Agosto 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’italiana Eni spera di sostituire il gas russo entro il 2025

L’ingresso alla raffineria di petrolio di Eni è stato visto a Taranto, nel sud Italia, il 21 settembre 2018. REUTERS/Alessandro Bianchi/file foto

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

MILANO, 29 lug. (Reuters) – Il gruppo energetico italiano Eni ( ENI.MI ) spera di sostituire completamente le importazioni di gas russe entro il 2025 poiché l’incertezza sulle forniture energetiche di Mosca all’Europa costringe i Paesi a cercare fonti alternative.

Dopo aver firmato nuovi accordi di fornitura di gas con Algeria, Egitto e Congo all’inizio di quest’anno, Eni vede emergere ulteriori opportunità in altri Paesi oltre che nel proprio Paese, tra cui Libia, Angola, Mozambico e Indonesia.

Gli sforzi sono progettati per garantire fino al 100% dei 20 miliardi di metri cubi di esportazioni annuali di gas della Russia verso il mercato italiano entro il 2025, ha affermato il gruppo venerdì.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Secondo il piano, l’Algeria dovrebbe fornire altri 6 miliardi di metri cubi (bcm) di gas entro il 2023, raggiungendo i 9 miliardi di metri cubi nel 2024, ha affermato Eni in una presentazione post-risultati.

“Recentemente abbiamo scoperto il gas in Algeria… stiamo lavorando bene con Sonatrac (dell’Algeria) in un buon coordinamento, quindi possiamo accelerarlo e aumentarlo”, ha detto l’amministratore delegato di Eni durante una conference call con gli analisti.

Eni, il cui partner principale è lo Stato italiano, è uno dei maggiori acquirenti all’ingrosso di gas russo.

La russa Gazprom ( GAZP.MM ) fornisce a Eni meno gas di quanto richiesto da metà giugno, ei paesi europei temono che possa interrompere del tutto le forniture nei prossimi mesi.

READ  L'Italian American Museum of Cleveland apre a Little Italy

Eni ritiene che la sua divisione Global Gas e LNG Portfolio (GGP) avrà almeno un flusso di cassa libero nel 2022, anche se Mosca interromperà le sue forniture di gas da questo inverno, ha affermato il direttore del GGP Christian Signoretto dopo che il gruppo ha riportato risultati del secondo trimestre migliori del previsto. leggi di più

Eni riceve attualmente circa 27 milioni di metri cubi di gas russo al giorno, in linea con la guida GGP per il 2022 per un utile operativo di 1,2 miliardi, ha affermato Signoretto.

Eni prevede che le tasse straordinarie italiane e britanniche ammonteranno a 800 milioni di euro (814 milioni di dollari) per il gruppo.

($ 1 = 0,9830 euro)

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Reportage di Francesca Landini e Keith Weir; Montaggio: Maria Pia Quaglia e David Holmes

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.