Maggio 24, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

HC afferma che l'arresto di Kejriwal da parte di ED è valido e respinge il ricorso | notizie di Delhi

HC afferma che l'arresto di Kejriwal da parte di ED è valido e respinge il ricorso |  notizie di Delhi
Nuova Delhi: In una grave battuta d'arresto per il Primo Ministro Arvind Kejriwal, martedì l'Alta Corte di Delhi ha confermato la validità legale del suo arresto da parte della Direzione delle Forze dell'Ordine in un caso di riciclaggio di denaro legato alla presunta truffa sulla politica fiscale. L'HC ha concluso che i materiali raccolti dall'ED hanno rivelato che egli ha cospirato e ha partecipato attivamente all'utilizzo e all'occultamento dei proventi del reato.

Anche se la corte ha chiarito che il suo compito non era quello di condurre un “mini-processo” e ha sottolineato che le osservazioni “non equivarrebbero a un’espressione di opinione sul merito del caso durante il processo”, la sentenza di 106 pagine contiene risultati dettagliati sulla credibilità degli approvatori e su altre prove regolate dall'ED. Il Primo Ministro farà appello contro la sentenza alla Corte Suprema, ha detto AAP.



Respingendo la petizione del leader dell'AAP che contestava il suo arresto e la successiva custodia cautelare nell'ED, il giudice Swarana Kanta Sharma ha osservato che non vi era alcuna violazione delle disposizioni di legge poiché l'agenzia aveva abbastanza materiale in suo possesso. “Riassumendo, il materiale confezionato rivela che Arvind Kejriwal ha cospirato con altre persone ed è stato coinvolto nella formulazione della politica sulle accise di Delhi 2021-22, nel processo di richiesta di tangenti al Southern Group e anche nella generazione di elettricità. ” “Utilizzo e occultamento dei proventi del reato”, ha affermato la corte.

Ha aggiunto che Kejriwal era “presumibilmente coinvolto” nel riciclaggio di denaro a due livelli. “In primo luogo, nella sua veste personale, poiché è stato coinvolto nella formulazione della politica fiscale e nella richiesta di tangenti. In secondo luogo, nella sua qualità di coordinatore nazionale dell'AAP ai sensi della Sezione 70(1) della legge anticorruzione, per utilizzare i proventi di reato del valore di Rs 45 crore nella campagna elettorale dell'AAP alle elezioni di Goa nel 2022, il che è chiaro prima facie dai materiali su cui fa affidamento l'imputato.

Non esiste un'indagine diversa per classi e pubblico: HC
Il comitato scientifico era del parere che l'amministratore delegato fosse in grado di fornire materiale sufficiente sotto forma di dichiarazioni di hawala dealer, dichiarazioni di approvatori e dichiarazioni dello stesso candidato del partito che affermava di aver ricevuto denaro da spendere nelle elezioni di Goa “per completare la catena di trasferimento di fondi a Goa”. “Ho inviato critiche per le elezioni di Goa”.

La corte ha stabilito che l'arresto di Kejriwal non era illegale e il tribunale di prima istanza lo ha rinviato in custodia all'agenzia su mandato.

READ  L'edificio del Parlamento di Città del Capo ha preso fuoco ed è parzialmente crollato

si allarga


Il giudice Sharma ha chiarito che la corte non si stava occupando della richiesta di cauzione di Kejriwal, ma della sua petizione che contestava la validità dell'arresto da parte dell'ED. Lei ha sottolineato che la legge vale per tutti allo stesso modo e ha anche trovato interessante in questo caso il rigore dell'articolo 70 della Legge sulla prevenzione del riciclaggio di denaro (LPMLA), che riguarda le aziende. L'amministratore delegato aveva paragonato l'AAP a un'azienda con Kejriwal come direttore.


“Ci sono dichiarazioni di testimoni (comprese le approvazioni) registrate ai sensi della sezione 50 della legge antiriciclaggio e della sezione 164 del codice di procedura penale, nonché altri materiali come il registro degli accessi dell'ufficio del richiedente, che riflettono che il il firmatario è stato personalmente coinvolto nella stesura della petizione.” La corte ha sottolineato la Politica sulle accise di Delhi 2021-22, che era evidente nel processo di richiesta di tangenti al gruppo del Sud in cambio di servizi. Il comitato scientifico ha inoltre sottolineato che un'agenzia investigativa non può concedere “privilegi speciali” al primo ministro senza ottenere il permesso dei tribunali.

Riguardo a Kejriwal che ha messo in dubbio la tempistica del suo arresto alla vigilia delle elezioni, il giudice ha detto: “Secondo questa corte, questa accusa deve essere respinta perché l’agenzia investigativa secondo la giurisprudenza penale indiana non può essere incaricata di condurre le indagini come opportuno o diktat di qualcuno… L'indagine in termini di classi e di masse non può essere diversa.

La corte ha osservato di non poter accettare l'affermazione di Kejriwal secondo cui sarebbe stato arrestato in relazione alle imminenti elezioni di Lok Sabha e che la questione dovrebbe essere esaminata solo nel contesto della legge e non dei tempi.

Per quanto riguarda l'argomento principale avanzato dal Primo Ministro secondo cui nessun denaro era stato recuperato dall'ED, la Corte Suprema ha affermato che l'assenza o il mancato recupero di tali proventi nelle circostanze potrebbe essere di scarso valore o importanza come parte del denaro speso. secondo i dati inseriti nel registro delle persone per le quali è stato speso questo denaro e di coloro che hanno fornito il denaro nonché di coloro attraverso i quali il denaro è stato inviato.


La corte ha affermato che l'ED “non aveva altra scelta che arrestare il firmatario e chiedere la sua custodia cautelare per confrontarlo con le dichiarazioni di testimoni, accreditatori e altro materiale incriminante raccolto durante le indagini”.

Rispondendo all'accusa secondo cui l'ED avrebbe immediatamente arrestato il Primo Ministro anche senza registrare la sua dichiarazione, la corte ha chiesto come l'ED avrebbe potuto registrare la dichiarazione di Kejriwal ai sensi della sezione 50 della legge antiriciclaggio quando questi non si era rappresentato davanti all'agenzia investigativa per l'accusa detto scopo in nove occasioni. “Ora non può tornare indietro e dire che la sua dichiarazione non è stata registrata ai sensi dell'articolo 50 LRD, mentre era lui stesso a rifiutarsi di presentarsi” davanti al ED che lo aveva contattato esattamente per lo stesso scopo negli ultimi sei mesi , ha detto l'ufficio. Tribunale.