Febbraio 27, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L'ex caposquadra Haas Günther Steiner ha condiviso quando la squadra ha annunciato la sua partenza

L'ex caposquadra Haas Günther Steiner ha condiviso quando la squadra ha annunciato la sua partenza

L'ex caposquadra della Haas Gunther Steiner ha recentemente condiviso di essere stato informato della sua partenza dalla squadra statunitense durante le vacanze di Natale.

L'italo-americano è team principal della Haas da quando è entrato in F1 nel 2016. La squadra ha annunciato all'inizio di questa settimana che sarebbe stato sollevato dal suo incarico dopo essere arrivato ultimo nel campionato costruttori per la stagione 2023.

La decisione ha colto tutti di sorpresa poiché non c'era alcun commento di Steiner nel comunicato stampa della squadra. Craig parla con Slater Sky Sport, l'ex capo della Haas ha rivelato di essere stato informato della sua partenza prima dell'inizio dell'anno. Egli ha detto:

“Mi ha telefonato Jean Haas. Ero in Italia durante le vacanze di Natale e mi ha chiamato tra Natale e Capodanno.”

Ha detto che la decisione lo ha sorpreso ma il suo contratto scade alla fine del 2023:

“Nessuno è contento dei risultati del 2023, ma non me lo aspettavo. Sapevo che il rinnovo del mio contratto sarebbe arrivato e poi quando sarebbe arrivato il rinnovo avrebbe potuto non essere rinnovato”.

Gunther Steiner mette in dubbio lo status di “celebrità” di Jean Haas

Avendo dato una svolta alla serie Netflix Drive to Survival, l'ex capo della squadra era una delle poche figure più popolari nel paddock.

Alla domanda se la sua “popolarità” fosse un fattore dietro la sua partenza e l'indebolimento del suo rapporto con Jean Haas, Günther Steiner ha ammesso:

“Non proprio, ma ora che ci penso, sarebbe potuto succedere. Ma alla fine la popolarità ha dato molta visibilità alla squadra e hanno portato buoni sponsor come MoneyGram perché potevano usarlo e gli è piaciuto. [profile].

“Ci sono sempre aspetti positivi e negativi in ​​ogni accordo, quindi ci sono alcuni aspetti positivi e qualcuno potrebbe aver portato degli aspetti negativi. Queste sono cose che non puoi sempre pianificare, perché non sto cercando di trovare una celebrità. Mi è semplicemente successo . Le persone che mi conoscono lo sanno, quindi mi va bene.”

Jean Haas aveva precedentemente notato che l'espulsione di Steiner era puramente performativa e che i fattori esterni non avevano alcun ruolo in essa.

A cura di Sankalp Srivastava