Febbraio 27, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le immagini del sonar potrebbero rivelare l'aereo perduto da tempo

Le immagini del sonar potrebbero rivelare l'aereo perduto da tempo
Pilota americano pionieristico Amelia EarhartLa tragica e misteriosa scomparsa del pilota mentre sorvolava l'Oceano Pacifico ha affascinato il mondo per quasi 87 anni, innescando innumerevoli indagini e missioni per cercare risposte su ciò che è accaduto all'amato pilota.

L'ultimo gruppo ad unirsi alla ricerca, un team di archeologi sottomarini ed esperti di robotica marina della Deep Sea Vision, una società di esplorazione delle acque profonde con sede nella Carolina del Sud, afferma di aver trovato un indizio che potrebbe mettere fine alla storia di Earhart.

Utilizzando l’imaging sonar, uno strumento di mappatura del fondale oceanico che utilizza le onde sonore per misurare la distanza dal fondale marino alla superficie, il gruppo ha individuato un’anomalia nell’Oceano Pacifico – a più di 4.877 metri sott’acqua – che somigliava a un piccolo aereo.

Un dispositivo di imaging sonar potrebbe aver rivelato l’aereo perduto da tempo della leggendaria aviatrice Amelia Earhart, dicono i ricercatori. (Deep Sea Vision / Agenzia di stampa PR) (CNN)

Il team ritiene che l'anomalia possa essere un Lockheed 10-E Electra, l'aereo da 10 passeggeri su cui Earhart stava volando quando scomparve mentre cercava di fare il giro del mondo.

Deep Sea Vision ha annunciato la scoperta tramite un post su Instagram sabato scorso.

“Alcuni lo chiamano uno dei più grandi misteri di tutti i tempi, e io in realtà penso che sia il più grande mistero di tutti i tempi”, ha detto il CEO Tony Romeo, pilota ed ex ufficiale dell'intelligence dell'aeronautica americana.

“Abbiamo la possibilità di porre fine a una delle più grandi storie americane di tutti i tempi”.

Risolvi un puzzle subacqueo

Deep Sea Vision ha rilevato più di 13.468 chilometri quadrati del fondale oceanico utilizzando un veicolo subacqueo autonomo avanzato (AUV) noto come Hugin 6000, che mappa il fondale marino utilizzando la tecnologia sonar. Romeo ha detto che il viaggio dell'azienda è iniziato all'inizio di settembre 2023 e si è concluso a dicembre.

Amelia Earhart è stata la prima donna ad attraversare in volo in solitaria l'Oceano Atlantico.
Amelia Earhart e il suo navigatore Fred Noonan scomparvero durante un volo transpacifico nel luglio 1937. (Papà)

Romeo spera di tornare sul posto entro l'anno per ottenere ulteriori conferme che l'anomalia sia un aereo, il che probabilmente comporterà l'uso di un ROV (veicolo a comando remoto) con una telecamera che consenta di esaminare l'oggetto più da vicino. Romeo ha detto che il team esaminerà anche la possibilità di portare in superficie la loro scoperta.

Andrew Pietruszka, uno dei ricercatori, ha dichiarato: “Anche se è possibile che si tratti di un aereo e forse anche dell'aereo Amelia, è troppo presto per dirlo in modo definitivo. Potrebbe anche essere rumore nei dati del sonar, qualcosa di geologico o altro”. aereo.” “. Un archeologo subacqueo presso lo Scripps Institution of Oceanography dell'Università della California, a San Diego.

“Tuttavia, se stessi cercando un aereo Amelia e quell'obiettivo fosse nel set di dati, vorrei interrogarlo ulteriormente”, ha detto Pietruszka.

Altre teorie sulla scomparsa di Earhart

Un documentario di History Channel del 2017 ha proposto la teoria secondo cui Earhart e Noonan si sarebbero schiantati nelle Isole Marshall – a circa 1.609 chilometri dall’isola di Howland – dove furono catturati e portati sull’isola di Saipan, dove furono tenuti in ostaggio e alla fine morirono. La teoria si basava su una foto degli Archivi nazionali degli Stati Uniti che mostrava diverse figure sfocate; Gli investigatori hanno affermato che nella foto c'erano il pilota e il suo aereo.

READ  Israele abbatte un missile dal Libano e bombarda la zona di confine di Naharnet

L'International Group for Historic Aircraft Recovery, o TIGHAR, ha teorizzato nel 2016 che Earhart e Noonan fossero sopravvissuti a un duro atterraggio su una barriera corallina del Pacifico ma in seguito morirono quando i due non furono in grado di chiedere aiuto via radio. Il team del TIGHAR affermò che lo scheletro di un naufrago trovato sull'isola di Nikumaroro, Kiribati, nel 1940 corrispondeva “all'altezza e all'etnia” di Earhart.

Amelia Earhart e Lockheed Electra (Getty)
Amelia Earhart e il suo Lockheed 10-E Electra. (Getty)

La teoria più diffusa, sostenuta dal governo degli Stati Uniti e dalla Smithsonian Institution, è che Earhart e Noonan si schiantarono nell'Oceano Pacifico vicino all'isola di Howland quando l'aereo rimase senza carburante.

La nuova immagine sonar dell'aereo scomparso è di particolare interesse a causa della sua vicinanza all'isola di Howland, ha affermato Dorothy Cochrane, curatrice dell'aviazione generale presso il Dipartimento di aviazione dello Smithsonian National Air and Space Museum. Nelle ultime comunicazioni di Earhart, la sua trasmissione radio divenne gradualmente più forte mentre si avvicinava all'isola di Howland, disse Cochrane, indicando che si stava avvicinando all'isola prima di scomparire.

Tuttavia, l'oggetto a forma di aereo scoperto da Deep Sea Vision manca di alcune delle caratteristiche del Lockheed Electra di Earhart, come i motori gemelli, secondo David Jordan, co-fondatore e presidente di Nauticos, una società di esplorazione delle profondità oceaniche che ha condotto ricerche di il satellite. Aerei mancanti.

Come il colosso del fast food ha contribuito a vincere la Guerra Fredda

Jordan ha detto che per confermare che l'anomalia riscontrata era l'aereo di Earhart sarebbe stato necessario tornare sul posto per indagare ulteriormente sull'aereo e, più specificamente, individuare il certificato “NR16020” che era stampato sul lato inferiore dell'ala mancante della Lockheed. Se l'aereo fosse stato ritrovato a questa profondità nell'oceano, dove le temperature sono estremamente fredde e il contenuto di ossigeno è basso, l'aereo sarebbe stato molto ben conservato, ha detto Jordan.

“(Earhart) era la rock star di quell'epoca, come Taylor Swift di quell'epoca”, ha detto Cochrane. “Tutti tifano per lei, vogliono che vada in giro per il mondo e poi scompaia senza lasciare traccia.” “È un mistero del 20° secolo, e ora del 21° secolo.”