Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Forti piogge inondano le aree più popolose della Malesia, costringendo alla fuga più di 21.000 persone

Le inondazioni causate dalle forti piogge in Malesia hanno allontanato più di 21.000 persone dalle loro case, chiuso dozzine di strade e interrotto la navigazione.

Più di 66.000 agenti di polizia, esercito e vigili del fuoco in tutto il paese sono stati mobilitati per aiutare a salvare le persone bloccate dalle acque alluvionali e portarle nei rifugi, ha detto il primo ministro Ismail Sabri Yaqoub in una conferenza stampa sabato in tarda serata.

Ismail ha poi detto ai giornalisti a Selangor, lo stato più ricco e popoloso della Malesia e uno degli stati più colpiti, che 15.000 persone erano state evacuate in più di 100 centri di soccorso.

Ha detto che la pioggia durante l’ultimo giorno è equivalente alla pioggia totale per un mese in condizioni normali.

Le inondazioni in Malesia sono comuni durante la stagione monsonica annuale tra ottobre e marzo, in particolare sulla costa orientale del paese.

Ma la pioggia torrenziale iniziata venerdì mattina e proseguita fino a sabato ha colpito maggiormente lo stato occidentale di Selangor, la regione più ricca e popolosa della Malesia. Nei dintorni della capitale, Kuala Lumpur.

Bagnini e altri in giubbotto di salvataggio guidano e siedono su una piccola barca mentre alcuni la trascinano attraverso acque alluvionali marroni fino al ginocchio.
Alcuni residenti sono stati evacuati in barca.(Afp: Vincent Thean)

“La situazione è un po’ caotica a Selangor ora… In altri stati, i preparativi verranno fatti in anticipo per il monsone. Ma a Selangor, questo è successo all’improvviso”, ha detto Ismail.

Le autorità di Port Klang, la più grande del paese, hanno affermato che le operazioni di spedizione sono state gravemente interrotte dalle inondazioni.

Chiuse anche decine di autostrade e strade.

I video pubblicati sui social media hanno mostrato fiumi sommersi, frane e auto sommerse su strade deserte.

Ashraf Noor Azam, 26 anni, del distretto di Selangor a Shah Alam, ha detto che non si aspettava che la situazione fosse così pericolosa ed è stato costretto a lasciare la sua auto sul ciglio di un’autostrada.

Caricamento in corso

“Dopo quattro ore bloccati senza aiuto e l’alluvione non è migliorata, abbiamo deciso di camminare nell’alluvione”, ha detto in un tweet con un video clip che mostra tre persone che camminano.

Otto dei 16 stati e territori dell’Unione del paese hanno visto i livelli dell’acqua salire a livelli pericolosi sabato, secondo un sito web del governo che tiene traccia degli sviluppi delle inondazioni.

Il dipartimento meteorologico ha avvertito che nel fine settimana continueranno a piovere forti piogge a Selangor, Kuala Lumpur e in diversi stati.

Reuters

READ  L'intervista alla BBC diventa virale con commenti "sempre più concreti"