Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il mondo è scioccato dal comportamento spaventoso dell’aula di tribunale nella Bielorussia colpita dal caos

Attenzione: i contenuti grafici e le immagini sono angoscianti.

Immagini scioccanti sono emerse da un’aula di tribunale nella nazione dell’Europa orientale della Bielorussia, dove un attivista politico si è pugnalato al collo con una penna il primo giorno del suo processo durante la notte.

Questo atto inquietante ha acceso un altro riflettore globale sulla caotica situazione politica nel paese di 9,5 milioni di persone, a volte indicata come l’ultima dittatura d’Europa.

Arriva pochi giorni dopo che il paese ha suscitato indignazione globale dopo aver presumibilmente costretto un aereo di linea commerciale dalla Grecia alla Lituania a cambiare rotta e atterrare in Bielorussia. Come parte di un complotto “orribile” e “senza precedenti” del governo del paese per arrestare un passeggero.

Roman Protasevich, un giornalista dell’opposizione bielorussa, è stato arrestato fuori dal volo quando è stato costretto ad atterrare a Minsk. È solo uno delle migliaia di manifestanti detenuti nel paese dell’ex blocco orientale negli ultimi 10 mesi.

Un altro è Stepan Latypov, che stava affrontando il primo giorno del suo processo durante la notte prima di essere orribilmente interrotto.

Il filmato scioccante mostra il signor Latipov in una gabbia nell’aula del tribunale prima che crolli improvvisamente e le guardie di sicurezza si precipitino dentro.

Relazionato: Condanna forzata dopo il volo per atterrare in Bielorussia

Arrestati migliaia di attivisti anti-governativi

Viasna, un’organizzazione indipendente per i diritti che monitora il processo a Latepov, ha affermato di ritenere che l’attivista abbia preso la misura disperata dopo le pressioni della sua detenzione.

Migliaia di attivisti e manifestanti dell’opposizione sono stati arrestati e perseguiti durante la dura repressione delle manifestazioni antigovernative scoppiate lo scorso anno.

READ  La Cina ha lanciato la parte principale della sua prima stazione spaziale permanente

Latypov, 41 anni, è stato arrestato a settembre ed è stato processato nella capitale, Minsk, martedì per molteplici accuse, tra cui la creazione di simboli di protesta e resistenza alle forze dell’ordine.

Vyasna ha detto di essere apparso in tribunale con lividi e che dopo aver interrogato suo padre, Latypov è salito su una sedia e si è pugnalato al collo con quella che sembrava essere una penna.

“Stepan è diventato blu e si è sdraiato sul sedile. È stata chiamata un’ambulanza”, ha detto Vyasna.

Vyasna ha detto di aver perso conoscenza, è uscito dall’aula ed è stato ricoverato in ospedale.

Martedì sera, il ministero della Salute bielorusso ha dichiarato che Latypov ha ripreso conoscenza e che la sua vita non è in pericolo.

“Sono state prese tutte le misure mediche necessarie”, ha detto il ministero sul suo account Telegram.

“Il paziente è in condizioni stabili. Non c’è rischio di morte”.

Vyasna ha detto che Latypov ha detto a suo padre di essere stato sotto pressione durante la detenzione, che insieme ad altri gruppi lo scorso anno lo ha dichiarato prigioniero politico.

Il noto politico dell’opposizione Andrei Sannikov ha affermato che si tratta di un “atto di disperazione” e di un’altra dimostrazione della “natura omicida” del regime del presidente Alexander Lukashenko.

Relazionato: I voli evitano lo spazio aereo bielorusso dopo il “dirottamento” di Ryanair

Le elezioni presidenziali scatenano manifestazioni

La Bielorussia ha assistito a manifestazioni durate mesi scoppiate dopo le contestate elezioni presidenziali dello scorso agosto, che hanno visto Alexander Lukashenko vincere un sesto mandato.

Ha ottenuto l’80 per cento dei voti, ma è arrivato in mezzo a storie di brogli elettorali.

READ  Uomini armati in Nigeria rapiscono circa 150 studenti di una scuola islamica | Nigeria

Le forze di sicurezza hanno represso brutalmente le proteste, arrestando e imprigionando migliaia di manifestanti e costringendo i leader dell’opposizione all’esilio.

Molte persone sono state uccise nei disordini.

Un altro attivista politico bielorusso, Vitold Ashuruk, 50 anni, è morto in prigione nell’est del Paese il mese scorso, secondo quanto riferito a causa di un arresto cardiaco.