Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Consiglio di Amministrazione del Fondo Monetario Internazionale discute con l’Italia l’Articolo 2021 IV

Washington, DC: il 26 maggio, il Comitato esecutivo del Fondo monetario internazionale (FMI) ha concluso la consultazione della Sezione IV Section [1] Con l’Italia.

L’epidemia di COVID-19 ha inferto un duro colpo al popolo italiano e alla sua economia. Il PIL è diminuito di quasi il 9% entro il 2020, il calo maggiore per i servizi ad alta intensità di contatto. Le risposte politiche immediate e decise delle autorità italiane, insieme alle risposte finanziarie e monetarie integrate a livello europeo, sono state introdotte per mitigare l’impatto economico. Un’importante espansione finanziaria ha fornito longevità al reddito per case e aziende, fornendo anche un supporto completo del flusso di cassa, compreso un divieto di servizio di credito e credito garantito dal governo. È stato introdotto il divieto di licenziamento. Queste misure hanno contribuito a preservare la struttura dell’economia, ma possono anche coprire l’entità della debolezza della salute finanziaria delle imprese, la recessione del mercato del lavoro e la qualità del credito.

L’epidemia ha interrotto una ripresa più lenta e incompleta dalla doppia recessione che ha seguito la crisi finanziaria globale e del debito dell’eurozona. Nell’ultimo decennio, la produttività ha continuato a ristagnare, il rapporto debito pubblico/PIL si è spostato a livelli più elevati e le disparità di reddito regionali si sono ampliate. Nonostante i significativi progressi nella riduzione dei crediti deteriorati delle banche, i tassi sui crediti deteriorati sono rimasti al di sopra della media dell’area dell’euro. Inoltre, l’esposizione delle banche italiane alla sovranità interna è elevata.

Le prospettive economiche dipendono dal corso dell’epidemia, dall’entità del cambiamento strutturale che crea e dall’efficacia delle politiche economiche e di salute pubblica. La ripresa sarà supportata dalla campagna di vaccinazione in corso e da ingenti investimenti nell’ambito del Programma nazionale pluriennale di ripresa e recessione (NRRP) del governo, finanziato dalla prossima generazione di risorse dell’UE, principalmente per migliorare le infrastrutture sanitarie e sociali e sostenere le riforme strutturali. Si prevede che il PIL crescerà di circa il 40% entro il 2021, mentre l’aumento dei costi di investimento supererà la crescita nei prossimi anni. Tuttavia, le cicatrici economiche a lungo termine sono significative. I rischi sono strettamente correlati alla misura in cui il virus è stato sconfitto e i risparmi diminuiscono e a lungo termine, salvaguardando condizioni finanziarie favorevoli, un’adeguata adeguatezza dell’attuazione del NRRP e mantenendo lo slancio politico per le riforme strutturali. La materializzazione di questi rischi a lungo termine potrebbe esacerbare gli impatti già elevati sul debito pubblico.

READ  Per la gioia dei politici europeisti, l'Italia attende di risolvere la crisi di Mario Draghi

Valutazione del consiglio [2]

I direttori esecutivi hanno elogiato le autorità italiane ed europee per le loro politiche forti e decisive nel mitigare l’impatto sociale ed economico dell’epidemia. Hanno notato che, nonostante la grande incertezza, si prevede una forte ripresa nel 2021 con il proseguimento delle vaccinazioni. Sarà necessario un supporto continuo della politica fino a quando il ripristino non sarà imminente. L’attuazione rapida ed efficace delle riforme strutturali sarà fondamentale per massimizzare la crescita potenziale, alimentare un’economia verde, digitale e onnicomprensiva e sostenere gli investimenti nell’ambito del piano nazionale di ripresa e recessione.

Gli amministratori hanno raccomandato che la politica monetaria continui a controllare l’impatto economico delle epidemie attraverso misure temporanee e mirate, con un piano credibile per ridurre significativamente i tassi del debito pubblico nel medio termine. Hanno notato che il piano delle autorità per rafforzare l’economia e le finanze pubbliche attraverso un importante piano di investimenti sosterrebbe una finestra temporanea di sviluppo post-epidemia e condizioni finanziarie favorevoli. Hanno incoraggiato la rapida adozione di riforme che hanno stimolato la crescita, aumentando al tempo stesso l’efficienza e l’equità della spesa pubblica e dei sistemi fiscali.

Gli amministratori hanno sottolineato la necessità di sostenere la salute finanziaria delle potenziali società. Le risorse statali possono aiutare a mobilitare gli investimenti privati ​​e il settore privato svolge un ruolo chiave nel determinare la credibilità. Saranno importanti anche procedure rapide per la ristrutturazione del debito e la liquidazione delle società di disabilità.

Amministratori Il dipartimento finanziario è stato flessibile, ma garantisce un attento monitoraggio. Suggerito di continuare a sostenere il credito bancario, ma con obiettivi migliorati. Importanti sono gli incentivi per il prestito prudente e l’aggiornamento dei controlli del mutuatario per eventuali proroghe della sospensione del prestito. Gli amministratori hanno sottolineato la necessità di una migliore comprensione della qualità del credito e la necessità di classificare, erogare e risolvere rapidamente debiti complessi.

READ  L'Italia prevede di riaprire a partire dalla fine di aprile

I registi hanno notato che i guadagni del mercato del lavoro dovrebbero riprendere una volta che la crisi sanitaria si sarà placata e il divieto di tiro sarà revocato. Programmi di sviluppo completi, comprese le riforme del mercato del lavoro e il miglioramento delle reti di sicurezza sociale, saranno fondamentali per aumentare la produttività, trasformare i lavoratori in settori in espansione e portare più donne e giovani nella forza lavoro.

I direttori hanno accolto con favore l’opportunità offerta dalla prossima generazione di risorse dell’UE di sostenere un’economia più verde e più equa. Hanno sottolineato che gli investimenti pubblici dovrebbero essere accompagnati da un’immediata modernizzazione della pubblica amministrazione e della magistratura, appalti pubblici efficienti, una migliore governance degli investimenti pubblici e la riduzione degli ostacoli alla concorrenza.

Italia: indicatori economici selezionati

2017

2018

2019

2020

2021

2022

Economia reale (variazione percentuale)

PIL reale

1.7

0.9

0,3

-8.9

4.3

4.0

Domanda interna finale

1.5

1.2

0.2

-8.1

4.5

3.6

Esportazione di beni e servizi

5.4

2.1

1.6

-13.8

9,5

9.0

Importazione di beni e servizi

6.1

3.4

-0.7

-12,6

9.6

9,5

Prezzi al consumo

1.3

1.2

0.6

-0.1

0.8

1.0

Tasso di disoccupazione (percentuale)

11.3

10.7

10.0

9.3

10.3

11,6

Finanza pubblica

Indebitamento netto della Pubblica Amministrazione / Debito 1 /

-2.4

-2.2

-1.6

-9,5

-11. 8

-6.0

Saldo complessivo della struttura (percentuale del PIL)

-1.7

-1.8

-1.0

-6.0

-8.0

-4.5

Debito totale della Pubblica Amministrazione 1 /

134.1

134.4

134.6

155.6

159.9

157.9

Bilancia dei pagamenti (percentuale del PIL)

Saldo del conto corrente

2.6

2.6

3.3

3.7

3.5

3.1

Bilancia commerciale

2.9

2,5

3.4

3.8

3.5

3.1

Tasso di trasferimento

Regola della velocità di trasferimento

Membro dell’UEM

Tasso di cambio (da valuta nazionale a dollaro USA)

0.9

0.8

0.9

0.9

Tasso effettivo nominale: basato su CBI (2000 = 100)

100.9

103.8

102.8

Fonti: Autorità nazionali; E calcoli del personale del Fondo monetario internazionale.

1 / per cento del PIL.


[1] Ai sensi della sezione IV degli articoli contrattuali del Fondo monetario internazionale, il Fondo monetario internazionale tiene generalmente ogni anno discussioni bilaterali con i suoi membri. Una squadra del personale visita il paese, raccoglie informazioni economiche e finanziarie e discute gli sviluppi economici e le politiche del paese con i funzionari. Al rientro in sede, il personale redige una relazione, che costituisce la base della discussione consiliare.

READ  Un anno dopo il primo blocco in Europa, l'Italia diventa il primo paese dell'UE a superare 100.000 morti a causa del COVID-19

[2] Al termine della discussione, il Direttore Esecutivo, in qualità di Presidente del Consiglio, riassume le opinioni degli Amministratori Delegati e tale sintesi viene trasmessa alle autorità del Paese. Ecco una descrizione di tutti i giocatori qualificati utilizzati nei riepiloghi: https://www.IMF.org/external/np/sec/misc/qualifiers.htm .

/ Rilascio pubblico. Questo materiale proviene dal sistema di origine e può essere di natura punto-tempo, modificato per chiarezza, andatura e lunghezza. Vedi per intero Qui.