Settembre 27, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Apple ridurrà le commissioni se gli editori forniranno contenuti di Apple News

Apple ridurrà le commissioni se gli editori forniranno contenuti di Apple News

Il CEO di Apple Tim Cook arriva alla prima mondiale di Apples “The Morning Show” al Lincoln Center – David Geffen Hall il 28 ottobre 2019 a New York.

Angela Weiss | AFP | Getty Images

Apple ha annunciato giovedì che gli editori di notizie che partecipano ad Apple News potranno ridurre la percentuale degli abbonamenti in-app del primo anno di Apple dal 30% al 15%.

La mossa è l’ultimo esempio di Apple che fa eccezioni alla sua commissione del 30% per gli acquisti in-app per vari settori e tipi di attività che sono sempre più esaminati e criticati da sviluppatori di app, concorrenti e regolatori.

Apple News è un’app per iPhone preinstallata che visualizza una varietà di notizie in un’unica interfaccia. Apple ha affermato di avere 125 milioni di utenti attivi mensili e l’app fa parte della crescente attività di servizi dell’azienda che ha rappresentato il 21% delle vendite di Apple nell’ultimo trimestre.

Per ottenere lo sconto, gli editori dovranno richiedere un nuovo programma Una mela Si collega al News Partner Program.

Gli editori di notizie dovranno accettare di fornire tutti i loro contenuti ad Apple nel formato di file Apple News preferito e di fornire metadati o informazioni sulle notizie richieste da Apple. Agli editori sarà inoltre richiesto di avere una presenza attiva e forte nei mercati in cui è disponibile Apple News.

Gli editori potranno iscriversi al programma sul sito Web di Apple a partire da giovedì.

I partecipanti al programma potranno inoltre ricevere una tariffa di utilizzo scontata del 15% nel primo anno per gli abbonamenti avviati tramite la propria app e l’app Apple News. Alcune pubblicazioni hanno paywall di Apple News e consentono ai lettori di iscriversi tramite l’app.

READ  Xbox Cloud Gaming arriva su PC, iOS questa settimana in beta

Gli editori di notizie non sono tra le app più pagate sull’App Store. Sensor Tower, una società che tiene traccia delle tendenze degli app store negli Stati Uniti, ha affermato che i primi 10 editori hanno realizzato entrate per poco più di 68 milioni di dollari nei primi sette mesi del 2021. Queste aziende includono gli editori di The New York Times, The Wall Street Journal , The Washington Post e Bloomberg News , CNBC e tutti vendono la possibilità di abbonarsi a storie protette da paywall tramite l’App Store di Apple.

Non è il primo programma a tagliare le tariffe dell’App Store

Apple attualmente addebita il 30% degli acquisti in-app per il primo anno di un abbonamento fatturato tramite l’App Store, ma questo viene ridotto al 15% se un cliente si abbona per il secondo anno.

L’anno scorso, Apple ha introdotto Programma per le piccole imprese dell’App Store, che consente alle aziende che ricevono meno di $ 1 milione di vendite nette all’anno da Apple di ricevere anche un tasso di utilizzo scontato del 15%. Apple ha affermato che questo programma sarebbe più adatto agli editori che guadagnano meno di $ 1 milione all’anno.

Anche Apple ha Programma per fornitori di video certificati, Come AmazonCiò fornisce un tasso di acquisizione inferiore del 15% se le aziende integrano le loro app con Siri e altre funzionalità Apple.

Apple ha dichiarato mercoledì che sta lanciando il programma per supportare gli editori e garantire ai propri clienti l’accesso a fonti di notizie di alta qualità.

Ma l’annuncio arriva in un momento in cui Apple, con il 30% della maggior parte degli acquisti in-app, è sotto pressione più che mai.

Al via un disegno di legge bipartisan discusso al Congresso Prenderà di mira il sistema di pagamento in-app di Apple e richiederà all’azienda di consentire agli sviluppatori di app di utilizzare altri processori di pagamento che applicano commissioni inferiori.

decisione in Esperimento antitrust incentrato sulle policy dell’App Store di Apple È previsto anche entro la fine dell’anno. Epic Games ha fatto causa ad Apple nel 2019 cercando di evitare la sua commissione del 30% sugli acquisti in-app. Netflix e spotify Hanno rimosso la possibilità di iscriversi ai loro servizi tramite l’App Store di Apple per evitare dal 15% al ​​30%.

Diversi governi stranieri stanno prendendo in considerazione le politiche dell’App Store di Apple e le stanno riducendo del 30%. Questa settimana una commissione parlamentare sudcoreana Fai un passo importante Per impedire ad Apple di costringere gli sviluppatori a utilizzare il suo sistema di pagamento.

Apple ha sostenuto in tribunale che la sua commissione del 30% è sostanzialmente la stessa di quella di altri negozi di software online come google browser Riproduci o archivia hardware per videogiochi e le spese di Apple sono diminuite nel tempo.

Apple ha affermato che gli editori non erano stati informati del programma prima del suo lancio, quindi non ci sono ancora partecipanti specifici. Gli editori che partecipano al programma potranno comunque vendere annunci su Apple News e utilizzare altri modelli di business, come i link di affiliazione.

Il programma è separato da Apple News+, che è un abbonamento a una serie di riviste e giornali digitali che costa $ 9,99 al mese negli Stati Uniti.

Apple News è disponibile solo negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Canada e in Australia, che sono meno mercati internazionali rispetto ad altri servizi Apple. Gli editori al di fuori di questi paesi possono fornire ad Apple un feed RSS e accedere al programma.

Apple ha assunto redattori umani per curare il suo feed di notizie Apple e per assemblare pacchetti speciali per argomenti come pandemia di coronavirus e le elezioni del 2020.