Giugno 15, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Terra potrebbe sperimentare una tempesta geomagnetica “minore” a causa dei recenti potenti brillamenti solari: NOAA

La Terra potrebbe sperimentare una tempesta geomagnetica “minore” a causa dei recenti potenti brillamenti solari: NOAA

Notizia

18 luglio 2023 | 2:31

Le autorità statunitensi hanno emesso un avviso di tempesta geomagnetica minore per il pianeta poiché gli scienziati hanno notato forti bagliori sul sole durante il fine settimana.

Il Centro per le previsioni meteorologiche spaziali degli Stati Uniti ha affermato che la tempesta potrebbe colpire martedì quando ha emesso il suo orologio temporale “G1” domenica.

Una tempesta geomagnetica si verifica quando c’è uno scambio di energia dal vento solare nell’ambiente spaziale che circonda la Terra, che porta alla rottura della sua magnetosfera, Secondo il centroFa parte della National Oceanic and Atmospheric Administration.

L’amministrazione ha affermato che le tempeste possono creare bellissime aurore ma hanno anche il potenziale per interrompere i segnali radio e i sistemi di navigazione e creare correnti dannose causate dal geomagnetismo nella rete elettrica e nelle condutture.

Il sole è raffigurato nel Joint USAF/NOAA Solar Geophysical Activity Report e SDF Outlook #197 pubblicato il 16 luglio 2023.
SWPC NOAA

Il centro ha monitorato due brillamenti solari venerdì e sabato, indicando che le espulsioni di massa coronale – grandi espulsioni simili a nuvole di plasma e campo magnetico dalla corona del sole – dovrebbero raggiungere la Terra entro martedì.

I proiettili in caduta causerebbero quindi una tempesta geomagnetica, che spesso viene vissuta come una rapida diminuzione della forza del campo magnetico terrestre.

Rapporto NOAA che mostra un’eruzione filamentosa associata a un brillamento solare C8 che potrebbe portare a una tempesta geomagnetica.
NOAA
Il Sole ha prodotto un bagliore di raggi X che ha causato un lieve blackout radio il 17 luglio 2023. Poco dopo, è stata osservata una tempesta di radiazioni solari sul satellite GOES16.
NOAA

L’energia magnetica dura in genere tra le sei e le 12 ore e può danneggiare i satelliti e le apparecchiature di comunicazione, secondo la NASA.

Gli scienziati russi hanno anche monitorato i brillamenti solari durante il fine settimana.

L’Istituto Fedorov di geofisica applicata di Mosca ha affermato che sono possibili brillamenti di classe X, le più grandi esplosioni nei sistemi solari. I brillamenti di classe X possono creare tempeste di radiazioni di lunga durata.

READ  Hubble cattura "l'anello di Einstein"

con filo



https://nypost.com/2023/07/18/earth-may-see-minor-geomagnetic-storm-from-recent-powerful-solar-flares-noaa/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

Copia l’URL di condivisione