Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La NASA ha appena inviato un video di gatti dallo spazio che utilizzano i laser

La NASA ha appena inviato un video di gatti dallo spazio che utilizzano i laser

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie di scoperte affascinanti, progressi scientifici e altro ancora.



CNN

Un esperimento di comunicazione laser volante a bordo La missione psicologica della NASA Ha inviato un video sulla Terra da circa 31 milioni di chilometri di distanza e il breve clip mostra un gatto chiamato Taters. È la prima volta che la NASA trasmette video dallo spazio profondo utilizzando i laser.

Nel Video ultra HDun giocoso gatto soriano arancione, tra tutte le cose, insegue l’inafferrabile punto rosso di un puntatore laser mentre si muove sul divano.

Il video del gatto è stato trasmesso alla Terra da un ricetrasmettitore laser aeronautico come parte dell’esperimento Deep Space Optical Communications, o DSOC. Un giorno questa tecnologia potrebbe essere utilizzata per trasferire rapidamente dati, immagini e video mentre gli esseri umani ampliano i confini dell’esplorazione spaziale avventurandosi in luoghi come Marte.

Il video di 15 secondi è stato codificato utilizzando un laser nel vicino infrarosso e inviato dalla navicella spaziale Psyche al telescopio Hale presso l’Osservatorio Palomar del Caltech. Il video è stato scaricato presso l’osservatorio l’11 dicembre e ogni fotogramma è stato trasmesso in streaming in diretta presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California.

Al momento della trasmissione, la distanza tra la navicella spaziale Psyche e la navicella spaziale Hale era 80 volte la distanza tra la Terra e la Luna. Il laser ha impiegato solo 101 secondi per raggiungere ciascuna Terra.

Il laser può trasmettere dati a una velocità da 10 a 100 volte superiore a quella dei sistemi di onde radio convenzionali utilizzati dalla NASA in altre missioni. La dimostrazione tecnologica è progettata per essere l’esperimento più lontano della NASA nelle comunicazioni laser a larghezza di banda elevata, testando la trasmissione e la ricezione di dati da e verso la Terra utilizzando un laser invisibile nel vicino infrarosso.

READ  Studio: i bambini di madri obese hanno maggiori probabilità di avere una malattia del fegato grasso

“Questo risultato sottolinea il nostro impegno nel far progredire le comunicazioni ottiche come componente essenziale per soddisfare le nostre future esigenze di trasmissione dei dati”, ha affermato in una nota il vice amministratore della NASA Pam Milroy. “Aumentare la nostra larghezza di banda è essenziale per raggiungere i nostri futuri obiettivi esplorativi e scientifici, e attendiamo con ansia il continuo progresso di questa tecnologia e la trasformazione del modo in cui comunichiamo durante le future missioni interplanetarie”.

Lanciata a metà ottobre, la missione Psyche è attualmente sulla buona strada per dare il primo sguardo all’umanità su un asteroide metallico situato tra le orbite di Marte e Giove. La navicella spaziale trascorrerà i prossimi sei anni viaggiando per circa 2,2 miliardi di miglia (3,6 miliardi di chilometri) per raggiungere il suo omonimo, situato nella parte esterna della fascia principale degli asteroidi.

JPL-Caltech/NASA

I membri del team Deep Space Optical Communications guardano il primo video trasmesso dallo spazio con un laser arrivare sugli schermi dei loro computer l’11 dicembre.

Ma il Deep Space Optical Communications Experiment svolge una propria missione durante i primi due anni di volo.

“Uno degli obiettivi è dimostrare la capacità di trasmettere video su larga scala per milioni di miglia. Niente su Psyche genera dati video, quindi in genere inviamo pacchetti di dati di test generati casualmente”, ha affermato Bill Klippstein, project manager DSOC al JPL. dichiarazione. “.

“Ma per rendere questo traguardo ancora più memorabile, abbiamo deciso di collaborare con i designer del JPL per creare un video divertente, che catturi l’essenza della dimostrazione come parte della missione Psyche.”

READ  Scoperta di batteri legati al cancro alla prostata vista come una potenziale svolta | Cancro alla prostata

Il team DSOC ha collaborato con i creativi del DesignLab interno del JPL per decidere quale video volevano testare nello spazio profondo.


Il video, che è stato caricato su DSOC prima del lancio di Psiche, include anche una sovrapposizione grafica che mostra il percorso orbitale di Psiche, la cupola del telescopio Palomar e il colore, la riproduzione e la frequenza cardiaca di Taters.

“Nonostante trasmettesse da milioni di chilometri di distanza, era in grado di inviare video più velocemente della maggior parte delle connessioni Internet a banda larga”, ha affermato in una nota Ryan Rogalin, responsabile dell’elettronica del ricevitore DSOC presso JPL.

“In effetti, dopo che il video è stato ricevuto al Palomar, è stato inviato al JPL tramite Internet e la comunicazione era più lenta del segnale proveniente dallo spazio profondo. Il DesignLab del JPL ha fatto un ottimo lavoro aiutandoci a dimostrare questa tecnologia: tutti amano Taters. ”

A parte la popolarità diffusa di video e meme relativi ai gatti, la decisione di includere un video di gatti all’evento DSOC è anche un omaggio alla storia delle trasmissioni. Secondo la NASA, una statuetta di cartone animato di Felix the Cat è stata utilizzata nelle trasmissioni televisive sperimentali a partire dal 1928.

L’ultimo test di successo dell’esperimento laser segue il completamento del DSOC il 14 novembre Raggiungere ciò che gli ingegneri chiamano “prima luce”, Completando con successo la trasmissione e la ricezione dei suoi primi dati. Da allora, la dimostrazione tecnologica non ha fatto altro che migliorare, mostrando capacità come una migliore risoluzione del segnale, così essenziale quando si inviano messaggi laser dallo spazio alla Terra.

READ  I geologi hanno trovato il "continente perduto" in Argoland

Le elevate velocità di downlink dei dati del laser sono paragonabili a quelle di Internet a banda larga e il team DSOC ha recentemente scaricato 1,3 terabyte di dati in una sola sera, rispetto agli 1,2 terabyte inviati dalla missione Magellan della NASA su Venere in quattro anni negli anni ’90.

“Quando siamo arrivati ​​alla prima luce, eravamo eccitati, ma anche cauti. È una nuova tecnologia e stiamo sperimentando come funziona”, ha detto in una nota Ken Andrews, responsabile delle operazioni di volo del progetto presso il JPL. “Ma ora , con l’aiuto dei nostri colleghi di Psyche, siamo abituati a lavorare con il sistema e possiamo trattenere i veicoli spaziali e le stazioni terrestri più a lungo di quanto potessimo prima. Impariamo qualcosa di nuovo durante ogni spinta.