Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Lee Anderson rifiuta di scusarsi per le accuse degli islamisti nei confronti di Sadiq Khan

Lee Anderson rifiuta di scusarsi per le accuse degli islamisti nei confronti di Sadiq Khan
  • Scritto da Kate Whannell
  • Corrispondente politico, BBC News

Commenta la foto,

L'EX minatore Lee Anderson si è unito al Partito conservatore dopo aver lavorato in precedenza per un deputato laburista

L'ex vice leader del Partito conservatore Lee Anderson ha detto che le sue parole erano goffe, ma ha rifiutato di scusarsi per aver suggerito che Sadiq Khan fosse controllato dagli islamisti.

Anderson è stato sospeso dalla carica di deputato conservatore dopo i suoi commenti, che secondo lui sono stati fatti per frustrazione nei confronti del comportamento del sindaco di Londra.

Rishi Sunak ha descritto i commenti del deputato di Ashfield come sbagliati, ma ha evitato di dire se li ritiene anti-islamici.

Sir Keir Starmer ha detto che al Primo Ministro manca la “spina dorsale” per eliminare l'islamofobia.

Il leader laburista ha detto ai giornalisti: “Questo è davvero fondamentale. L'islamofobia è qualcosa a cui ogni leader politico dovrebbe gridare, e il Primo Ministro non lo fa perché è troppo debole”.

La disputa è stata innescata dai commenti fatti da Anderson durante una discussione su GB News venerdì pomeriggio.

“In realtà non penso che gli islamisti abbiano preso il controllo del nostro paese, ma quello che penso è che hanno preso il controllo di Khan, hanno preso il controllo di Londra, hanno preso il controllo di Londra”, ha detto Anderson. Anche Starmer.»

In seguito ha aggiunto: “Le persone vengono a migliaia, fanno tutto ciò che vogliono e si prendono gioco della nostra polizia. Ciò è dovuto a Khan. Ha dato il nostro capitale ai suoi colleghi”.

Il signor Anderson stava rispondendo Articolo del Daily Telegraph Scritta dall’ex ministro degli Interni Suella Braverman, ha affermato: “La verità è che ora sono al potere gli islamisti, gli estremisti e gli antisemiti”.

Braverman ha detto che gli islamisti “hanno maltrattato i laburisti” per la loro posizione sulla guerra a Gaza, e che alcune persone che hanno partecipato alle marce filo-palestinesi avevano legami con gli islamisti.

In una dichiarazione rilasciata a GB News – che impiega il parlamentare come emittente televisiva – Anderson ha detto: “Quando pensi di avere ragione, non dovresti mai scusarti perché farlo sarebbe un segno di debolezza”.

“Le mie parole potrebbero essere state goffe, ma le mie parole erano dettate dalla pura frustrazione per ciò che sta accadendo alla nostra bellissima capitale”.

In un'intervista al canale, Anderson ha poi affermato di ritenere che il Partito conservatore “avrebbe potuto darmi più sostegno”, avendo mostrato “un po' di rimorso”.

Ha detto che le proteste filo-palestinesi fuori dal Parlamento e le minacce ai parlamentari hanno dimostrato che Khan ha “perso il controllo della città”.

Ha insistito che i suoi commenti “non erano affatto razzisti” e ha detto che non si sarebbe scusato con il signor Khan “mentre sto respirando sul mio corpo”.

Quando gli è stato chiesto se avrebbe aderito al Partito riformista britannico di destra, l’ex consigliere laburista ha rifiutato di commentare, ma ha detto che era “in viaggio politico”.

Quando gli è stato chiesto se sarebbe stato il candidato del Partito conservatore alle prossime elezioni, Anderson ha detto: “Non è il mio genere… ma mi candiderò alle prossime elezioni”.

Parlando ai giornalisti lunedì, Sunak ha detto che la scelta delle parole di Anderson “non era accettabile, è stato un errore, ecco perché la frusta è stata sospesa”.

Secondo lui i parlamentari “non devono” sollevare il dibattito “in modo dannoso per gli altri”.

Il primo ministro ha anche negato l'esistenza di tendenze anti-islamiche nel suo partito.

“Non dovrebbe essere difficile criticare commenti che sono inequivocabilmente ignoranti, parziali e razzisti. Eppure quelli ai vertici del governo conservatore si rifiutano ostinatamente di farlo.”

Commenta la foto,

Sadiq Khan ha detto che i commenti di Lee Anderson dovrebbero essere descritti come anti-Islam

Il deputato conservatore Rehman Chishti, musulmano, ha chiesto al primo ministro di nominare un consigliere indipendente sull’islamofobia, una posizione vacante da giugno 2022.

Ha detto alla BBC che Sunak “non è riuscito a impegnarsi” con lui nella lotta all’islamofobia, e ha “genuine preoccupazioni in relazione al giudizio del Primo Ministro su queste questioni”.

Nel 2019, il Partito conservatore ha avviato un'indagine su come il partito ha gestito le accuse di discriminazione, a seguito di accuse di comportamento islamofobico.

Il rapporto ha trovato prove di opinioni anti-musulmane a livello di associazioni e individui locali, ma ha affermato che le prove non supportano le accuse di “razzismo istituzionale”.

“Aree riservate”

Interrogato sui commenti di Anderson alla BBC Radio Londra, Paul Scally, un deputato conservatore – ed ex ministro di Londra – ha espresso preoccupazione per il fatto che alcuni luoghi come parti di Tower Hamlets a Londra e Sparkhill a Birmingham stiano diventando necessarie “zone interdette”. “per trattarlo.”

Ha detto: “Lee tende a tirare dal fianco. A volte va troppo oltre. Questa è un'occasione in cui è andato troppo oltre”.

La deputata laburista di Birmingham Jess Phillips ha esortato Scully a scusarsi per i suoi commenti su Sparkhill, che ha descritto come “assolute sciocchezze”.

Andy Street, sindaco conservatore delle West Midlands, ha dichiarato: “L'idea di una no-go zone a Birmingham è nuova per me, e sono sospettoso nei confronti delle brave persone di Sparkhill. È davvero giunto il momento per quelli di Westminster di smetterla con le calunnie e gli esperimenti vuoti”. Il mondo reale.”

Il portavoce ufficiale del Primo Ministro ha detto che Sunak non è d'accordo con i commenti di Scully, aggiungendo: “Il Primo Ministro ha già parlato in precedenza del valore delle società molto diverse e delle società che abbiamo nel Regno Unito”.

“Ci sono aree dove c’è una piccola minoranza di persone che mette a disagio le persone perché non appartengono alla loro religione o cultura, e che interpretano male la loro fede”, ha detto.

Il signor Scully ha aggiunto: “Se ho parlato in modo errato o ho causato turbamento, mi scuso”.

READ  Le donne chiedono una discussione più aperta su questo importante cambiamento di vita come un modo per porre fine allo stigma sul lavoro