Luglio 4, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Hackerare il sito web del Ministero della Salute brasiliano, rubare ed eliminare le informazioni sulla vaccinazione

Il ministero della salute brasiliano ha affermato che il suo sito Web è stato violato, rimuovendo diversi sistemi, tra cui uno contenente informazioni sul programma nazionale di immunizzazione e uno utilizzato per emettere certificati di vaccinazione digitali.

Il governo ha rinviato di una settimana l’attuazione dei nuovi requisiti sanitari per i viaggiatori che arrivano in Brasile a causa dell’attacco.

“Il ministero della Salute ha dichiarato che nelle prime ore di venerdì si è verificato un incidente che ha portato temporaneamente alla violazione di alcuni dei suoi sistemi… che al momento non sono disponibili”, ha dichiarato venerdì il ministero della Salute in una nota.

La polizia ha detto che stanno indagando sull’attacco.

I presunti hacker, che si fanno chiamare Lapsus $ Group, hanno pubblicato un messaggio sul sito che i dati interni erano stati copiati e cancellati.

“Contattaci se vuoi recuperare i dati”, apparentemente affermava l’attacco ransomware.

protestare contro le persone con striscioni
Molti brasiliani non erano contenti della risposta del governo al COVID-19. (Reuters: Mariana Griff)

Il messaggio, che includeva l’e-mail e le informazioni di contatto di Telegram, è stato rimosso entro mezzogiorno di venerdì, ma la pagina web era ancora inattiva.

I dati dell’utente nell’app ConectSUS che fornisce i certificati di vaccinazione ai brasiliani sono scomparsi.

Il ministero ha detto che stava lavorando per ripristinare i suoi sistemi.

In una conferenza stampa venerdì sera, il viceministro della Sanità Rodrigo Cruz ha affermato che l’accesso ai dati sulla vaccinazione non è stato recuperato.

Cruz ha detto che era troppo presto per dire se i dati fossero andati persi.

In base alle misure adottate martedì dopo che il presidente Jair Bolsonaro si è opposto all’uso di un passaporto per un vaccino, i viaggiatori non vaccinati che arrivano in Brasile dovranno mettersi in auto-quarantena per cinque giorni ed essere testati per COVID-19.

La richiesta doveva iniziare sabato, ma il governo ha detto che sarebbe stata ritardata di una settimana perché i dati sulla vaccinazione non erano disponibili online dopo l’attacco.

I moduli di tracciamento del COVID-19 per i passeggeri delle compagnie aeree in arrivo erano ancora disponibili sul sito web dell’ente regolatore sanitario Anvisa, che non era preso di mira.

Reuters

READ  Il nuovo strumento Zoom ti avviserà se sei annoiato con tutti