Agosto 7, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Qual è la disputa tra Cina e Taiwan? L’Australia riconosce Taiwan? Rispondi alle tue domande di base

Ultimamente abbiamo sentito molto parlare di tensioni tra Cina e Taiwan.

È una situazione complessa che deve essere accelerata, ma ti abbiamo coperto.

Taiwan è un paese?

Non è una domanda stupida e ha una risposta complicata.

La Cina, ovvero la Repubblica popolare cinese, considera Taiwan una provincia separatista.

Molti taiwanesi considerano la loro isola autonoma un paese separato.

In aggiunta alla confusione, Taiwan è chiamata Repubblica Cinese (ROC).

Mappa che mostra Cina e Taiwan con le rispettive bandiere sul loro territorio
Taiwan è separata dalla Cina continentale. (Notizie ABC: GFX / Jarrod Fankhauser)

Qual è la disputa tra Cina e Taiwan?

Nel 1927 scoppiò una guerra civile in Cina e i combattimenti furono tra le forze nazionaliste e comuniste.

Questa guerra essenzialmente si fermò quando la Cina combatté l’invasione giapponese nella seconda guerra mondiale, ma riprese una volta finita.

Nel 1949, il Partito Comunista Cinese fondò la Repubblica popolare cinese e stabilì Pechino come sua capitale.

Le forze nazionaliste si ritirarono a Taiwan e spostarono la capitale della Repubblica di Cina a Taipei. Lo seguirono circa 1,2 milioni di persone dalla terraferma.

Molti paesi, inclusa l’Australia, hanno riconosciuto Taipei come capitale della Cina per altri due decenni.

Ma nel 1971 passarono le Nazioni Unite Risoluzione per riconoscere Pechino e la Repubblica popolare cinese.

A questo punto, la maggior parte dei paesi del mondo ha seguito l’esempio.

Tuttavia, le autorità di Taiwan affermano ancora di essere il governo legittimo di tutta la Cina nella Costituzione della Repubblica di Cina.

Ma… Taiwan è una massa di terra separata dalla Cina?

C’è stata una lunga e complessa storia di rivendicazioni territoriali su Taiwan, che era sotto il dominio cinese dall’inizio degli anni 1880 fino al 1895.

Fu ceduto all’Impero del Giappone nel Trattato di Shimonoseki dopo la sconfitta della dinastia Qing nella prima guerra sino-giapponese.

Ma quando il Giappone perse la seconda guerra mondiale, Taiwan cadde sotto il controllo cinese.

Quindi, quando le forze nazionaliste si ritirarono a Taiwan, faceva parte della Cina.

L’Australia riconosce Taiwan?

Non ufficialmente.

La posizione dell’Australia è Taiwan Non un paese sovrano.

Nel 1972, l’Australia ha firmato una dichiarazione congiunta con la Repubblica popolare cinese riconoscendo la Repubblica popolare cinese come l’unico governo legittimo della Cina.

In tale dichiarazione, l’Australia ha riconosciuto la posizione della Repubblica popolare cinese secondo cui Taiwan era una provincia della Repubblica popolare cinese.

Ciò ha costituito la base della “politica della Cina unica” del governo federale, il che significa che l’Australia non considera le autorità taiwanesi lo status di governo nazionale.

Tuttavia, l’Australia ancora “sostiene fortemente” i legami economici e culturali con Taiwan su base informale.

Quanto dista Taiwan dalla Cina?

Circa 180 km.

Questa è all’incirca la larghezza dello Stretto di Taiwan, ma nel punto più stretto è larga circa 130 chilometri.

Qual è il confine tra Taiwan e la Cina?

Iniziamo con Area di identificazione della difesa aerea di Taiwan (ADIZ).

I paesi pubblicizzano queste aree come un modo per aggirare potenziali minacce militari, poiché le autorità richiedono agli aerei di identificarsi se entrano in quell’area.

Queste aree sono generalmente molto più grandi dei confini statali.

L’autodichiarato ADIZ di Taiwan si estende su gran parte della Cina, ma questa parte non è riconosciuta dalle forze armate statunitensi.

Mappa che mostra le zone di identificazione della difesa aerea nella Cina orientale.  Taiwan va dalla parte della Cina.
La linea gialla mostra la regione ADIZ di Taiwan, dove le linee tratteggiate indicano le regioni non riconosciute dagli Stati Uniti. (US Naval War College)

poi lì Linea intermedia dello Stretto di Taiwan.

Questo è circa a metà strada tra la Cina e Taiwan nello Stretto di Taiwan.

Potresti anche sentire qualcosa sul concetto Lo spazio aereo di Taiwan e riferimenti sull’attività all’interno 12 miglia nautiche dalle sue spiagge.

Questo perché, secondo Standard fissato dalla legge del marelo spazio aereo di un paese è l’area direttamente al di sopra delle sue acque territoriali che si estendono per 12 miglia nautiche al largo della costa.

Ma un analista senior della difesa ha detto al corrispondente dell’Asia orientale della ABC Bill Bertels colui il qualeE il Tradizionalmente, non sono solo 12 miglia nautiche a definire le acque territoriali.

La Cina “ha capito da tempo che deve rimanere ad almeno 30 miglia nautiche da Taiwan, altrimenti rischia uno scontro”, afferma Bertels.

Perché la visita di Nancy Pelosi a Taiwan è stata così importante?

In qualità di presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi è uno dei massimi funzionari americani, con il presidente Joe Biden e il vicepresidente Kamala Harris su di lei.

È la visitatrice statunitense con il punteggio più alto a Taiwan in 25 anni.

Nancy Pelosi in tuta bianca e maschera bianca che cammina tra la folla.
La visita di Pelosi a Taipei è stata vista come una provocazione dalla Cina. (Reuters: Ann Wang)

Non ci sono relazioni diplomatiche formali tra gli Stati Uniti e Taiwan, ma la legge statunitense è obbligata a fornirgli i mezzi per difendersi.

Ma l’impegno dell’America nei confronti di Taiwan è deliberatamente ambiguo e nessuno è davvero sicuro di cosa farebbero gli Stati Uniti se la Cina invadesse effettivamente l’isola.

“La nostra delegazione è venuta a Taiwan per chiarire inequivocabilmente che non abbandoneremo Taiwan”, ha affermato Pelosi.

La Cina ha visto la visita di Pelosi come un sostegno alla ricerca dell’indipendenza formale di Taiwan dalla Cina.

La portavoce del ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying, ha affermato che il viaggio è stata una “provocazione e violazione della sovranità e dell’integrità territoriale della Cina”.

La Cina invaderà Taiwan?

Jean Théophile Dreyer, specializzato in politica cinese all’Università di Miami, non la pensa così.

Ha detto che la Cina “farebbe molto rumore” e forse imporrebbe un divieto all’importazione di merci taiwanesi, ma le cose andrebbero in discesa.

“Dopo che le urla saranno finite, noterai una calma graduale.

“La situazione non tornerà mai alla normalità, non importa quanto sia normale, ma sicuramente andrà via”.

L’analista della difesa Bill Bertels non crede che aerei e navi cinesi andranno in un’area sensibile di 30 miglia nautiche a Taiwan durante le esercitazioni militari:

“Ma se lo faranno, l’esercito di Taiwan si è già impegnato a rispondere e a proteggere la propria sovranità.

“Saranno davvero due giorni snervanti per tutti qui a Taiwan, solo per vedere fino a che punto l’esercito cinese di Xi Jinping spinge le cose”.

Ma vale la pena notare che la Cina non ha mai riconosciuto il governo di Taiwan e ha fissato la scadenza del 2049 per l’unificazione della terraferma con l’isola.

ABC con filo

READ  Il Papa attacca i cardinali negazionisti del vaccino