Settembre 27, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I dischi Boox sono un’opzione benvenuta nella nicchia in continua crescita degli e-reader – TechCrunch

I dischi Boox sono un'opzione benvenuta nella nicchia in continua crescita degli e-reader - TechCrunch

Quando si tratta di dispositivi cartacei elettronici, Kindle è ovviamente il marchio numero uno a cui la gente pensa, anche se ho fatto del mio meglio per pubblicare kubo e notevole Anche il Vangelo. Il produttore cinese di e-reader Boox è un concorrente relativamente nuovo nel settore e i suoi dispositivi sono opzioni sperimentali ma utili nel mercato di nicchia dei tablet monocromatici. In effetti, fanno il mio nuovo piccolo dispositivo preferito.

Un marchio della società madre Onyx, Boox ha una vasta gamma di dispositivi, alcuni potrebbero dire piuttosto ampia, che vanno dagli e-reader compatti agli e-reader di medie dimensioni fino ai tablet A4. Il suo marchio è particolarmente memorabile e vengono rilasciate regolarmente versioni leggermente aggiornate: un dispositivo che speravo di testare era già stato sostituito quando ho iniziato a scrivere questo articolo.

L’aspetto unificante è il sistema operativo, che è una versione modificata di Android 10 con poche app pensate appositamente per la lettura e la produttività. Realizzato pensando ai consumatori cinesi, i servizi di cui probabilmente non avresti sentito parlare.

Ho testato diversi dispositivi di Boox, il più semplice è l’e-reader Poke 3, poi il Note2, più grande e complesso, seguito dal sottile Note Air e dall’enorme Max Lumi. Di recente stavo cercando Nova3 Color, che utilizza l’ultimo display a colori Kaleido Plus di E Ink.

La verità è che se non lo accendi, probabilmente non sarai in grado di dire che questi dispositivi provengono tutti dalla stessa azienda. Hanno stili hardware completamente diversi, anche se ovviamente c’è solo così tanto spazio di espressione in un tablet nero con uno schermo nei toni del grigio.

piccolo e grande

Crediti immagine: Devin Coldoy / TechCrunch

Cominciamo con il formato più semplice e popolare, l’e-reader da 6 pollici. In questa categoria abbiamo Kindle Paperwhite e Kobo Clara HD. Il primo è probabilmente il migliore prodotto da Amazon, ma preferisco il secondo, anche se la qualità costruttiva è, francamente, scarsa.

Boox in questo spazio ha (tra le altre cose) Poke 3, non esattamente il nome più attraente, ma lo compensa con il suo fattore di forma: molto l’ideale platonico di un giovane lettore come questo. Mi è piaciuto così tanto che l’ho suddiviso in una recensione separata, ma qui ci sono le basi.

Lo schermo da 6 pollici a 300 dpi è alla pari con Kindle e Kobo e, come Clara HD, ha un faro regolabile in temperatura. La parte anteriore del dispositivo è completamente fluida, proprio come piace a me, e ha una cornice sufficiente per impugnarla senza ottenere troppo o troppo poco. Il design senza cuciture lo rende tascabile e resistente a briciole e schizzi (anche se non pretende di essere impermeabile). C’è un pulsante di accensione in alto (grazie) e una porta USB-C in basso.

In termini di hardware, trovo difficile fare qualsiasi critica. Potrebbe essere, credo, più leggero, ma le sue dimensioni non potrebbero essere inferiori a quelle che sono senza incidere negativamente sull’ergonomia; La rasatura di un millimetro di spessore può essere visualizzata ma sarà difficilmente percepibile.

Il sistema operativo è una versione altamente personalizzata di Android, con tutti i pro e i contro che ne derivano. Mi è sempre piaciuta la semplicità dell’interfaccia di Kobo, anche se sembra piegata alla sua complessità. Il sistema operativo di Boox è potente ma impegnato, scomodo nelle sue decisioni su quali opzioni fare e ben visibile all’utente.

Schermata dell'e-reader Boox Poke 3

Crediti immagine: Devin Coldoy / TechCrunch

L’app di lettura, NeoReader, supporta molti formati di file e dispone di una vasta gamma di controlli per modificare la visualizzazione, evidenziare e trascrivere libri e PDF, ecc. Questo è più per i dispositivi più grandi che per quelli più piccoli, che devono solo modificare il carattere e altre cose di base.

READ  Sony SRS-XG500 - recensione 2021

Se tutto ciò che vuoi fare è leggere gli e-book che sono già sul tuo computer, è facile come trascinarli nella cartella Libri sulla memoria del tuo dispositivo. Questa scheda è ciò che vedrai quando accendi il dispositivo ed è sempre facile da raggiungere. C’è un negozio integrato che occupa un’intera scheda, anche se non disponibile negli Stati Uniti, quindi una scheda di gestione file per il rooting nelle directory e una scheda sia per le app che per le impostazioni.

Apps è un altro supporto personalizzato: essendo un dispositivo cinese, viene fornito senza il solito App Store certificato da Google, non importa il suo nome in questi giorni. Invece, ha un proprio negozio con dozzine delle app di lettura più utilizzate, da Pocket e GoodReader alle app Kobo e Kindle. Ma è principalmente sideloaded: l’app Kindle, ad esempio, ha pochi mesi. Questo è tutt’altro che un disastro, ma è necessario impegnarsi in una certa quantità di fiducia in Boox e nel suo app store proxy per utilizzare il dispositivo così com’è.

Naturalmente, puoi anche abilitare Google Play Services nelle impostazioni, che aggiunge lo store ufficiale al mix. Ma per la maggior parte delle persone, questo è già molto lavoro. Siamo viziati e privati ​​della nostra scelta di e-reader in quanto è generalmente semplice e molto facile da usare. Qualcuno che non ha familiarità con Android, utilizzando questo dispositivo e un dispositivo Kobo o Kindle, probabilmente sceglierà uno di questi ultimi.

Tuttavia, le possibilità sono molte per chi vuole prendere l’iniziativa. Da parte mia, mi piace il fattore di forma del Poke 3 così bene che mi imbatterò in qualsiasi sistema operativo per usarlo. Inoltre, passi il 99% del tuo tempo su queste cose in un libro, finché quella parte funziona, il resto è solo la ciliegina sulla torta.

Una vista dell'interfaccia della tavoletta scritta a mano.

Crediti immagine: Devin Coldoy / TechCrunch

Su una scala di 6 pollici, tutto questo sembra un po’ troppo. Ma nelle macchine Boox più grandi, la flessibilità inizia ad avere più senso. L’idea con il Note 2 (ora 3), Note Air e Max Lumi è di offrire quasi tutte le funzionalità di un tablet Android, ma con i vantaggi di uno schermo e-paper. Certo, questo rende i giochi di corse un gioco da ragazzi, ma può essere molto attraente per i tipi di persone i cui re-sticker vengono utilizzati più dei loro iPad.

Se leggi molti documenti, farlo su uno schermo luminoso del tablet – o su uno schermo scuro, se è per questo – è un male. Uno schermo cartaceo elettronico è migliore per il lavoro, ma il miglior dispositivo per questo, il reMarkable, è anche deliberatamente limitato in ciò che può ottenere, poiché l’intera filosofia dell’azienda ruota attorno ad esso. la messa a fuoco. Quindi ci sono sicuramente persone che desiderano le funzionalità di un dispositivo Android con la capacità di leggere un dispositivo elettronico. O comunque Boox la pensa così.

READ  Il filmato di "Battlefield Mobile" mostra la conquista al Grand Bazaar

Il Note 2 e Max Lumi sembrano essere interconnessi: sono insignificanti tablet neri con proporzioni impressionanti, e nelle mie limitate esplorazioni dei loro dispositivi, quella che mi è sembrata un’eccellente qualità costruttiva. Va detto che il Note Air è l’opposto dell’irrilevante – infatti, quando l’ho visto, ho pensato che fosse una copia di reMarkable 2!

Vista laterale del tablet che mostra la sua forma sottile e metallica.

Crediti immagine: Devin Coldoy / TechCrunch

Questa prima impressione si è rivelata un po’ meno generosa da parte mia, poiché sebbene i due condividano alcuni importanti elementi di design, in realtà sono piuttosto diversi e la facilitazione di Boox nella creazione di altri dispositivi mi ha portato a concedere loro il beneficio del dubbio qui. Il design blu e arancione non era il massimo, ma aiuta a distinguersi e tutto l’hardware (in particolare l’Air) è sottile e ben progettato.

Tutti i tablet sono dotati di fari e sono felice di dire che il mio scetticismo sul fatto che si potesse fare con schermi così grandi non era necessario. Funziona bene e, come il Poke 3, la luce è regolabile sia in luminosità che in temperatura (anche se è un po’ complicato).

La carta elettronica a colori è ancora completamente inesistente

Tavoletta E-ink a colori Boox Nova3

Crediti immagine: Devin Caldoy

Nova3 Color ha uno schermo da 7,8 pollici con la più recente tecnologia e-paper a colori di E Ink. Sono sempre stato entusiasta delle possibilità di questo aspetto della tecnologia, ma gli schermi di carta elettronica a colori hanno sempre lottato con scarso contrasto, basse velocità di aggiornamento, ghosting e altri difetti. Sebbene quest’ultima iterazione faccia molto per modificarli (e un aggiornamento software ha aiutato ancora di più), sfortunatamente è ancora un compromesso.

L’hardware è simile ad altri dispositivi Boox, solido e modesto. La differenza sta nel display, che appare a colori anche quando il dispositivo è spento. La carta elettronica a colori funziona combinando le microscopiche perline bianche e nere che compongono le immagini con uno strato di filtri colorati che possono essere modificati. Questo, come gli altri, ha una luce frontale e aiuta molto a far risaltare quei colori, perché senza di essa sono tutti un po’ smorzati.

C’è ancora il problema del ghosting, anche se se leggi, diciamo, un fumetto, puoi facilmente impostarlo per aggiornare ogni pagina (ci vuole solo una frazione di secondo) e il problema scompare. Non è facile farlo con contenuti più dinamici come una pagina web, sebbene la navigazione sul web su un e-reader sia, ovviamente, nuova.

Il display e-paper a colori manca ancora di saturazione, se non di contrasto. Crediti immagine: Devin Caldoy

Quello che mi preoccupa di più è il calo di contrasto e l’effettivo calo di risoluzione che porta il livello di colore. Quando si visualizza il contenuto del colore, c’è un distinto effetto sulla porta dello schermo, non proprio come il normale alias dell’LCD ma ancora visibile. E quando si dispone di contenuto in scala di grigi, a volte si vedono moiré e altri motivi sovrapposti nei mezzitoni.

READ  Ubisoft Forward Live Stream: come guardare Ubisoft E3 2021 in diretta

I libri sembrano OK ma non così nitidi come il normale schermo monocromatico E Ink; L’effetto porta schermo è sempre presente e riduce il contrasto. È ancora leggibile, ma quando l’hardware più economico fa meglio il lavoro, è difficile da giustificare.

Il testo è meno chiaro e ha un contrasto maggiore su uno schermo a colori rispetto a uno schermo monocromatico. Crediti immagine: Devin Caldoy

Apprezzo che Boox abbia reso disponibile l’ultimo schermo dell’E Ink, e questo potrebbe essere utile per alcuni che desiderano più DNA per tablet nel loro e-reader (a questo punto, le due categorie non sono molto diverse). Ma per la maggior parte delle persone, il colore non aggiunge abbastanza e sottrae troppo.

È tutto allungato o troppo sottile?

Il sistema operativo è lo stesso su tutti questi dispositivi per quanto ne so, ma in questi dispositivi l’attenzione si sposta sull’interazione piuttosto che sulla semplice lettura. Boox realizza uno stilo simile a Wacom che può essere utilizzato per scrivere sulla superficie di questi tablet più grandi e serve bene al suo scopo, nonostante la mancanza di reattività e la notevole precisione ovunque.

Tuttavia, il risultato finale durante il disegno o la scrittura è stato soddisfacente, anche se il sistema operativo impiega un po’ di tempo per recuperare i segni e metterli a punto. Ho pensato che il pennello in particolare avesse delle belle gradazioni.

Una cosa che i tablet Boox hanno rispetto ad altri simili (ovvero reMarkable, il defunto Sony Digital Paper Tablet e alcuni altri dispositivi specializzati) è l’elaborazione dei PDF. L’hardware Boox ti consente di navigare e contrassegnare i PDF con facilità e i file originali vengono salvati semplicemente con scarabocchi e note aggiunti. Mentre il markup di un documento è facile su reMarkable, la sua implementazione un po’ goffa rende la condivisione e l’ordinamento un lavoro ingrato. Preferisco il modo semplice: modificare il file originale (c’è sempre una copia da qualche parte) e inviarlo per e-mail direttamente dal dispositivo. Semplicemente!

Oltre al lettore e al laptop, ci sono alcune app integrate che qualsiasi utente di tablet potrebbe trovare utili. C’è un browser che è funzionale come ti aspetteresti: è basato su Chromium e rende bene ma i fantasmi terribilmente; Registratore vocale, lettore musicale, calendario… e ovviamente puoi scaricare molti degli app store integrati o Google. Se lo desideri, puoi realizzare questi dispositivi a tutto tondo.

Non sono sicuro di quanto sia grande il mercato per questo tipo di tablet cartaceo elettronico. Ma sento che questi dispositivi offrono qualcosa di veramente interessante e unico, anche se sono anche… beh, è ​​difficile aggirare il fatto che puoi ottenere un iPad a metà del prezzo dei tablet Boox più grandi, e poi fare la maggior parte delle stesse cose e altro ancora.

Questi dispositivi cartacei elettronici hanno una determinata grafica e, se hai intenzione di leggere e contrassegnare documenti lunghi, è meglio farlo su uno di questi dispositivi piuttosto che su un iPad, per una serie di motivi. Con la formazione Boox nel mix, ci sono più opzioni che mai, e questa è sicuramente una buona cosa.