Maggio 9, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La comunità multiculturale di Canberra si riunisce per rimpatriare 8.000 australiani bloccati in India

La comunità multiculturale di Canberra si riunisce per rimpatriare 8.000 australiani bloccati in India

La federazione delle associazioni indiane di ACT (sesta da sinistra) con i membri della comunità indiana di ACT durante un evento all’inizio di questo mese. Foto: Federazione delle associazioni indiane per ACT Facebook.

Il governo federale ha annunciato che sospenderà i voli dall’India all’Australia fino al 15 maggio, lasciando a terra circa 8.000 cittadini australiani.

In risposta, la comunità indiana di Canberra chiede un aumento della capacità di quarantena in modo che gli australiani in India possano tornare a casa in sicurezza mentre un’ondata mortale di COVID-19 avvolge la loro patria.

Ben 15.000 persone nella regione di Canberra e Queanbeyan hanno parenti in India. Nelle ultime 24 ore, circa 3.000 persone sono morte in India a causa di COVID-19 e sono stati confermati circa 350.000 nuovi casi. Il paese sta vivendo cremazioni di massa mentre il sistema sanitario lotta per far fronte alla domanda di ossigeno e letti d’ospedale.


Leggi anche: Elvin Group fornisce l’enorme batteria di Tesla per guidare i nuovi sobborghi di Canberra


La dott.ssa Sunita Dehindsa, presidente della Federazione delle associazioni indiane presso ACT, ha affermato che la comunità indiana nella regione si è sentita più isolata che mai quando ha cercato di rimanere in contatto con i propri cari.

Il dottor Dhindsa ha affermato che per loro era una priorità riportare in sicurezza il maggior numero possibile di australiani.

“C’è molta preoccupazione qui. Tutti qui hanno amici o parenti in India che sono stati colpiti da COVID, inclusa mia sorella e la sua famiglia”. Area media.

Pur sottolineando che non metteranno mai in pericolo la sicurezza delle persone in Australia, il Dr. Dehindsa ha invitato la comunità multiculturale di Canberra e il governo federale a sostenere ulteriori misure per rimpatriare gli australiani in India e metterli in quarantena.

READ  Sony afferma che la confezione della PS5 è completamente riciclabile

“Gli australiani in India meritano di essere a casa, proprio come noi meritiamo di essere al sicuro. Vogliamo che gli australiani siano al sicuro, ma ci sono cose che possiamo fare per aiutare il paese e aiutare le persone a tornare in sicurezza in Australia”.

“Possiamo considerare di rimpatriare 1.000 persone su navi da crociera e metterle in quarantena all’estero.

Il virus è in corso da oltre un anno ormai e abbiamo queste finestre dove avremmo potuto portare più persone a casa. È solo che il sistema di quarantena non ci ha sempre supportato.

“Ora sappiamo come affrontare il rischio di rimpatriare persone in numero maggiore”.

Il dottor Dhindsa ha detto che Canberrans potrebbe sostenere l’India donando a Il Fondo Nazionale di Soccorso del Primo Ministro O ONG sul campo.


Leggi anche: Libes sta sollecitando il governo ACT a mettere in allerta più polizia


Chen Wong, presidente del Canberra Multicultural Society Forum e presidente della China Canberra Association, ha detto di sentirsi amici in India.

“Sappiamo quanto possa essere difficile quando devi guardare le notizie e le cose sembrano essere fuori dal tuo controllo nel tuo paese”, ha detto la signora Wong.

“Stiamo discutendo con i nostri amici della comunità indiana cosa possiamo fare, anche con una piccola quantità di cibo, per gli australiani che vogliono tornare a Canberra quando hanno bisogno di isolamento.

“Stiamo anche supportando la comunità indiana a chiedere al governo federale e alla comunità multiculturale di fornire il maggior sostegno possibile e aiutarli a superare questa fase”.

Deepak Raj Gupta

Deepak Raj Gupta ha detto che era tempo che l’Australia si facesse avanti. File immagine.

Deepak Raj-Gupta, un ex membro dell’Assemblea legislativa di origine indiana, ha affermato che è tempo che l’Australia si faccia avanti e tenda una mano durante l’ora del bisogno in India.

READ  Spotify offre una riprogettazione della libreria mobile per migliorare la navigazione

“La diaspora indiana nella regione è preoccupata per i loro cari che ora sono bloccati in India per vari motivi e sono andati in India con un’esenzione”, ha detto il signor Gupta.

Ha compreso la necessità dell’Australia di tenere il virus COVID-19 fuori dal paese, ma ha suggerito di inviare vaccini a più di 8 cittadini australiani bloccati in India.

“L’Australia ha anche la capacità di costruire strutture sanitarie temporanee”, ha detto.

“Alcuni locali sono rimasti bloccati in India per molto tempo e hanno cercato di tornare a casa per mesi. Il ritardo nel tornare a casa sta già iniziando a pesare emotivamente su molti membri della comunità”.