Maggio 21, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Corte Suprema degli Stati Uniti ritarda la legge sull'immigrazione del Texas | Notizia

La Corte Suprema degli Stati Uniti ritarda la legge sull'immigrazione del Texas |  Notizia

La legge, nota come Senate Bill 4, dovrebbe entrare in vigore sabato e consentirebbe agli agenti statali di arrestare persone sospettate di entrare illegalmente nel paese.

Un giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti ha temporaneamente bloccato un disegno di legge che darebbe alle autorità del Texas poteri forti per arrestare ed espellere immigrati e rifugiati che entrano nel paese senza documenti.

Un'ordinanza emessa lunedì dal giudice Samuel Alito rinvia la legislazione almeno fino alla prossima settimana, quando è previsto che il tribunale la riprenda.

Gli oppositori hanno descritto le misure, che conferirebbero ai funzionari statali ampi poteri per arrestare, perseguire e ordinare la deportazione di persone che attraversano illegalmente il confine dal Messico, come il tentativo più drammatico da parte di uno stato di controllare l'immigrazione dai tempi della legge dell'Arizona più di dieci anni fa. .

La legge, nota come Senate Bill 4, avrebbe dovuto entrare in vigore sabato in base a una decisione della Corte d'Appello del Circuito degli Stati Uniti per il 5° Circuito, di tendenza conservatrice. L'ordinanza di Alito rinvia al 13 marzo. Il ritardo è arrivato poche ore dopo che il Dipartimento di Giustizia aveva chiesto alla Corte Suprema di intervenire.

“Non commettere errori: SB 4 oltrepassa l’autorità federale sull’immigrazione e minaccia l’integrità della Costituzione e delle leggi della nostra nazione”, ha affermato in una nota una coalizione di gruppi che hanno intrapreso un’azione legale contro il disegno di legge, inclusa l’ACLU.

Il governatore repubblicano del Texas Greg Abbott ha firmato la legge a dicembre come parte di una serie di misure crescenti al confine che hanno messo alla prova i limiti di quanto lontano potrebbe spingersi lo stato per impedire ai migranti di entrare nel paese.

READ  Coles Buys in Match Supermarket Checkout Pouch ha un messaggio rassicurante per gli acquirenti

La legislazione consentirebbe agli agenti statali di arrestare persone sospettate di entrare illegalmente nel paese. Le persone arrestate possono quindi accettare l'ordine di un giudice del Texas di lasciare il paese o affrontare un'accusa di reato minore.

Coloro che non se ne vanno dopo aver ricevuto l'ordine di farlo possono essere nuovamente arrestati e accusati di un reato più grave.

Una famiglia di migranti attraversa il fiume Rio Grande tra le critiche alle politiche di immigrazione dell'amministrazione Biden [File: Kaylee Greenlee Beal/Reuters]

“La crisi continua al confine Sud”

Il Dipartimento di Giustizia ha dichiarato alla Corte Suprema che la legge cambierà profondamente “lo status quo che esiste tra gli Stati Uniti e gli Stati Uniti nel contesto dell’immigrazione da quasi 150 anni”.

Ha continuato affermando che la legge avrebbe “impatti negativi significativi e immediati” sulle relazioni del paese con il Messico e “creerebbe caos” nell'applicazione delle leggi federali sull'immigrazione in Texas.

Il governo federale ha citato una sentenza della Corte Suprema del 2012 su una legge dell’Arizona che avrebbe consentito alla polizia di arrestare persone per violazioni federali sull’immigrazione, spesso definita dagli oppositori il disegno di legge “Show Me Your Papers”.

Una Corte Suprema divisa ha ritenuto che l’impasse di Washington sulla riforma dell’immigrazione non giustificasse l’intervento statale.

La Corte Suprema ha concesso allo stato del Texas tempo fino all'11 marzo per rispondere.

L'ufficio del procuratore generale del Texas ha affermato in una nota che il disegno di legge riflette la legge federale ed è stato “adottato per affrontare la crisi in corso al confine meridionale, che sta danneggiando i texani più di chiunque altro”.

La richiesta d'urgenza del governo federale alla Corte Suprema è arrivata dopo che una corte d'appello federale durante il fine settimana ha bloccato un radicale rifiuto della legge da parte del giudice distrettuale americano David Ezra.

READ  Vladimir Putin mette in allerta le forze nucleari. L'attacco all'aeroporto di Kharkiv e all'impianto di rifornimento di carburante e il proseguimento dei combattimenti a Kiev; Volodymyr Zelensky accetta colloqui di pace senza precondizioni al confine tra Ucraina e Bielorussia dopo l'invito di Alexander Lukashenko; Evacuazione per inondazione del Nuovo Galles del Sud Lismore

In una sentenza di 114 pagine emessa giovedì, Ezra ha criticato l'applicazione dell'immigrazione in Texas e ha ignorato le affermazioni repubblicane su una “invasione” in corso lungo il confine meridionale a causa di attraversamenti illegali che hanno raggiunto livelli record.

Ezra ha aggiunto che la legge viola la clausola di sovranità della Costituzione degli Stati Uniti, è in conflitto con la legge federale sull'immigrazione e potrebbe ostacolare le relazioni estere degli Stati Uniti e gli obblighi derivanti dai trattati.

La battaglia sulla legge sull’immigrazione del Texas è una delle numerose controversie legali tra funzionari del Texas e l’amministrazione Biden su quanto lontano può spingersi lo stato per proteggere il confine tra Texas e Messico e prevenire attraversamenti illegali del confine.

Molti governatori repubblicani hanno sostenuto gli sforzi di Abbott, affermando che il governo federale non sta facendo abbastanza per far rispettare le leggi sull’immigrazione esistenti.