Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Cos’è Dungeons & Dragons OGL?

Cos’è Dungeons & Dragons OGL?

Wizards of the Coast, editore Dungeons and Dragonsrecentemente è stato preso di mira per perdite D&D Aggiornamento Open Game License (OGL), che in seguito è tornato al tavolo da disegno per la seconda volta. L’OGL è in vigore da oltre due decenni e, sebbene il documento originale sia lungo quasi una pagina, le modifiche proposte hanno causato grossi problemi a Wizards of the Coast e D&D allo stesso modo i fan. Ma cos’è esattamente l’OGL e di cosa si tratta? Diamo uno sguardo alla storia della licenza di gioco aperto, all’attuale controversia e al motivo per cui è importante.

Cos’è l’OGL?

Una licenza di gioco aperto è un accordo di licenza originariamente pubblicato da Wizards of the Coast (WOTC) nel 2000 che concede il permesso di creare liberamente contenuti utilizzando il set di regole di base della società di D&D.Il documento originale (v1.0a) è breve e dolce, garantendo chiunque una “licenza perpetua, mondiale, non esclusiva” per il contenuto di un particolare gioco. Gli aspetti del gioco che possono essere utilizzati con questa licenza sono descritti nel Systems Reference Document (SRD) e includono cose come classi, incantesimi e razze.

Alcuni personaggi, come Tasha e Xanathar, o ambientazioni come Waterdeep non sono inclusi e sono soggetti alla normale licenza di copyright.

Foto: I maghi della costa

L’accordo stabilisce inoltre che se il Documento viene aggiornato, i Licenziatari possono utilizzare “qualsiasi versione autorizzata di questa Licenza per copiare, modificare e distribuire qualsiasi Contenuto di Gioco Aperto originariamente distribuito in base a qualsiasi versione di questa Licenza”.

in 2004 Domande frequenti Nel documento, Wizards of the Coast ha spiegato che questa sezione (sezione 9) significa che “anche se Wizards apporta una modifica con cui non sei d’accordo, puoi continuare a utilizzare una versione precedente accettata a tua scelta”. Nella stessa FAQ, il WOTC ha affermato che non ci sarebbe motivo di apportare modifiche a cui la comunità che utilizza OGL si opporrebbe, poiché la comunità potrebbe continuare a ignorare la modifica con la licenza originale.

READ  Phreak, il creatore di "League Of Legends", lascia i social media per minacce di morte

OGL consentito D&D comunità e professionisti di creare e distribuire liberamente le proprie campagne, impostazioni e materiali supplementari per oltre 20 anni. Anche editori di terze parti come Kobold Press, Paizo e Green Ronin pubblicano contenuti quasi esclusivamente con questa licenza.

Dato che Dungeons and Dragons ha accumulato oltre 50 milioni di giocatori nel 2020 grazie a una community focalizzata sulla condivisione e la creazione di contenuti open source, molti sottolineano che OGL ha svolto un ruolo importante nella sua traiettoria ascendente nei 49 anni di storia del gioco. .

Aggiornamenti dell’OGL

Mentre l’OGL originale consentiva un file D&D Una società per prosperare e crescere, non è stato senza precedenti cambiamenti e speculazioni per fermarsi. Nel 2008, con l’uscita di Dungeons & Dragons Nella quarta edizione è arrivato un accordo di licenza più restrittivo chiamato Game System License (GSL).

Ciò è stato accolto con critiche in quanto sembra aver posto fine alla capacità di creare e condividere liberamente materiale all’interno della comunità e dell’industria. nonostante ciò, D&D La quinta edizione ha visto il ritorno all’OGL con un Aggiornamento SDRcon coloro che pubblicano contenuti attraverso il negozio ufficiale della Dungeon Master’s Guild in grado di utilizzare la proprietà intellettuale non precedentemente inclusa nell’SRD, sebbene con vendite ridotte del 50% da Wizards of the Coast.

con il Annuncio 2022 a partire dal Uno D&D, la successiva “evoluzione” del sistema di gioco, sono iniziate le voci secondo cui OGL non sarebbe continuato nella nuova versione in arrivo. La risposta del WOTC a queste voci è arrivata Dichiarazione di dicembre 2022pur riconoscendo che l’accordo deve essere aggiornato “per garantire che continui a fare ciò che intende fare – consentire D&D Comunità…per far crescere il gioco che tutti amiamo, senza permettere alle grandi aziende di sfruttare la nostra proprietà intellettuale. ”

READ  Togetic e Togekiss possono essere brillanti in Pokemon GO? (aprile 2023)

L’editore ha affermato che la nuova versione (v1.1) verrà rilasciata all’inizio del 2023 e ha assicurato alla comunità che questi aggiornamenti non li riguarderanno o saranno inutilmente restrittivi.

frameborder=”0″ allow=”accelerometro; riproduzione automatica; scrittura negli appunti; media crittografati; giroscopio; picture-in-picture; condivisione web” allowfullscreen>

Tuttavia, prima del rilascio ufficiale della versione 1.1, era una bozza del documento rivelato da io9, con alcune importanti modifiche alle regole e alle intenzioni originali di OGL. La bozza afferma che OGL 1.0 non è più un contratto di licenza valido, ponendo effettivamente fine alla clausola che consente ai creatori di scegliere a quale licenza impegnarsi. Inoltre, la bozza afferma che questa licenza aggiornata si applica solo ai supporti di stampa e ai file elettronici statici (come i PDF), con altre forme di contenuto tra cui graphic novel, video, podcast e giochi che possono essere condivisi solo nella misura consentita da Coast Processori Politica sui contenuti dei fan o un accordo separato. È importante notare che la politica sui contenuti dei fan consente solo la distribuzione gratuita dei contenuti.

Leggi: I giochi da tavolo si affidano a strumenti digitali per un futuro migliore

I contenuti creati sotto il nuovo OGL devono essere registrati con Wizards of the Coast, con la bozza che afferma che l’editore avrà anche una “licenza non esclusiva, perpetua, irrevocabile, mondiale, sublicenziabile, esente da royalty per utilizzare tali contenuti per qualsiasi scopo .”

Altre modifiche includono una sezione in cui si afferma che l’accordo può essere risolto se il contenuto fanatico viene pubblicato sotto licenza e una posizione sull’uso di NFT e blockchain per Dungeons & Dragons Proprietà intellettuale. Introduce anche un sistema di “Equity Class”, il che significa che i creatori o gli editori che guadagnano più di $ 750.000 in un anno solare dovranno ricevere il 25% delle “entrate qualificate” su tale importo.

READ  Keldeo e Something Extraordinary Special Research debutta, incursioni e altro ancora

Contraccolpo della società

La bozza trapelata è stata accolta con un contraccolpo significativo della società e dell’industria, con molti che chiedono il boicottaggio Dungeons & Dragons prodotti. Creatori prolifici come Ginny Di hanno suggerito che i fan potrebbero non essere d’accordo con i cambiamenti che sente annullare il loro abbonamento a D&D oltre, causando il blocco temporaneo dei server. Altri nel settore, incl Il generatore OGL originale Anche Ryan Dancy e il popolarissimo podcast hanno avuto un impatto.

La polemica era così diffusa che Wizards of the Coast ha annunciato che la versione 1.1 è stata cancellatacon un nuovo aggiornamento in lavorazione che sembra tenere conto del feedback della community.

in dichiarazione, l’editore ha spiegato di avere tre obiettivi per aggiornare OGL; Garantire che le grandi aziende non ne traggano benefici commerciali Dungeons & Dragons Contenuto, prevenire prodotti discriminatori, bloccare prodotti blockchain, web3 e NFT su licenza.

La dichiarazione ha proseguito dicendo: “È chiaro dalla reazione che abbiamo doppiato 1 …[it’s] Non è più possibile raggiungere pienamente i tre obiettivi aderendo ai nostri principi.


Sebbene il nuovo (nuovo) aggiornamento non abbia una data di rilascio specifica, WOTC ha promesso che non deluderà la sua community e contenuti come video, trasmissioni e podcast non saranno interessati da questi cambiamenti, proteggendo anche le creazioni della community dall’uso, tra le altre modifiche.

Data la diffusa reazione negativa alla bozza ormai defunta, possiamo aspettarci di vedere molti input della comunità prima che la prossima versione di OGL sia completa.