Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La valanga sottomarina al largo dell’Africa occidentale ha continuato a muoversi per due giorni

Gli scienziati hanno rivelato il movimento di un’enorme “valanga” sott’acqua al largo delle coste dell’Africa occidentale per due giorni.

Questo enorme evento subacqueo ha avuto luogo nel Congo Canyon, una profonda valle sottomarina che si protende dalla foce del fiume Congo, sulla costa occidentale dell’Africa.

I sensori subacquei schierati sul fondo del mare hanno rivelato che erano sparsi per poco meno di 683 miglia (1.100 km) sul fondo dell’Oceano Atlantico.

La valanga ha frantumato due cavi di telecomunicazione sul fondo del mare che supportano il traffico dati verso l’Africa occidentale, causando il rallentamento di Internet dalla Nigeria al Sud Africa.

Non è stato causato da un terremoto, ma da una combinazione di due fattori: gravi inondazioni e una marea primaverile insolitamente grande.

Scorri verso il basso per il video

L’evento subacqueo si è svolto nel Congo Canyon, un profondo burrone che si allontana dalla foce del fiume Congo (nella foto qui nelle immagini della NASA)

Cos’è la corrente di impermeabilizzazione?

Un flusso di torbidità è un rapido flusso d’acqua lungo un pendio causato da un aumento della densità dovuto a grandi quantità di sedimenti.

Le correnti di torbidità possono essere impostate quando fango e sabbia si allentano sulla piattaforma continentale a causa di terremoti, pendii crollati e altri disturbi geologici.

Quindi l’acqua torbida precipita giù come una valanga, raccogliendo sedimenti e aumentando la sua velocità.

Fonte: NOAA

È successo il 14 gennaio dello scorso anno, anche se un team di scienziati, tra cui esperti della Durham University e dell’Università di Hull, ha analizzato completamente solo i dati risultanti.

READ  Il cessate il fuoco di Kirghizistan e Tagikistan pone fine agli scontri al confine che hanno ucciso 49 persone

Il Congo Canyon è uno dei più grandi canyon sommersi del mondo. I canyon sottomarini sono valli ripide e tortuose con sezioni trasversali a forma di V scavate nel fondo marino del versante continentale.

Il professor Peter Taling della Durham University ha dichiarato: “Avevamo una serie di ancore oceanografiche che erano state colpite dall’evento, separandole dalle ancore sul fondo del mare fino a quando non si sono presentate per inviarci un’e-mail. BBC.

Questa cosa sta gradualmente diventando sempre più veloce. Poiché erode il fondo del mare mentre procede, raccoglie sabbia e fango, rendendo il flusso più denso e veloce.

“Quindi, ha questo feedback positivo in cui può costruire, costruire, costruire”.

Il flusso è in costante autoaccelerazione, passando da velocità di 16 piedi (cinque metri) al secondo a 26 piedi (otto metri) al secondo.

“Questa è la corrente di torbidità permeabile più lunga monitorata fino ad oggi, ed è l’unico flusso osservato in continua autoaccelerazione su un migliaio di chilometri”, affermano i ricercatori.

Questo evento è ufficialmente chiamato corrente di torbidità – un rapido flusso d’acqua verso il basso causato da una maggiore densità dovuta a grandi quantità di sedimenti.

Le correnti di torbidità possono essere impostate quando fango e sabbia vengono allentati sulla piattaforma continentale da terremoti, scogliere e altre perturbazioni geologiche, sebbene questo evento non sia stato causato da un terremoto.

Questo evento si è verificato a causa di una grave inondazione osservata nel dicembre 2019 lungo il fiume Congo, che ha trasportato sabbia e fango alla testa del Congo Canyon, nonché alcune maree primaverili insolitamente grandi due settimane dopo.

Sepolta nelle profondità degli oceani e dei mari del mondo c'è una rete di cavi sottomarini che collegano silenziosamente anche le parti più remote del mondo al Web.  La valanga ha frantumato due cavi di telecomunicazione sul fondo del mare che supportano il traffico dati verso l'Africa occidentale, causando il rallentamento di Internet dalla Nigeria al Sud Africa (Immagine di riserva)

Sepolta nelle profondità degli oceani e dei mari del mondo c’è una rete di cavi sottomarini che collegano silenziosamente anche le parti più remote del mondo al Web. La valanga ha frantumato due cavi di telecomunicazione sul fondo del mare che supportano il traffico dati verso l’Africa occidentale, causando il rallentamento di Internet dalla Nigeria al Sud Africa (Immagine di riserva)

C’era solo una corrente di torbidità misurata direttamente in anticipo sullo stesso tipo di scala: il terremoto di Grand Banks del 1929.

Grand Banks, a Terranova, in Canada, ha distrutto tutti e 20 i cavi sottomarini attraverso il Nord Atlantico.

L’evento si è concluso per più di 500 miglia (800 km), ma è rallentato da 62 piedi (19 metri) al secondo a 10 piedi (3 metri) al secondo, piuttosto che l’accelerazione costante come l’evento di gennaio 2020.

Un flusso di torbidità è un rapido flusso d'acqua lungo un pendio causato da una maggiore densità dovuta a grandi quantità di sedimenti

Un flusso di torbidità è un rapido flusso d’acqua lungo un pendio causato da una maggiore densità dovuta a grandi quantità di sedimenti

I ricercatori affermano che è fondamentale determinare come il ritmo dei flussi marini sarà influenzato dai futuri cambiamenti climatici e idrologici nel bacino del Congo.

Questo evento ha anche implicazioni per l’imminente costruzione di cavi di comunicazione sottomarini, che forniranno un’importante Internet a parti dell’Africa.

“È importante capire come viaggiano le correnti di torbidità forti e molto lunghe, in particolare per i rischi per i cavi strategici sul fondo del mare, comprese le rotte dei cavi pianificate per il 2020-2021 al largo dell’Africa occidentale”, affermano.

Oltre all’Università di Hull, l’analisi ha coinvolto scienziati del GEOMAR Helmholtz Centre for Ocean Research in Germania e dell’Istituto francese per la ricerca sullo sfruttamento dei mari in Francia.

READ  40 milioni di utenti Twitter in Nigeria sono stati banditi dal sito con l'entrata in vigore della sospensione imposta dal governo government

Il team ha dettagliato l’evento in modo più dettagliato su carta prestampa, aggiornato per la revisione paritaria.

Cosa sono i cavi sottomarini?

Un cavo di comunicazione sottomarino è un cavo posato sul fondo del mare tra le stazioni di terra.

Sviluppato da appositamente Navi progettate in grado di trasportare migliaia di miglia di cavi a spirale nei loro bunker e di posarli mentre attraversano l’oceano.

I primi cavi commerciali furono posati nel 1850 per trasmettere il traffico telegrafico. Da allora, i cavi sono stati utilizzati per inviare il traffico telefonico, più recentemente il traffico dati.

Molti cavi moderni sono realizzati in fibra ottica.

I cavi sperimentali furono posati nel 1842 nel porto di New York e isolati con canapa e gomma. Al giorno d’oggi, i cavi sono schermati con polietilene.

Tradizionalmente, i cavi erano di proprietà dei fornitori di servizi, tuttavia anche i siti Web hanno iniziato ad acquistare cavi sottomarini per controllare le loro reti, inclusi Google e Facebook.