Marzo 4, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le uniche foto scattate a Venere sono molto spaventose

Le uniche foto scattate a Venere sono molto spaventose

Scritto da aprile Ryder | pubblicato

Tuttavia è certamente difficile ottenere immagini di Venere Avviso scientifico “Le immagini che abbiamo raffigurano un pianeta molto pericoloso e strano”, spiega. Sebbene Venere sia molto simile alla Terra per dimensioni, composizione e densità, la seconda roccia dal Sole è tutt’altro che sicura o abitabile per la vita umana.

La superficie di Venere è strettamente avvolta da un’atmosfera di gas tossici e nubi acide. La temperatura media sulla superficie di Venere è di circa 464 °C (867 °F) e la pressione atmosferica del pianeta è circa 100 volte maggiore di quella terrestre.

Venera 7 è stata la prima sonda spaziale a effettuare con successo un atterraggio morbido su un altro pianeta.

Senza protezione, gli esseri umani non durerebbero più di pochi secondi sul pianeta senza esplodere o bruciare. Grazie all’atmosfera densa e tossica di Venere, l’effetto serra ha preso il sopravvento, creando un luogo molto ostile che è anche difficile da esplorare adeguatamente per gli esseri umani.

Superficie di Venere dall’Agenzia spaziale russa

Nel corso degli anni, sono state rilasciate solo una manciata di immagini da Venere, e l’ultima volta che l’Unione Sovietica ha scattato quelle immagini è stata tra il 1961 e il 1984. I sovietici gestivano un programma spaziale chiamato Venera il cui obiettivo principale era esplorare la superficie del pianeta. Venere.

Il programma è stato considerato un chiaro successo dopo aver inviato 16 diverse sonde sul misterioso pianeta e aver fatto atterrare otto delle 16 sonde sulla superficie di Venere. Venera è stato il primo programma ad entrare con successo nell’atmosfera di un altro pianeta nel 1966 e nel 1970 Venera 7 è stata la prima sonda spaziale in assoluto a realizzare un atterraggio morbido su un altro pianeta.

READ  "Stavamo andando fuori di testa" - Gli scienziati esplorano il Colosseo dei dinosauri

Delle otto sonde atterrate con successo sulla superficie di Venere, Venera 12 è stata quella che è sopravvissuta più a lungo prima di essere distrutta dalle condizioni ostili del pianeta. Venera 12 è durata circa due ore prima di schiantarsi anch’essa.

Sebbene Venere sia molto simile alla Terra per dimensioni, composizione e densità, la seconda roccia dal Sole è tutt’altro che sicura o abitabile per la vita umana.

Venera 9, 10, 13 e 14 sono stati in grado di scattare immagini panoramiche di Venere mentre si trovavano sulla superficie del pianeta. Venera 13 e 14 sono riusciti anche a catturare il suono mentre esploravano la sfera misteriosa. Il video e l’audio del pianeta sono certamente alla pari con quelli che potresti vedere in un film di fantascienza.

Le prime immagini di Venere furono scattate nel 1975 e le immagini prodotte erano inferiori agli standard rispetto alle immagini odierne. Tuttavia è facile notare che la superficie è molto rocciosa e desolata. Nel 1982, Venera 13 ha scattato alcune delle immagini di migliore qualità della superficie di Venere, mostrando anche il minaccioso colore giallo che ricopre il pianeta.

Immagine scattata da Vanera 13 fornita dall’Agenzia spaziale russa

Venere deve il suo colore dorato alla luce del sole filtrata attraverso le nubi tossiche che ricoprono la superficie del pianeta. Quando la Brown University ha eseguito miglioramenti dell’immagine e ulteriori elaborazioni su vecchi filmati raccolti dalle sonde Venera, ha rivelato che le rocce e lo sporco che compongono la superficie di Venere hanno un colore grigio scuro.

Venera 12 è durata circa due ore prima di schiantarsi anch’essa.

Le rocce grigio scuro sulla superficie di Venere sono probabilmente rocce vulcaniche, poiché il pianeta è pieno di vulcani. Puoi vedere l’orizzonte vulcanico del pianeta abbastanza chiaramente quando guardi le riprese migliorate scattate dai russi più di 50 anni fa. È probabile che anche alcuni vulcani presenti sulla superficie del pianeta siano ancora attivi.

READ  Una stella caotica si sta lentamente dirigendo verso una morte violenta mentre gli astronomi osservano in tempo reale

Indipendentemente dal suo ambiente ostile, studiare il vicino celeste più vicino alla Terra è utile agli scienziati di oggi. Potrebbe essere possibile apprendere alcune informazioni di base sull’evoluzione del pianeta studiando i cambiamenti osservati sui pianeti vicini come Venere.