Ottobre 25, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Con l’inizio delle misure di emergenza per il coronavirus emergente, gli indonesiani “gridano” | Notizie sulla pandemia del virus corona

Giacarta, Indonesia Dalla mattina fino a mezzanotte, Suhairman ei suoi colleghi falegnami lavorano al caldo – segando, levigando e dipingendo.

Con le misure di emergenza COVID-19 che iniziano sabato sull’isola più popolosa dell’Indonesia di Giava e sull’isola turistica di Bali, molte aziende sono più tranquille del solito poiché a milioni di persone è stato chiesto di lavorare da casa, ma non in questo laboratorio all’aperto nella capitale dell’arcipelago, Giacarta .

Con l’aumento del numero delle vittime del COVID-19, c’è un urgente bisogno di bare.

“Siamo di fretta”, ha detto Suhairman. “Le persone stanno aspettando le bare, quindi dobbiamo agire rapidamente. Le famiglie dei morti stanno aspettando”, ha aggiunto.

“Prima del COVID, non avevamo bisogno di lavorare sodo. Non avevamo nemmeno degli obiettivi su quanti ne dovevamo raggiungere ogni giorno. Ma ora dobbiamo soddisfare la domanda”.

A Giacarta, sulla costa nord-occidentale di Giava, gli operatori funebri si estendono al limite. Le bare di nuova costruzione vengono impilate su camion e inviate agli ospedali di tutta la città.

A causa dell’aumento del carico di lavoro, Suherman guadagna $ 30 in più ogni mese rispetto a prima della pandemia.

“Non mi importa se il reddito diminuisce, voglio solo che COVID vada via”, ha detto. “Mi dispiace così tanto per tutte queste famiglie”.

Nel centro di Jakarta, le bare di nuova costruzione vengono ammassate su camion e inviate agli ospedali di tutta la città. [Jessica Washington/Al Jazeera]

Sabato, l’Indonesia ha registrato un aumento giornaliero record di quasi 28.000 casi di COVID-19, di cui quasi 10.000 a Giacarta. Il bilancio delle vittime totale confermato nel paese, il paese più colpito del sud-est asiatico, ha superato le 60.000.

Gli esperti avvertono che è probabile che questi numeri siano sottostimati a causa dei bassi tassi di test del paese.

READ  Sir Peter Cosgrove afferma che il potente esercito cinese sta mettendo in crisi gli Stati Uniti

Il ministero della Salute ha affermato che l’aumento della trasmissione è stato causato dall’aumento della mobilità durante le vacanze di Eid al-Fitr, nonché dalla presenza del tipo delta di coronavirus altamente contagioso, che è stato rilevato per la prima volta in India.

Di fronte a una crescente crisi sanitaria, il presidente indonesiano Joko Widodo ha annunciato giovedì una serie di misure di contenimento del coronavirus, che saranno in vigore almeno fino al 20 luglio.

In base alle restrizioni, i luoghi pubblici come centri commerciali e ristoranti rimarranno chiusi, tutti i lavoratori non essenziali devono lavorare da casa e i viaggiatori domestici devono mostrare la prova della vaccinazione e dei risultati della PCR.

“Questa situazione ci ha costretto a compiere passi più decisivi, quindi insieme possiamo prevenire la diffusione di COVID-19”, ha affermato Widodo.

“Chiedo alle persone di essere calme e vigili. Bisogna rispettare i regolamenti, essere disciplinati nel seguire i protocolli sanitari e sostenere il lavoro del governo”.

Mi sento completamente solo

La ferocia di questa attuale ondata di casi ha cambiato per sempre migliaia di famiglie e ha sollevato interrogativi su quante vite avrebbero potuto essere salvate se le misure di emergenza e i protocolli più severi fossero stati attuati prima.

Monis Rnawati, 36 anni, di Kudos, Central Java, ha perso i suoi genitori nel giro di una settimana. Ha detto di essere rimasta scioccata dalla rapidità con cui le loro condizioni si sono deteriorate.

“All’inizio era mia mamma. Ha avuto i brividi e poi ha perso la voce. Non pensavamo fosse COVID, ma poi è diventata insensibile.

“Mi sento completamente solo ora. Ora se ne sono andati, noi siamo persi. Non sappiamo cosa fare dopo”.

READ  La megattera ingoia i conducenti al largo del Massachusetts e la sputa fuori

Fuori dal deposito di ossigeno a South Jakarta, la crisi negli ospedali della città è palpabile.

Tra le persone in coda ci sono persone i cui cari sono stati allontanati dagli ospedali, nonostante malati e bisognosi di cure, a causa di problemi di capacità.

“Ho bisogno di riempire questa bombola di ossigeno perché mio padre ha difficoltà a respirare”, ha detto Sari Anugra mentre si metteva in fila fuori.

“Non è stato accettato. Continuavano a rifiutarci, anche il pronto soccorso… Sta all’ospedale prenderlo o no. Quindi dobbiamo prenderci cura di lui a casa”.

Per la pneumologa Erlena Burhan, pensare alle famiglie che cercano disperatamente di prendersi cura dei propri cari le fa “sentire da piangere”.

“Molte persone vorrebbero essere ricoverate e isolate, ma non abbiamo abbastanza spazio”, ha detto il medico, che lavora al Persahpatan Hospital, uno degli ospedali per il trattamento del COVID-19 nominati dal governo.

“Alcuni dipendenti hanno COVID-19 e hanno bisogno di riposo e quarantena a casa. Abbiamo meno dipendenti ora, ma più pazienti. È surriscaldato. È frustrante”.

Pur accogliendo con favore le nuove misure di emergenza, Erlena ha affermato che il governo dovrebbe andare oltre.

“E’ un po’ tardi. Ma meglio tardi che mai… direi che ci serve più di quello che c’è in offerta”.

Il tasso di occupazione dei letti nel suo ospedale è superiore al 90% e l’unità di terapia intensiva è al completo.

“Le persone che conosco chiedono aiuto… chiedono un letto per i loro parenti… ma non posso fare a meno. Mi sento male”, ha detto.

“Anche all’interno del nostro gruppo di medici, diciamo, faremmo meglio a non ammalarci perché non abbiamo nemmeno spazio nel nostro ospedale”.

READ  La miracolosa trasformazione del virus Corona giapponese sconcerta gli esperti