Agosto 9, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Cina spinge per la riunione dei ministri degli Esteri del Pacifico contemporaneamente al Forum delle Isole del Pacifico

La Cina sta facendo un coraggioso tentativo di partecipare al più importante raduno di alto livello del Pacifico e sta spingendo per un incontro con i ministri degli esteri della regione lo stesso giorno in cui i leader si riuniranno alle Figi per il Forum delle Isole del Pacifico (PIF).

All’ABC è stato detto che Pechino aveva invitato i ministri di tutte le 10 nazioni insulari del Pacifico con cui ha relazioni diplomatiche a un incontro virtuale con il ministro degli Esteri cinese Wang Yi il 14 luglio.

La tempistica è molto controversa in quanto questo è lo stesso giorno in cui i leader del Pacifico terranno il loro ritiro finale alla fine della riunione del Forum delle Isole del Pacifico a Suva, la capitale delle Fiji.

L’incontro dei leader del Forum delle Isole del Pacifico è particolarmente importante quest’anno in quanto è il loro primo incontro di persona dallo scoppio della pandemia nel 2020.

I leader delle Isole del Pacifico stanno a terra insieme
I leader del Pacifico sperano di sanare la spaccatura interna attorno alla leadership attraverso il Forum.(Notizie ABC: Melissa Clark)

Si sono incontrati per l’ultima volta faccia a faccia a Tuvalu nel 2019.

Il forum spera anche di utilizzare l’incontro alle Fiji per sanare una devastante spaccatura interna sulla leadership dopo che un piccolo gruppo di leader ha raggiunto un accordo provvisorio a Suva all’inizio di questo mese.

Si è già mossa per posticipare un dialogo formale di persona con i partner del dialogo PIF – inclusi Stati Uniti e Cina – in parte perché alcuni rappresentanti del Pacifico non vogliono intensificare la concorrenza geostrategica nella regione per influenzare in modo significativo l’incontro alle Fiji.

I leader del Pacifico resistono alla proposta di incontro della Cina

Ma la proposta di Pechino di tenere un proprio incontro con i leader del Pacifico durante il forum sembra indicare che il ministero degli Esteri cinese rimane determinato a portare avanti la sua agenda durante una settimana cruciale di diplomazia regionale.

Un funzionario del governo occidentale ha detto alla ABC che almeno due nazioni insulari del Pacifico stavano resistendo alla proposta perché non pensavano che fosse il momento giusto.

I ministri degli esteri delle Isole del Pacifico hanno incontrato l’ultima volta il ministro cinese solo un mese fa, quando li ha ospitati in un incontro virtuale dalle Fiji nel bel mezzo di un lungo tour nel Pacifico.

Wang è stato costretto a posticipare un accordo regionale di ampia portata economica e di sicurezza con il Pacifico sulla scia di quell’incontro dopo che alcuni paesi avevano sollevato preoccupazioni.

Una schermata di collegamento video mostra un gruppo di ministri degli Esteri in una riunione ufficiale
Alcuni leader del Pacifico avvertono che l’accordo economico e di sicurezza della Cina nella regione potrebbe alimentare la tensione.(AFP/Xinhua)

Il presidente degli Stati Federati di Micronesia, David Panuelo, ha avvertito che l’accordo potrebbe alimentare le tensioni geopolitiche e minare la sovranità del Pacifico, mentre il primo ministro di Samoa, Fiami Naomi Matava, ha indicato che il processo è stato accelerato.

Anna Bowles, esperta del Pacifico della Massey University, ha affermato che “al momento si sa molto poco” dell’incontro, ma sembra far parte dei più ampi tentativi della Cina di mettere da parte il PIF.

“Sembra essere un tentativo di interrompere deliberatamente i meccanismi regionali esistenti a cui la Cina non appartiene”, ha affermato.

“Il proposto accordo economico e di sicurezza tra Cina e Pacifico riflette l’interesse di Pechino nella creazione di meccanismi regionali concorrenti.

READ  Intrappolato nella sua bolla, Xi non lascia la Cina dall'inizio dell'epidemia