Luglio 30, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Allarme! “Piccolo Pearl” fa scalpore in Italia, ma non gioca per la Romania da 3 anni. Corbanu e Donilio sono rumeni persi dalla FRF a marzo

I talentuosi ragazzi della Romania stupiscono le squadre juniores dei club ai migliori campionati europei. Al fine di rappresentare le opzioni per un rappresentante dei giovani o un primo rappresentante, devono essere monitorate solo dalla FRF e convocate nei comitati nazionali.

Altrimenti, alcuni scelgono altre nazionalità. Ha pochi contatti con la Romania e non dà l’impressione che ci vorrà molto impegno per sconfiggerli.

Donilio e Corbanu hanno perso contro la Romania a marzo

La FRF segnala due gravi fallimenti nella gestione di queste situazioni a marzo. Theo Corbanu (18), attaccante di destra, Un membro degli juniores più talentuosi del Wolverhampton e della prima squadra della Premier League, ha fatto il suo debutto per la nazionale maggiore del Canada.

La Romania ha perso contro Flavius ​​Daniel. Il 19enne difensore centrale, nato in Austria da genitori rumeni, ha giocato 21 partite in Ligu 1 con il Nizza in questa stagione. Il francese lo ha comprato dopo essere stato il capitano del Bayern Monaco nella juniores. A marzo Danilouk ha debuttato con la nazionale giovanile austriaca.

“Piccolo Pearl”, due scelte in tre anni

L’ultimo giovane a suscitare scalpore in una squadra importante è stato Andre David, o “Piccolo Pearl”, soprannominato dalla stampa italiana. La somiglianza con l’ex stella della Fiorentina è logica, dopo i recenti sviluppi. David ha segnato 5 gol nelle ultime 3 partite, 4 per l’ultima vittoria della sua squadra con la Piorentina U18, 4-3 con gli Juniores del Genoa. Inoltre, suona “Numero 10” e ha una tecnica insolita, trovata nel segnare gol e il suo idolo Adrian Pearl.

Andre David ha compiuto 18 anni a gennaio, nonostante sia uno dei migliori juniores in Bielorussia, l’ultima chiamata per una squadra di junior dalla Romania è avvenuta 3 anni fa.

READ  La Svizzera rimuove 12 paesi dal suo elenco di paesi ad alto rischio, così come parti dell'Italia e dell'Austria
Andre David con il suo idolo Adrian Pearl

“Volevo essere come una perla perché ero piccola”

– Andre, congratulazioni per l’ultima partita. Le tue vittorie sono arrivate anche in Romania. Ti piace questo?
– Sono molto felice. Sono stato infortunato per 4 mesi e mi sono pentito di non aver giocato. Sono entrato con una grossa “grandine” (nessuna certezza). Con un po ‘di fortuna sono riuscito a segnare. Ho un gol con la Roma e quattro con il Genoa. Stavo soffrendo, ma sono contento di averlo fatto.

– “Piccolo Pearl” è stato scritto dagli italiani. Pensi di avere uno stile simile?
– Sì, ho lo stesso personaggio, lo stesso livello di gioco. Ho visto che aveva anche visione e tecnica. Non sto dicendo che gli somiglio. Dovremmo “adorare” un evento chiamato Adrian Pearl. Come la Romania, questa qui ha una buona immagine. Ma sono sulla strada giusta. Volevo essere come lui fin dalla giovane età.

– Hai mai parlato con Adrian Pearl?
– Affatto. Sono andato a una partita quando ero piccolo e gli ho stretto la mano.

“Voglio giocare solo per la Romania”

– Come sei arrivato alla Fiorentina?
– Ho suonato al Bucharest Jr. e poi mio padre e mia madre hanno lavorato qui. Ho giocato qui per una squadra chiamata Scondichi, che mi ha portato alla Fiorentina dopo 8-9 mesi. Sono venuto qui 9 anni fa.

– Hai giocato per la nazionale rumena?
– Sono stato convocato per due atti e ho giocato due partite con la Nazionale under 16. Ho 15 anni.

– Quando sei da solo in Fiorentina, non pensi che sia un po ‘piccolo?
“Non so perché non sono stato invitato.” Non sono affari miei. Se mi chiamano, sarò felice di andare.

READ  Chi vincerà la finale di Euro 2020 tra Inghilterra o Italia? I nostri esperti stanno facendo la loro scala

– Se ti capita di scegliere con quale nazionale giocare, penserai anche all’Italia?
– Affatto. Voglio giocare solo per la Romania. Se mi chiama Italia, non andrò.

Apprezzato dal Presidente della Fiorintina

– Quanto velocemente pensi di poter presentare la tua serie?
“Se solo avessi un fisico migliore adesso.” Ma così, penso che sarò pronto tra un anno al massimo. Lo tengo. Me lo dicono tutti.

– Hai mai parlato con l’allenatore della prima squadra?
– No, ma dopo che ho segnato quattro gol con il Genoa, è venuto a parlare con me il leader di Fierndina. Mi ha detto di tenere la testa al di sopra che sarei stato lì tra un po ‘.