Febbraio 26, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli attacchi militari israeliani nel Libano meridionale fanno temere un ampliamento della portata del conflitto Notizie della guerra israeliana a Gaza

Gli attacchi militari israeliani nel Libano meridionale fanno temere un ampliamento della portata del conflitto  Notizie della guerra israeliana a Gaza

Gli attacchi alle infrastrutture militari di Hezbollah fanno seguito all'uccisione del leader di Hamas a Beirut, omicidio di cui Israele non ha rivendicato la responsabilità.

Un certo numero di membri di Hezbollah sono stati uccisi nei raid israeliani nel sud del Libano in uno dei giorni più sanguinosi per il gruppo alleato dell’Iran, mentre i combattimenti transfrontalieri si sono intensificati da quando è iniziata la guerra di Gaza in ottobre.

Reuters ha riferito che almeno nove membri del gruppo sono stati uccisi in attacchi separati mercoledì.

L'esercito israeliano ha diffuso video notturni degli attacchi, compresi quelli contro le infrastrutture militari di Hezbollah e i “dispositivi di sorveglianza” nel villaggio di Yaron nel governatorato di Nabatieh, nel sud del Libano, situato oltre il confine con gli insediamenti israeliani di Yaron e Avivim nel nord di Israele.

Il filmato impreciso sembra mostrare bombe israeliane che colpiscono e distruggono diversi edifici residenziali vicino ad altri edifici civili.

L'esercito israeliano ha affermato che le “operazioni di lancio” sono state monitorate in tutto il territorio libanese e sono state effettuate in aree aperte nell'area dell'insediamento di Jurin, nel nord di Israele.

Dall’8 ottobre, gli scontri al confine tra l’esercito israeliano e Hezbollah hanno portato alla morte di dozzine di civili libanesi e di oltre 140 membri di Hezbollah. Israele e i gruppi armati nel sud del Libano – a circa 200 chilometri (124 miglia) dalla Striscia di Gaza, in particolare Hezbollah – sono impegnati in frequenti scambi attraverso il confine israelo-libanese sorvegliato dalle Nazioni Unite.

Timori di escalation

Gli attacchi sono avvenuti in seguito all'uccisione di Saleh Al-Arouri, vice leader di Hamas, in un attacco di droni nella capitale libanese, Beirut, martedì.

READ  Hamas pubblica un video di ostaggi israeliani nel tentativo di fare pressione sul primo ministro Benjamin Netanyahu

Il segretario generale di Hezbollah Hassan Nasrallah ha dichiarato mercoledì in un discorso televisivo che l’uccisione di Al-Arouri è “un crimine grave e pericoloso che non può essere tollerato”. Hezbollah sostiene il gruppo armato palestinese.

I funerali di Al-Arouri si terranno a Beirut giovedì prossimo.

Imran Khan di Al Jazeera, riferendo da Beirut giovedì, ha detto che il linguaggio proveniente sia da Israele che da Hezbollah indica che nessuna delle due parti è disposta a fare marcia indietro.

Con la morte di Al-Arouri, Hezbollah dovrà rispondere, e lo farà nel momento e nel luogo di sua scelta. Ma tutti sono molto preoccupati per come potrebbe essere questa risposta… e quale sarà la risposta israeliana”.

Nasrallah ha incolpato Israele per l’attacco e ha espresso le sue condoglianze a Hamas per quella che ha descritto come “palese aggressione israeliana”.

Israele non ha rivendicato l'attacco che ha ucciso Al-Arouri nel sobborgo meridionale di Beirut, roccaforte di Hezbollah. Ma crescono le preoccupazioni che la guerra israeliana a Gaza si stia intensificando in tutta la regione.

Le Nazioni Unite hanno chiesto moderazione, affermando che qualsiasi ulteriore escalation delle ostilità potrebbe essere devastante sia per Israele che per il Libano.

Il presidente francese Emmanuel Macron, in una telefonata con il membro del gabinetto di guerra israeliano Benny Gantz, ha esortato Israele a “evitare qualsiasi situazione di escalation, soprattutto in Libano”.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu aveva precedentemente avvertito che Beirut si sarebbe trasformata “in Gaza” se Hezbollah avesse iniziato una guerra totale.