Maggio 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Brookfield supera la pensione delle telecomunicazioni australiane del Canada

La gente cammina a Brookfield Place fuori Bay Street il giorno dell’assemblea generale annuale degli azionisti di Brookfield Asset Management a Toronto, 7 maggio 2014.Mark Blench/Reuters

Brookfield Asset Management BAM-AT fa parte di un consorzio che ha vinto un’offerta per acquisire una società di telecomunicazioni australiana con un accordo da 3,4 miliardi di dollari.

Brookfield Australia, una unità di Brookfield Infrastructure Partners, si unisce al gestore del fondo Morrison & Co per acquistare Uniti Group Ltd. , che giovedì ha dichiarato che raccomanderà l’accordo ai suoi azionisti. L’accordo include una clausola “no shop” che gli impedisce di chiedere offerte più grandi e una commissione di risoluzione dell’affare se l’affare fallisce.

L’offerta si aggiunge a un’offerta precedente di un gruppo che includeva il Canadian Public Sector Pension Investment Board, che gestisce oltre 200 miliardi di dollari per molti dipendenti federali. PSP si è unita a Macquarie Asset Management per questo spettacolo.

Uniti, con sede ad Adelaide, fornisce servizi alle aziende e ai consumatori e ha registrato vendite per 215 milioni di dollari australiani (201 milioni di dollari) negli ultimi 12 mesi, secondo S&P Global Market Intelligence.

Ma per Brookfield, la vittoria dell’Australia è stata offuscata dalla prospettiva di perdere un altro accordo che sarebbe stato la seconda acquisizione più grande al mondo finora quest’anno.

La famiglia italiana Benetton e il fondo di investimento statunitense Blackstone hanno dichiarato giovedì di aver proposto un’offerta pubblica di acquisto da 58 miliardi di euro (79 miliardi di dollari) per la società infrastrutturale italiana Atlantia, per renderla privata ed evitare un’offerta di Brookfield per l’operatore aeroportuale e autostradale.

READ  Trascrizione degli appunti di Pelosi in occasione di una foto con Mario Draghi, Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana

L’Edizione della famiglia Benetton possiede un terzo di Atlantia. La famiglia Benetton ha dichiarato la scorsa settimana di essere in trattative con Blackstone dopo aver rifiutato un approccio dei fondi di investimento Global Infrastructure Partners e Brookfield per acquisire Atlantia e cedere le concessioni autostradali al gruppo di costruzioni spagnolo ACS di Florentino Perez.

Uno degli obiettivi era preservare l’integrità e l’identità italiana di Atlantia, ha affermato Alessandro Benetton, presidente della holding di famiglia Edizione da gennaio, aggiungendo di aver trovato Blackstone come partner e investitore a lungo termine.

Benetton e Blackstone hanno dichiarato giovedì che avrebbero offerto 23 euro per azione, un premio del 24,4% rispetto al prezzo dell’azione il 5 aprile, prima che le speculazioni sull’offerta alimentassero guadagni. Il premio aumenta se si tiene conto di una proposta di rendimento.

Blackstone, che fa anche parte di un consorzio guidato dall’istituto di credito statale italiano e dovrebbe completare l’acquisto di opere autostradali locali ad Atlantia il prossimo mese, ha affermato di credere nella forza dell’economia italiana e nelle opportunità future che presenterà .

Questo sarà il secondo più grande accordo di fusione e acquisizione a livello globale quest’anno dopo l’acquisizione da 69 miliardi di dollari di Activision Blizzard da parte di Microsoft.

Segnalato da Reuters.

Il tuo tempo è prezioso. Ricevi la nostra newsletter sui principali titoli aziendali facilmente recapitata nella tua casella di posta al mattino o alla sera. Registrati oggi.