Settembre 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I ricercatori del Brigham e del Women’s Hospital affermano che il cancro negli adulti sotto i 50 anni è “significativamente” aumentato

I tumori a esordio precoce, quelli diagnosticati prima dei 50 anni, stanno diventando più comuni con ogni generazione. Questo secondo una nuova ricerca del Brigham and Women’s Hospital. Una persona nata nel 1960 corre un rischio maggiore di essere diagnosticata prima dei 50 anni rispetto a una persona nata nel 1950. Gli scienziati ritengono che le persone siano vulnerabili a fattori di rischio come il consumo di alcol, cibi pesantemente trasformati e la mancanza di età. L’ospedale spera di collaborare con gruppi di ricerca internazionali per

I ricercatori del Brigham e del Women’s Hospital affermano che il cancro negli adulti sotto i 50 anni è “significativamente” aumentato


L’incidenza dei tumori precoci, diagnosticati prima dei 50 anni, compresi quelli del seno, del colon, dell’esofago, dei reni, del fegato e del pancreas, è aumentata negli ultimi decenni, secondo i ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston. Gli scienziati hanno condotto analisi approfondite dei dati disponibili in letteratura e su Internet, comprese le informazioni sull’esposizione precoce della vita, che potrebbero aver contribuito a questa tendenza nel tentativo di capire perché a un numero maggiore di giovani viene diagnosticato il cancro. “Dai nostri dati, abbiamo osservato qualcosa chiamato effetto del gruppo di nascita. Questo effetto mostra che ogni gruppo successivo di persone nate più tardi (ad esempio, un decennio dopo) ha un rischio maggiore di sviluppare il cancro più avanti nella vita, probabilmente a causa dei fattori di rischio sono stati esposti in giovane età”, ha affermato Shoji Ogino, MD, PhD, professore e medico-scienziato presso la Brigham Division of Pathology. “Abbiamo scoperto che questo rischio aumenta con ogni generazione. Ad esempio, le persone nate nel 1960 avevano più rischi di cancro prima del loro 50° compleanno rispetto alle persone nate nel 1950 e prevediamo che questo livello di rischio continuerà ad aumentare nelle generazioni successive. Modificato, quindi, hanno ipotizzato che fattori come la dieta e lo stile di vita occidentali possano contribuire all’emergenza precoce dell’epidemia di cancro. , privazione del sonno, fumo, obesità e consumo di cibi altamente trasformati.Un limite dello studio è che i ricercatori non disponevano di dati sufficienti dai paesi a basso e medio reddito per determinare le tendenze nell’incidenza del cancro nel corso dei decenni, hanno affermato gli scienziati. , hanno affermato che sperano di continuare questa ricerca raccogliendo più dati e collaborando con istituti di ricerca internazionali per monitorare meglio le tendenze globali. isualizzazioni di Oncologia Clinica.

READ  Il governatore dell'Oregon chiuderà i pasti al coperto venerdì prossimo in alcune contee se i ricoveri dovuti al virus Corona aumenteranno.

L’incidenza dei tumori precoci, diagnosticati prima dei 50 anni, compresi quelli del seno, del colon, dell’esofago, dei reni, del fegato e del pancreas, è aumentata negli ultimi decenni, secondo i ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston. .

Gli scienziati hanno condotto analisi approfondite dei dati disponibili in letteratura e su Internet, comprese le informazioni sull’esposizione precoce della vita, che potrebbero aver contribuito a questa tendenza nel tentativo di capire perché a un numero maggiore di giovani viene diagnosticato il cancro.

“Dai nostri dati, abbiamo osservato qualcosa chiamato effetto del gruppo di nascita. Questo effetto mostra che ogni gruppo successivo di persone nate più tardi (ad esempio, un decennio dopo) ha un rischio maggiore di sviluppare il cancro più avanti nella vita, probabilmente a causa dei fattori di rischio sono stati esposti in giovane età”, ha affermato Shoji Ogino, MD, PhD, professore e medico-scienziato presso la Brigham Division of Pathology. “Abbiamo scoperto che questo rischio aumenta con ogni generazione. Ad esempio, le persone nate nel 1960 avevano un rischio maggiore di sviluppare il cancro prima del loro 50° compleanno rispetto alle persone nate nel 1950 e prevediamo che questo livello di rischio continuerà ad aumentare nelle generazioni successive” .

I ricercatori hanno affermato che la dieta, lo stile di vita, il peso e l’esposizione ambientale delle persone sono cambiati radicalmente negli ultimi decenni. Pertanto, hanno ipotizzato che fattori come la dieta e lo stile di vita occidentali possano contribuire all’emergenza precoce dell’epidemia di cancro.

Il team ha riconosciuto che l’aumento dell’incidenza di alcuni tipi di cancro era dovuto in parte alla diagnosi precoce attraverso programmi di screening del cancro.

READ  La NASA ci informerà tutti sulla missione lunare Artemis 1 oggi. Come seguirli online.

I potenziali fattori di rischio per il cancro in fase iniziale includono il consumo di alcol, la privazione del sonno, il fumo, l’obesità e il consumo di cibi altamente trasformati.

Una limitazione dello studio, hanno affermato gli scienziati, è che i ricercatori non disponevano di dati sufficienti dai paesi a basso e medio reddito per determinare le tendenze nell’incidenza del cancro nel corso dei decenni.

Andando avanti, hanno affermato che sperano di continuare questa ricerca raccogliendo più dati e collaborando con istituti di ricerca internazionali per monitorare meglio le tendenze globali.

I risultati dello studio sono stati pubblicati in Recensioni sulla natura Oncologia clinica.