Marzo 2, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli Stati Uniti accettano di vendere aerei da combattimento F-16 alla Turchia Notizia

Gli Stati Uniti accettano di vendere aerei da combattimento F-16 alla Turchia  Notizia

L'accordo da 23 miliardi di dollari è stato completato dopo che il Parlamento turco ha ratificato la tanto attesa adesione della Svezia alla NATO.

Gli Stati Uniti hanno approvato la vendita di aerei da combattimento F-16 alla Turchia dopo che il parlamento turco questa settimana ha ratificato l'adesione della Svezia alla NATO.

Il Dipartimento di Stato americano ha notificato venerdì sera al Congresso un accordo da 23 miliardi di dollari per la vendita di aerei da guerra alla Turchia, alleato della NATO, insieme alla vendita di 8,6 miliardi di dollari di aerei da combattimento F-35 avanzati alla Grecia, anch’essa alleata nel blocco militare occidentale.

La notifica del ministero è arrivata poche ore dopo che la Turchia aveva depositato lo “strumento di ratifica” per l'adesione della Svezia alla NATO presso Washington, depositario dei documenti dell'alleanza, e dopo che diversi membri chiave del Congresso avevano sollevato le loro obiezioni.

La vendita alla Turchia comprende 40 aerei Lockheed Martin F-16 e attrezzature per modernizzare 79 della sua attuale flotta di aerei F-16. La Grecia riceverà 40 caccia F-35 Lightning II Joint Strike Fighter e relativo equipaggiamento.

La Turchia ha cercato a lungo di modernizzare la sua flotta di F-16 e ha ordinato l’aereo nell’ottobre 2021, ma il ritardo nell’approvazione della richiesta NATO della Svezia è diventato un ostacolo all’ottenimento dell’approvazione del Congresso.

Ankara ha subordinato la ratifica dell'adesione della Svezia all'approvazione della vendita di nuovi aerei.

Le preoccupazioni degli Stati Uniti

L'amministrazione del presidente Joe Biden aveva sostenuto la vendita, ma molti legislatori hanno espresso obiezioni a causa della situazione dei diritti umani in Turchia.

READ  Scopri il "mondo nascosto" della vita marina nel "fiume" antartico sotto il ghiaccio | Antartide

“La mia approvazione alla richiesta della Turchia di acquistare aerei F-16 era condizionata all'approvazione da parte della Turchia dell'adesione della Svezia alla NATO. “La mia approvazione alla richiesta della Turchia di acquistare aerei F-16 era condizionata all'approvazione della Turchia all'adesione della Svezia alla NATO”, ha affermato il senatore democratico Ben Cardin , presidente della commissione per le relazioni estere del Senato, una delle quattro commissioni chiave che devono approvare i trasferimenti di armi. “Ma attenzione: non è stata una decisione che ho preso alla leggera”.

Ha detto: “Non vedo l’ora di iniziare questo nuovo capitolo nelle nostre relazioni con la Turchia, espandendo la NATO e lavorando con i nostri alleati globali per affrontare la continua aggressione della Russia contro i suoi vicini pacifici”.

Il Congresso ha 15 giorni di tempo per opporsi alla vendita, trascorsi i quali la considera definitiva.

Ankara aveva rinviato di più di un anno l'approvazione dell'adesione della Svezia alla NATO, apparentemente perché credeva che Stoccolma non prendesse abbastanza sul serio le preoccupazioni di sicurezza nazionale della Turchia, inclusa la sua lotta contro i combattenti curdi e altri gruppi che vede come minacce alla sicurezza.

Questi ritardi hanno frustrato gli Stati Uniti e gli altri alleati della NATO, quasi tutti i quali si sono affrettati ad accettare che Svezia e Finlandia si unissero all’alleanza dopo che i paesi nordici hanno abbandonato la loro neutralità militare di lunga data in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia nel febbraio 2022.

La Finlandia è diventata il 31esimo membro dell'alleanza ad aprile.

Tutti gli occhi sono ora puntati sull'Ungheria, che è l'unico membro della NATO a bloccare la richiesta della Svezia. Funzionari degli Stati Uniti e della NATO hanno affermato di aspettarsi che l'Ungheria si muova rapidamente, soprattutto dopo la decisione della Turchia.

READ  Il giornalista ucraino affronta il russo Sergei Lavrov per presunto furto di grano | Russia