Marzo 4, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Regno Unito svela nuove rigide regole volte a ridurre il numero di immigrati | notizie dal mondo

Il Regno Unito svela nuove rigide regole volte a ridurre il numero di immigrati |  notizie dal mondo

Lunedì il governo britannico ha annunciato nuove severe norme sull’immigrazione che ridurranno di centinaia di migliaia il numero di persone che possono trasferirsi nel Regno Unito ogni anno.

Il ministro degli Interni James Cleverly ha affermato che sta intraprendendo “azioni forti” per ridurre i tassi di immigrazione consentiti.

Il ministro degli Interni James Cleverly ha affermato che sta intraprendendo “azioni forti” per ridurre l’immigrazione autorizzata, che ha raggiunto il livello record di circa 750.000 persone nel 2022. I critici hanno affermato che le mosse lascerebbero settori martoriati come quello sanitario e sociale al punto di rottura.

Segui le ultime notizie sul canale Facebook di HT. Iscriviti adesso

Secondo le nuove regole, i migranti dovranno guadagnare di più per ottenere un visto di lavoro e avranno difficoltà a portare i familiari nel Regno Unito.

Cleverley ha affermato che dalla primavera del 2024, gli aspiranti migranti dovranno guadagnare 38.700 sterline (48.900 dollari) per ottenere un visto per lavoratori qualificati, rispetto alle 26.200 sterline (33.000 dollari) attuali. I cittadini britannici che vogliono portare i loro coniugi stranieri in Gran Bretagna dovranno guadagnare la stessa cifra, quasi il doppio del limite attuale.

La sanità e l’assistenza sociale, settori che dipendono fortemente dal personale migrante, sono esentati dalla regola del libro paga. Ma gli operatori sanitari provenienti dall’estero non potranno più portare con sé in Gran Bretagna i loro parenti non autosufficienti, facendo temere nel settore che meno persone vorranno venire.

Il governo ha anche affermato che eliminerà una norma che consente ai datori di lavoro dei settori sulla “lista delle carenze occupazionali” di pagare i lavoratori migranti il ​​20% in meno rispetto ai cittadini britannici.

Da gennaio, anche la maggior parte degli studenti post-laurea internazionali non potrà portare i propri familiari nel Regno Unito

READ  Il comportamento "brutale" del padre milionario durante il volo con moglie e figli suscita accesi dibattiti

Cleverley ha affermato che le nuove misure ridurranno di 300.000 il numero di persone idonee a trasferirsi in Gran Bretagna nei prossimi anni.

I dati rivisti pubblicati il ​​mese scorso dall’Office for National Statistics affermano che la migrazione netta nel Regno Unito – il numero di persone in arrivo meno quelle in partenza – ha raggiunto il record di 745.000 nel 2022. La migrazione netta è scesa nei 12 mesi fino a giugno 2023 a 672.000.

Ridurre l’immigrazione è una questione simbolica per molti esponenti del Partito conservatore al potere, che hanno sostenuto la Brexit per “riprendere il controllo” dei confini del paese.

La Gran Bretagna ha lasciato l’Unione europea nel 2020, ponendo fine al diritto automatico dei cittadini dei 27 paesi dell’UE di vivere e lavorare nel Regno Unito. Da allora, il numero di visti rilasciati alle persone che vogliono venire in Gran Bretagna per lavorare o studiare è aumentato. Il Paese ha anche accolto centinaia di migliaia di persone in fuga dalla guerra in Ucraina e dalla repressione delle libertà civili a Hong Kong da parte del governo cinese. Il dato relativo all’immigrazione nel 2022 è tre volte superiore al livello pre-Brexit.

I conservatori ritengono che il taglio dell’immigrazione aumenterà i voti in vista delle elezioni del prossimo anno, perché molti elettori vedono gli immigrati come una crescente pressione sui servizi pubblici già tesi e un peggioramento della crisi immobiliare.

Ma molti economisti affermano che gli immigrati sono essenziali per ricoprire posti di lavoro essenziali – soprattutto nel settore sanitario e nei ruoli di assistenza sociale a bassa retribuzione – e che contribuiscono all’economia più di quanto ricevono.

READ  Una famiglia in "perdita totale" dopo che l'insegnante di inglese Alice Hodgkinson è stata trovata morta in Giappone

Christina Macania, segretaria generale del sindacato Unison, ha affermato che le misure sarebbero un “disastro totale” per il settore sanitario e assistenziale.

“I lavoratori migranti sono stati incoraggiati a venire qui perché entrambi i settori soffrono di gravi carenze di personale. Gli ospedali e le case di cura semplicemente non possono funzionare senza di loro”, ha detto. I migranti ora si dirigeranno verso paesi più accoglienti, invece di dover vivere senza le loro famiglie”.

La portavoce dell’immigrazione del partito laburista d’opposizione, Yvette Cooper, ha detto che il governo non è riuscito a formare i lavoratori britannici per ricoprire posti di lavoro chiave.

“Dov’è il piano per la forza lavoro per l’assistenza sociale, l’ingegneria, l’edilizia e tutti i mestieri imperfetti che il loro totale fallimento economico ci ha lasciato?” Lei disse.

Il governo è anche sotto pressione affinché raggiunga il suo obiettivo di impedire ai richiedenti asilo non autorizzati di arrivare su piccole imbarcazioni attraverso la Manica.

Il mese scorso, la Corte Suprema del Regno Unito ha stabilito che il suo piano di inviare alcune persone che arrivano in barca in un viaggio di andata e ritorno in Ruanda – che ha lo scopo di scoraggiare altri dal compiere la rischiosa traversata marittima – è illegale perché il Ruanda non è un paese sicuro per i rifugiati.

Il governo ha detto che concluderà un nuovo trattato con il Ruanda per rispondere alle preoccupazioni della corte. Si prevede intelligentemente di volare nella capitale ruandese. Kigali questa settimana per finalizzare l’accordo.

La Gran Bretagna ha già pagato al Paese dell’Africa orientale almeno 140 milioni di sterline in base all’accordo concluso nell’aprile 2022, ma per il Ruanda non è stato ancora fissato alcun importo.

READ  Una donna costretta a lasciare una spiaggia hawaiana sopra il bikini di un piccolo bersaglio