Febbraio 27, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

MG XPower SV: ricorda la selvaggia auto sportiva anglo-italiana alimentata da un motore V8 americano

MG XPower SV: ricorda la selvaggia auto sportiva anglo-italiana alimentata da un motore V8 americano

Parzialmente assemblata in Italia, la SVT Mustang Cobra XPower SV con carrozzeria in fibra di carbonio era una delle auto sportive più distintive della MG.

Nel corso dei suoi 100 anni di storia, MG ha cambiato proprietario più volte di qualsiasi altra casa automobilistica britannica.

Tuttavia, l’azienda si affermò come uno dei principali produttori di auto sportive della Gran Bretagna negli anni ’50, ’60 e ’70 con modelli distintivi come la MGA o la MGB.

Negli anni ’90 la MG venne acquistata dalla BMW, e durò solo pochi anni, i colossi automobilistici tedeschi cedettero il marchio MG e la licenza Rover al Consorzio Phoenix, creando il Gruppo MG Rover.

Questa entità (che esisteva solo da cinque anni) divenne l’ultimo produttore di automobili di produzione di massa di proprietà locale nell’industria automobilistica britannica.

Il nuovo modello di punta di MG

Immagine: MG Motor UK Ltd

All’inizio, MG Rover acquistò la casa automobilistica italiana Qvale. L’acquisizione diede al gruppo le risorse necessarie per sviluppare un’auto sportiva moderna, quindi furono messi in atto i piani per una nuova ammiraglia MG.

Presentato sotto forma di concept al Motor Show di Francoforte del 2001 e basato sull’esistente Qvale Mangusta, il nuovo modello con nome in codice X80 fu accolto con sentimenti contrastanti.

Molti sostenevano che mancasse di linee abbastanza aggressive da renderla davvero sorprendente e darle una possibilità sul mercato rispetto alle auto sportive più affermate.

Alla fine, i progettisti della MG sono giunti alla stessa conclusione, quindi sono tornati al tavolo da disegno.

Progettato dall’uomo dietro la vettura McLaren F1

Per contribuire a rendere la nuova vettura sportiva più aggressiva e attraente, Peter Stevens, responsabile del design presso MG Rover Group, ha deciso di disegnare una carrozzeria completamente nuova.

Stevens, che faceva parte del team di progettazione che creò la leggendaria vettura McLaren F1, progettò una nuova carrozzeria con passaruota, minigonne e paraurti più ampi.

Ribattezzato XPower SV, il modello ora sembra un’auto da corsa omologata per la strada. Fu nuovamente presentato al pubblico nel 2002 e, poiché ottenne una risposta più positiva, MG decise di iniziare la produzione per l’anno modello 2003.

Mentre la carrozzeria era nuova, il telaio è stato ripreso dalla X80 e dalla Qvale Mangusta. Sviluppato in Italia, è dotato di sospensioni indipendenti con doppi bracci trasversali, molle elicoidali e barre antirollio su entrambe le estremità.

L’impianto frenante è stato progettato dalla Brembo ed è costituito da dischi ventilati su tutte le ruote muscoli dello stomaco e controllo della trazione.

Vengono creati prendendo in prestito molti componenti da modelli esistenti

MG X Power SV

Foto: Collezionare automobili

La carrozzeria ispirata alle auto da corsa è stata prodotta nel Regno Unito in fibra di carbonio e poi spedita in Italia per la prima parte dell’assemblaggio.

Sebbene il telaio fosse completamente nuovo, la MG XPower SV utilizzava un numero sorprendente di componenti di modelli esistenti per ridurre i costi di produzione.

Gli esempi includono fari e fanali posteriori presi in prestito dalla Fiat Punto e dalla Fiat Coupé di seconda generazione.

Inoltre, le maniglie delle porte esterne provenivano dalla MG TF, mentre gli specchietti esterni, i comandi dei finestrini interni e le maniglie delle porte provenivano dalla Rover 75.

READ  La rosa dell'Italia per Euro 2021: chi sono i giocatori selezionati?

Alimentato da Ford V8

MG X Power SV

Foto: Collezionare automobili

Oltre ai componenti sopra menzionati, la nuova vettura sportiva di punta della MG ha anche preso in prestito la trasmissione dal modello attuale.

Come la Qvale Mangusta, la SV standard è dotata di alluminio DOHC Sotto il cofano di questa SVT Mustang Cobra del 1999 si trova un Ford Modular V8 a quattro valvole da 4,6 litri.

Il V8 ha una potenza nominale di 320 CV e 302 lb-ft (410 Nm) di coppia, consentendo all’XPower SV di accelerare fino a 60 mph (97 km/h) in 5,3 secondi e raggiungere una velocità massima di 165 mph (266 quante ore ).

X-Power SV-R

MG X Power SV\-R

Immagine: MG Motor UK Ltd

Come puoi vedere nella recensione di Top Gear qui sotto pubblicata su YouTube da Van Inhalin, l’XPower SV era tutt’altro che perfetto. Tuttavia, è stata un’emozione assoluta guidare.

Ma MG non si fermò qui e nel 2004 fu introdotta una versione più potente chiamata XPower SV-R.

Con la versione Modular da 385 CV, la SV-R può accelerare da 0 a 60 mph (97 km/h) in 4,9 secondi. Naturalmente anche la velocità massima è migliorata, raggiungendo i 282 km/h.

Non è riuscito a raggiungere il suo potenziale

MG X Power SV

Immagine: MG Motor UK Ltd

Nonostante fosse un’ottima vettura sportiva, i difetti qualitativi e gli alti costi di produzione della XPower SV le impedirono di competere testa a testa in termini di vendite con Porsche, Ferrari e Lamborghini dell’epoca.

Mentre l’azienda cercava di ridurre i costi di produzione utilizzando componenti di modelli esistenti, ogni vettura doveva viaggiare dall’Italia all’Inghilterra, fermandosi in sei diverse strutture nel processo.

READ  Stadio Luigi Ferraris: Anteprima di Genoa-Frosinone (19/12/22): Serie B dove vedere i risultati di oggi in diretta

Tutto questo avanti e indietro ha fatto sì che l’assemblaggio delle auto richiedesse molto tempo. Inoltre, spostare ciascuna vettura in sei diversi stabilimenti aumentò significativamente i costi di produzione e si rivelò una delle tante decisioni discutibili che rafforzarono la fiducia del gruppo MG Rover a soli cinque anni dalla sua fondazione.

A seconda della versione, l’XPower SV aveva un prezzo da £ 75.000 o £ 90.000. Questo era più di molti modelli concorrenti che offrivano una migliore qualità costruttiva e, in alcuni casi, più potenza.

MG XPower SV oggi

MG X Power SV

Foto: Collezionare automobili

Dal 2003 al 2005, MG ha costruito solo circa 95 esemplari, inclusi prototipi, SV e SV-R.

La maggior parte delle auto vendute nel Regno Unito provenivano da celebrità come Rowan Atkinson (aka Mr Bean), che pagava un prezzo elevato per il privilegio di possederne una. Anche i modelli con guida a sinistra furono acquistati da acquirenti europei e almeno uno fu consegnato negli Stati Uniti.

Oggi, una MG a basso chilometraggio

Considerando il prezzo di partenza, la rarità e l’affidabilità del propulsore, attualmente è un vero affare per chi cerca un diverso tipo di auto sportiva.

Sebbene non abbia avuto il successo e la popolarità che avrebbe potuto avere, la MG XPower SV rimane una grande vettura sportiva euroamericana che vale la pena ricordare.