per la missione, a partire dal decollo da Boca Chica. La navicella Super Heavy atterrerà nel Golfo del Messico al largo di Boca Chica, mentre la navicella andrà in orbita ma tornerà dopo meno di un’orbita, atterrando a 100 chilometri a nord-ovest dell’isola hawaiana di Kauai.

READ  E se il buco nero al centro della Via Lattea fosse in realtà un grumo di materia oscura?

La domanda di licenza prevedeva che il viaggio si sarebbe svolto in un periodo di sei mesi a partire dal 20 giugno. Tuttavia, l’Ufficio del trasporto spaziale commerciale della FAA non ha ancora emesso un’autorizzazione al lancio per lanciare l’astronave/Super Heavy da Boca Chica. L’attuale licenza della compagnia copre i voli suborbitali dell’astronave.

Come parte del processo di autorizzazione, la FAA sta conducendo un’analisi ambientale dei lanci da Boca Chica. L’agenzia ha dichiarato a novembre che la dichiarazione di impatto ambientale originale del sito, che è stata preparata nel 2014 quando SpaceX stava considerando di lanciare i razzi Falcon 9 e Falcon Heavy, non era applicabile a veicoli spaziali/Super Heavy molto più grandi. Alcuni gruppi ambientalisti hanno criticato il permesso a SpaceX di lanciare veicoli Starship da Boca Chica utilizzando lo studio ambientale originale.

Questa valutazione deve essere completata prima che la FAA possa rilasciare una licenza a SpaceX per i voli Starship/Super Heavy. La valutazione potrebbe concludere che questi rilasci non avrebbero un impatto significativo o che erano necessarie alcune misure di mitigazione per consentire tali rilasci. Si può anche concludere che è necessaria una dichiarazione di impatto ambientale più dettagliata, che ritarda una decisione sulla concessione di licenze.

La FAA non ha fornito un aggiornamento sullo stato della valutazione ambientale, che includerà la pubblicazione di una bozza per il commento pubblico prima della versione finale. È improbabile che questo processo avvenga in tempo per supportare il lancio nel prossimo futuro.

Shotwell non ha menzionato il processo di licenza e la revisione ambientale nei suoi commenti al briefing all’ISDC, dove stava accettando un premio dall’organizzazione. Più tardi nelle sue dichiarazioni, ha affermato che il tentativo di lancio orbitale è stato il prossimo grande test dell’astronave. “Non voglio mai anticipare le date perché continueremo a svilupparci, ma molto presto”, ha detto.

READ  La perseveranza di guida autonoma della NASA sul Mars Rover "prende il volante"

Shotwell si è detta anche “molto entusiasta” dei progressi del programma Starlink. Ha detto che SpaceX avrà una copertura globale completa una volta che tutti i satelliti lanciati finora raggiungeranno le loro orbite operative. SpaceX ha lanciato il suo ultimo lotto di satelliti Starlink il 26 maggio.

“Circa sei settimane circa da oggi, avremo una copertura globale completa e continuativa con il gruppo Starlink, che dovrebbe aiutare le persone che sono meno servite o meno a ottenere la banda larga”, ha affermato.