Maggio 19, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Nikki Haley vince la sua prima vittoria alle primarie repubblicane a Washington, D.C. | Nikki Haley

Nikki Haley vince la sua prima vittoria alle primarie repubblicane a Washington, D.C. |  Nikki Haley

Nikki Haley ha ottenuto la sua prima vittoria alle primarie repubblicane del 2024, vincendo il voto nel Distretto di Columbia.

Haley, l'unico concorrente rimasto di Donald Trump, ha ricevuto il 62,9% dei voti, contro il 33,2% ottenuto dall'ex presidente. Haley riceverà 19 delegati dalla sua vittoria, un piccolo numero dei 1.215 delegati necessari per ottenere la nomination del partito.

La sua campagna affermava che vincere a Washington rende Haley la prima donna a vincere le primarie repubblicane nella storia degli Stati Uniti.

“Non sorprende che i repubblicani più vicini alle disfunzioni di Washington respingano Donald Trump e tutto il suo caos”, ha detto in una nota Olivia Perez Cubas, portavoce della campagna di Haley.

Haley deve ancora affrontare probabilità quasi impossibili nel suo tentativo di vincere la nomination repubblicana per competere contro Joe Biden a novembre. Trump ha vinto i primi otto concorsi per le nomination con ampi margini.

I sondaggi mostrano che l’ex presidente dovrebbe vincere quasi tutte le prossime elezioni.

Sabato Trump ha scelto tutti i 39 delegati alla convention del Partito repubblicano del Michigan. Martedì quindici stati terranno le elezioni primarie, che dovrebbero rafforzare la posizione di Trump come candidato repubblicano.

Nonostante le sue continue sconfitte, Haley ha detto che sarebbe rimasta in corsa almeno durante quelle gare, anche se ha rifiutato di nominare le primarie che si sentiva sicura avrebbero vinto. Dopo la sconfitta della scorsa settimana nel suo stato natale, la Carolina del Sud, Haley è rimasta fermamente convinta che gli elettori nei seguenti luoghi meritino un’alternativa a Trump, nonostante il suo dominio finora nella campagna elettorale.

READ  Non quello che pensi
Nikki Haley saluta il generale di brigata dell'esercito in pensione Don Bolduc dopo essere stato presentato a un evento elettorale a Portland, nel Maine. Fotografia: Joel Page/Reuters

Haley ha tenuto una massiccia manifestazione nella capitale della nazione venerdì prima di tornare nella Carolina del Nord e in una serie di stati che hanno tenuto le primarie il Super Tuesday.

Mentre pronunciava il suo consueto discorso elettorale, criticando Trump per la gestione del deficit federale, un membro del pubblico ha gridato: “Non può vincere le elezioni generali. È pazzo”. Ciò ha suscitato l’approvazione di Haley, che afferma di poter privare Biden di un secondo mandato, ma Trump non potrà farlo.

Washington è una delle giurisdizioni più democratiche del paese, con solo circa 23.000 repubblicani registrati nella città. La città ospita anche un gran numero di dipendenti federali che gli alleati di Trump hanno promesso di licenziare in massa e sostituire con lealisti se vincerà a novembre.

“Mentre Nikki è stata categoricamente respinta nel resto d'America, è appena stata incoronata Regina della Palude da lobbisti e addetti ai lavori di Washington che vogliono proteggere uno status quo in fallimento”, ha detto in una nota la portavoce della campagna di Trump, Carolyn Levitt.

Questa non è la prima volta che i repubblicani a Washington DC rifiutano Trump. Durante l’ultima competizione per la nomina repubblicana nel Distretto di Columbia, nel 2016, Trump ha ricevuto meno del 14% dei voti e nessun delegato, anche se ha vinto la nomination a livello nazionale.

Hanno contribuito a questo rapporto l'Associated Press e la Reuters