Maggio 16, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

ESCLUSIVO: Ferrero interrompe l’acquisto di olio di palma dalla malese Sime Darby a causa di problemi di manodopera

KUALA LUMPUR (Reuters) – Il colosso dolciario italiano Ferrero ha dichiarato che smetterà di acquistare olio di palma da Sime Darby (SIPL.KL) dopo che il servizio doganale degli Stati Uniti ha scoperto che un agricoltore malese ha utilizzato il lavoro forzato, in un colpo alla reputazione del produttore di palma. E per la Malesia.

Le pratiche di lavoro nel paese del sud-est asiatico sono state esaminate negli ultimi due anni, con la dogana statunitense che ha bandito sei società, tra cui Syme Darby, per accuse di lavoro forzato. Leggi di più

L’olio di palma, l’olio vegetale più comunemente usato, è un ingrediente importante nella crema spalmabile di cioccolato e Nutella Ferrero Rocher, conferendo ai prodotti premium la loro consistenza morbida e la durata di conservazione.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Abbiamo chiesto a tutti i nostri fornitori diretti di interrompere la fornitura a Ferrero di olio di palma e olio di palmisti provenienti indirettamente da Syme Darby fino a nuovo avviso”, ha detto Ferrero a Reuters via e-mail il 6 aprile.

“Ferrero rispetterà la decisione della US Customs and Border Protection”, ha affermato.

Sebbene Ferrero acquisti relativamente poco del suo olio commestibile da Sime Darby, la sua mossa – dopo simili fermi di Hershey Co (HSY.N) e General Mills Inc (GIS.N) lo scorso anno – è un altro duro colpo per la reputazione di Sime Darby e per la Malesia. , che deve far fronte a crescenti accuse di abusi sul lavoro da parte di lavoratori migranti in vari settori.

Syme Darby ha detto a Reuters di aver adottato misure nel campo dei diritti umani e che tutte le parti interessate impegnate nella sostenibilità potrebbero essere sicure del suo impegno e della sua leadership nel settore. Ha aggiunto che Ferrero non è un cliente.

READ  Il business riceve una spinta dai Campionati Palmetto a Congari كونغ

“Siamo in contatto regolare con tutte le parti interessate chiave, in particolare i clienti che hanno i propri impegni”, ha affermato.

Ferrero, in risposta alle domande di questa settimana da Reuters sui fornitori che hanno ricevuto ordini stop da Syme Darby, ha affermato che non stava acquistando direttamente dalla società malese, che ha affermato che fornisce lo 0,25% dei volumi di olio di palma.

A seguito di una sentenza del 2020 che citava “indicazioni di lavoro forzato” a Syme Darby, la US Customs and Border Protection ha affermato a gennaio di avere prove sufficienti del lavoro forzato e che la merce dell’azienda era soggetta a confisca. Leggi di più

Ferrero ha affermato che i suoi prodotti e marchi negli Stati Uniti hanno smesso di rifornirsi da Sime Darby nel gennaio 2021.

Sime Darby, considerato un leader nella produzione sostenibile di olio di palma, ha promesso “cambiamenti globali” nella sua gestione e in alcune pratiche commerciali dopo la scoperta degli Stati Uniti.

L’olio di palma è uno degli oli vegetali più economici e in più rapida crescita al mondo ed è utilizzato nei prodotti alimentari, cosmetici e biodiesel. Ma l’industria è stata esaminata nel corso degli anni per la diffusa deforestazione nel sud-est asiatico e lo sfruttamento dei lavoratori migranti.

I lavoratori migranti provenienti da paesi come l’Indonesia, l’India e il Bangladesh rappresentano circa l’80% della forza lavoro di olio di palma in Malesia, il più grande produttore mondiale di merce dopo la vicina Indonesia.

Ferrero afferma di utilizzare solo olio di palma certificato e sostenibile. Si procurano l’85% dell’olio di palma dalla Malesia, che tradizionalmente ha una reputazione migliore dell’Indonesia per la sua sostenibilità.

(Segnalazione di Mi Mi Choo) Montaggio di William Mallard

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.